GORGO

Moneyless

Teo Pirisi meglio conosciuto come Moneyless è nato nel 1980 a Milano. Cresciuto a Lucca è uno degli artisti italiani più importanti ed influenti dell’arte urbana internazionale.

Moneyless affonda le sue radici nella scena dei graffiti degli anni 90’ dove attraverso la sua ricerca inizia a spogliare la lettera della sua presenza alfabetica. Abbandonato il writing per una maggiore libertà espressiva, cerca con le stesse intenzioni si approcciare alla forma tentando una costante sintetizzazione. L’idea è quella di lavorare attraverso il concetto del less is more, tentando quindi di ridurre all’essenziale lo sviluppo di forme ed elementi geometrici. La ricerca dell’essenzialità attraverso una sottrazione continua è quindi il mantra e punto cardine della sua estetica.

La ricerca della purezza espressiva e formale della forma e lo studio della geometria come elemento di origine, spingono Moneyeless a sperimentare ed alimentare costantemente il proprio immaginario. Il cerchio in particolare, con la sua perfezione e gestualità intrinseca , ricopre un ruolo speciale nelle produzioni dell’artista. Da una parte agisce come catalizzatore di movimento, un archetipo capace di generare sistemi di caos ordinato, attraverso un movimento perenne ed irrefrenabile con cui agisce all’interno dello spazio di lavoro. Al tempo stesso viene sottoposto a costanti mutamenti che ne rompono la formalità estetica attraverso rotazioni, movimenti, sovrapposizioni e frammentazioni alimentate da una costante indagine sulle relazioni tra forma, colore e plasticità.

Le opere site-specific di Moneyless, le installazioni di fili sospese all’interno del paesaggio, invitano lo spettatore ad una partecipazione del corpo. Le linee nettamente geometriche del filo bianco dialogano infatti con i confini dei paesaggi naturali in cui sono inserite, generano una tensione viscerale capace di incanalare sensazioni e stati d’animo personali.

Attraverso la sua costante ricerca e sperimentazione formale l’artista italiano mira a trasformare la percezione dello spazio verso una dimensione metafisica attraverso un piccolo grande viaggio sensoriale scandito da percorsi, forme e sovrapposizioni di colori.

Moneyless a Valencia per Poliniza DosMoneyless a Lucca nel quartiere San Vito per stART FestivalIl murale di Moneyless a LuganoMoneyless per La Cattedrale ImmaginataL’ultimo intervento di Moneyless a MilanoMoneyless – New Murals in PisaMoneyless – New Mural for Wall in Art ProjectMoneyless for Street Alps Festival 2017Moneyless – New Mural in MadridMoneyless – New Murals for PopUp! GluppaTRISCELE Project by Martina Merlini, Moneyless, Sten & LexMoneyless in Ragusa for TRISCELE ProjectTRISCELE Project by Martina Merlini, Moneyless, Sten & LexMoneyless – New Mural in Crans Montana, SwitzerlandMoneyless – New Mural in LioniMoneyless – New Mural in Cascais, PortugalTRISCELE Project by Martina Merlini, Moneyless, Sten & LexMoneyless – New Murals in AglianaRemi Rough x Moneyless in LondonMoneyless for FestiWall in RagusaAris x Moneyless x Giorgio Bartocci in TuscanyMoneyless for PUBLIC 2015 in PerthAris x Moneyless – A New MuralMoneyless – New Mural in RomeMoneyless – New Mural for VIAVAI ProjectMoneyless – New Mural in Riga, LatviaCiredz, Tellas, Moneyless, Martina Merlini for ALTrove FestivalKofie x Moneyless “ASSIOMA” at Avantgarden Gallery (Recap)Moneyless – New Piece at Le M.U.R.XIIIBasik x Martina Merlini x Moneyless– New Mural in RiccioneMoneyless x Mark Lyken – “Forms and Spaces” Project in ItalyMoneyless x Martina Merlini – New Mural at Naschmarkt in ViennaThe Canals Project: Mark Lyken & Moneyless VideoMark Lyken x Moneyless – New Mural for The Canals ProjectJAZ x Moneyless – New Mural In Berlin, GermanyMoneyless – “Structures” New Wonderful VideoMoneyless – “Struttura Over 011” New Installation in RomeMoneyless – New Pieces in TunisiaOzmo x Tellas x 2501 x Martina Merlini x Moneyless x Andreco x Gaia – New Mural in RomeGaia x Ozmo x Tellas x 2501 x Martina Merlini x Moneyless x Andreco New Mural in Rome Part IIITellas x Moneyless x Gaia x Martina Merlini x 2501 x Andreco – New Mural in Rome Part IIMoneyless x Gaia x Martina Merlini x 2501 – New Mural in Rome Part IMoneyless – New Installation for The Others FairMoneyless – New Installations in TorinoMoneyless – New Mural in TorinoMoneyless x 2501 x Ozmo x Basik – New Mural in MilanoMoneyless and Roman Minin at ATTACK Festival Change LabMoneyless – New Installation in MilanoMoneyless x Run x Basik – New Mural in LondonMoneyless, Ericailcane and BLU – New Murals in Sassari
Streets

108, Arnaud Liard, Graphic Surgery, Moneyless e Nelio in mostra da Plastic Murs108 x Moneyless “Antípodas” at Dinámica Galería (Recap)Moneyless – “Fragmentations” at BC Gallery (Recap)Moneyless “Fragmentations” at BC Gallery (Preview)Moneyless – “Paper Teller” at Soze Gallery (Recap)Kofie x Moneyless “ASSIOMA” at Avantgarden Gallery (Recap)Kofie x Moneyless “ASSIOMA” at Avantgarden Gallery (Liveblog)Moneyless – “Alea Iacta Est” Solo Show at 999GalleryMoneyless – “Alea Iacta Est” Solo Show PreviewMoneyless – “Alea Iacta Est” New Solo Show at 999GalleryMoneyless – “Per Aspera ad Astra” @ Soze GalleryMoneyless – “Per Aspera ad Astra” at Soze Gallery preview
Exhibitions

Moneyless

Teo Pirisi meglio conosciuto come Moneyless è nato nel 1980 a Milano. Cresciuto a Lucca è uno degli artisti italiani più importanti ed influenti dell’arte urbana internazionale.

Moneyless affonda le sue radici nella scena dei graffiti degli anni 90’ dove attraverso la sua ricerca inizia a spogliare la lettera della sua presenza alfabetica. Abbandonato il writing per una maggiore libertà espressiva, cerca con le stesse intenzioni si approcciare alla forma tentando una costante sintetizzazione. L’idea è quella di lavorare attraverso il concetto del less is more, tentando quindi di ridurre all’essenziale lo sviluppo di forme ed elementi geometrici. La ricerca dell’essenzialità attraverso una sottrazione continua è quindi il mantra e punto cardine della sua estetica.

La ricerca della purezza espressiva e formale della forma e lo studio della geometria come elemento di origine, spingono Moneyeless a sperimentare ed alimentare costantemente il proprio immaginario. Il cerchio in particolare, con la sua perfezione e gestualità intrinseca , ricopre un ruolo speciale nelle produzioni dell’artista. Da una parte agisce come catalizzatore di movimento, un archetipo capace di generare sistemi di caos ordinato, attraverso un movimento perenne ed irrefrenabile con cui agisce all’interno dello spazio di lavoro. Al tempo stesso viene sottoposto a costanti mutamenti che ne rompono la formalità estetica attraverso rotazioni, movimenti, sovrapposizioni e frammentazioni alimentate da una costante indagine sulle relazioni tra forma, colore e plasticità.

Le opere site-specific di Moneyless, le installazioni di fili sospese all’interno del paesaggio, invitano lo spettatore ad una partecipazione del corpo. Le linee nettamente geometriche del filo bianco dialogano infatti con i confini dei paesaggi naturali in cui sono inserite, generano una tensione viscerale capace di incanalare sensazioni e stati d’animo personali.

Attraverso la sua costante ricerca e sperimentazione formale l’artista italiano mira a trasformare la percezione dello spazio verso una dimensione metafisica attraverso un piccolo grande viaggio sensoriale scandito da percorsi, forme e sovrapposizioni di colori.