GORGO

Etam Cru – New Mural in Rouen by Sainer

Sainer del duo Etam Cru ha da poco terminato questa nuova pittura in occasione dei lavori per il Rouen Impressionnée Festival di quest’anno.

Dopo SatONE (Covered) e Robert Proch (Covered) un altro nome di spicco al lavoro per le strade di Rouen in Francia. Mentre Bezt ha terminato la sua parete ad Aalborg (Covered), Sainer nei giorni scorsi si è impegnato su questa grande facciata presentando “Countryside evening”, sua ultima fatica.

Caratteristica delle produzioni degli Etam Cru e la spiccata sensibilità pittorica, che si traduce, in un approccio altamente realistico declinato attraverso stimoli e spunti del tutto personali. Non si tratta infatti di una estetica puramente legata al realismo, quanto piuttosto volontà degli Etam Cru è quella di sviluppare un canovaccio tematico figlio dell’irreale, della fantasia, attraverso visioni e pitture capaci di risultare credibili e veritiere.

La frattura tematica generata dal duo, emerge quindi in tutto il suo fragore attraverso storie e visioni di vita quotidiana. Queste vengono scandite da particolari, da elementi e spunti irreali, bizzarri e di fantasia, che ci proiettano in un universo fittizio capace di porre in essere una riflessione sulla vita di tutti i giorni.

In attesa di nuovi aggiornamenti sul lavoro del duo polacco, vi lasciamo agli scatti in calce, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuove e succose novità anche dalla rassegna Francese.

Pics via Sosm

Etam Cru – New Mural in Rouen by Sainer

Sainer del duo Etam Cru ha da poco terminato questa nuova pittura in occasione dei lavori per il Rouen Impressionnée Festival di quest’anno.

Dopo SatONE (Covered) e Robert Proch (Covered) un altro nome di spicco al lavoro per le strade di Rouen in Francia. Mentre Bezt ha terminato la sua parete ad Aalborg (Covered), Sainer nei giorni scorsi si è impegnato su questa grande facciata presentando “Countryside evening”, sua ultima fatica.

Caratteristica delle produzioni degli Etam Cru e la spiccata sensibilità pittorica, che si traduce, in un approccio altamente realistico declinato attraverso stimoli e spunti del tutto personali. Non si tratta infatti di una estetica puramente legata al realismo, quanto piuttosto volontà degli Etam Cru è quella di sviluppare un canovaccio tematico figlio dell’irreale, della fantasia, attraverso visioni e pitture capaci di risultare credibili e veritiere.

La frattura tematica generata dal duo, emerge quindi in tutto il suo fragore attraverso storie e visioni di vita quotidiana. Queste vengono scandite da particolari, da elementi e spunti irreali, bizzarri e di fantasia, che ci proiettano in un universo fittizio capace di porre in essere una riflessione sulla vita di tutti i giorni.

In attesa di nuovi aggiornamenti sul lavoro del duo polacco, vi lasciamo agli scatti in calce, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuove e succose novità anche dalla rassegna Francese.

Pics via Sosm