GORGO

Moneyless – New Mural in Crans Montana, Switzerland

C’è anche il nostro Moneyless tra gli ospiti del Vision Art Festival da poco conclusosi a Crans-Montana nel cantone Vallese in Svizzera.

Il confronto con le produzioni di Moneyless passa per la particolare fascinazione astratta che accompagna lo sviluppo dei suoi interventi in strada. Continuando ad evolvere e sviluppare il proprio lavoro, il grande autore Italiano sta profondamente variando l’aspetto delle proprie pittura, sperimentando sviluppi di volta in volta inediti, lasciando tuttavia invariato i punti centrali del proprio operato. Il cerchio, il suo sviluppo all’interno dello spazio, continua ad essere il principale incipit, con la ferma intenzione di agire attraverso un approccio in grado di restituire un setting tra caos e ragione.

Per la rassegna Svizzera Moneyless sviluppa un canovaccio pittorico, andando a dividere l’intera superfice a disposizioni in grandi sezioni. Lo sviluppo, molto simile all’intervento proposto ad Agliana (Covered), vede quindi una serie di grandi e piccole caselle cromatiche, con all’interno lo sviluppo di differenti intrecci e segmenti di cerchi.

In attesa di scoprire i prossimi spostamenti dell’interprete Italiano, vi lasciamo agli scatti in calce al nostro testo con tutti i dettagli di questa sua ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti.

Thanks to The Artist for The Pics

Moneyless – New Mural in Crans Montana, Switzerland

C’è anche il nostro Moneyless tra gli ospiti del Vision Art Festival da poco conclusosi a Crans-Montana nel cantone Vallese in Svizzera.

Il confronto con le produzioni di Moneyless passa per la particolare fascinazione astratta che accompagna lo sviluppo dei suoi interventi in strada. Continuando ad evolvere e sviluppare il proprio lavoro, il grande autore Italiano sta profondamente variando l’aspetto delle proprie pittura, sperimentando sviluppi di volta in volta inediti, lasciando tuttavia invariato i punti centrali del proprio operato. Il cerchio, il suo sviluppo all’interno dello spazio, continua ad essere il principale incipit, con la ferma intenzione di agire attraverso un approccio in grado di restituire un setting tra caos e ragione.

Per la rassegna Svizzera Moneyless sviluppa un canovaccio pittorico, andando a dividere l’intera superfice a disposizioni in grandi sezioni. Lo sviluppo, molto simile all’intervento proposto ad Agliana (Covered), vede quindi una serie di grandi e piccole caselle cromatiche, con all’interno lo sviluppo di differenti intrecci e segmenti di cerchi.

In attesa di scoprire i prossimi spostamenti dell’interprete Italiano, vi lasciamo agli scatti in calce al nostro testo con tutti i dettagli di questa sua ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti.

Thanks to The Artist for The Pics