fbpx
GORGO

Ernest Zacharevic – “Rock Paper Scissors!” at Montana Gallery (Recap)

Aperta lo scorso 20 di Marzo andiamo a dare un occhiata approfondita a “Rock Paper Scissors!” ultima e prima fatica Europea del grande Ernest Zacharevic all’interno degli spazi della Montana Gallery di Barcellona in Spagna.

Annunciata con una serie di interventi per la strade della città catalana (Covered), quest’ultima mostra ancora una volta ci offre l’opportunità di addentrarci all’interno del particolare e variegato immaginario dell’artista. Come sappiamo Ernest Zacharevic ha fatto della sua insolita scelta di lavorare per le strade della Malesia uno dei punti di forza del suo percorso ed approccio artistico, l’interprete Lituano è ben famoso per i particolari espedienti tematici e visivi con i quali dà vita al personalissimo range artistico. Alla base delle produzioni dell’interprete risiede infatti la scelta di affidarsi ad una marcata interattività, le opere vanno infatti ad inserirsi all’interno del tessuto urbano miscelandosi con esso, quello che già è esistente in strada viene sfruttato attraverso la pittura degli iconici soggetti in quella che è una sorta di unione tra reale ed irreale, i cartelli stradali, i pali della luce, le particolari architetture, gli oggetti così come le cianfrusaglie, vengono sfruttate dall’interprete per elaborare le sue opere. A catturare è quindi immediatamente il grande livello di immersione dove come soggetti principali l’artista sceglie di adottare i bambini, proprio loro rappresentano il giusto stimolo delle inventive dell’artista, con esse Zacharevic tenta di riconciliarci con la parte più pura di noi stessi, quella intrisa nella fantasia e che muove oggetti e cose, che vede aldilà di un semplice muro ma che piuttosto elabora racconti e giochi sempre differenti offrendo però al contempo, attraverso un forte carico emozionale, quello che è uno spaccato vero della vita Malese.

In un crescendo di consensi unanimi e grazie e soprattutto ad uno stile fortemente caratteristico, con quest’ultimo show Ernest Zacharevic porta in dote un allestimento decisamente variegato direttamente connesso con il lavoro in strada ed inevitabilmente portato a compimento con una serie di opere che vanno a servirsi dei materiali differenti, dal legno alla carte, passando per i disegni su tela e soprattutto una serie di opere ed installazioni site-specific che vanno a ricreare tutto l’intenso rapporto tra la strada e le opere dell’artista in una visione che ha ancora una volta come soggetto principali i bambini ed i loro giochi ed il loro rapporto con la strada e la sua quotidianità.

In attesa di scoprire i prossimi spostamenti dell’artista, come sempre vi diamo modo di dare un occhiata approfondita a quest’ultimo show firmato dall’interprete Lituano, è tutto dopo il salto, scrollate giù e dateci un occhiata mentre per gli amici Spagnoli e per chi si trovasse in zona c’è tempo fino al prossimo 3 di Maggio per andare a vedere da vicino tutto quanto l’allestimento.

Montana Gallery
C/ Comerç nº6
08003 Barcelona

Pics via Street Art News

Ernest Zacharevic – “Rock Paper Scissors!” at Montana Gallery (Recap)

Aperta lo scorso 20 di Marzo andiamo a dare un occhiata approfondita a “Rock Paper Scissors!” ultima e prima fatica Europea del grande Ernest Zacharevic all’interno degli spazi della Montana Gallery di Barcellona in Spagna.

Annunciata con una serie di interventi per la strade della città catalana (Covered), quest’ultima mostra ancora una volta ci offre l’opportunità di addentrarci all’interno del particolare e variegato immaginario dell’artista. Come sappiamo Ernest Zacharevic ha fatto della sua insolita scelta di lavorare per le strade della Malesia uno dei punti di forza del suo percorso ed approccio artistico, l’interprete Lituano è ben famoso per i particolari espedienti tematici e visivi con i quali dà vita al personalissimo range artistico. Alla base delle produzioni dell’interprete risiede infatti la scelta di affidarsi ad una marcata interattività, le opere vanno infatti ad inserirsi all’interno del tessuto urbano miscelandosi con esso, quello che già è esistente in strada viene sfruttato attraverso la pittura degli iconici soggetti in quella che è una sorta di unione tra reale ed irreale, i cartelli stradali, i pali della luce, le particolari architetture, gli oggetti così come le cianfrusaglie, vengono sfruttate dall’interprete per elaborare le sue opere. A catturare è quindi immediatamente il grande livello di immersione dove come soggetti principali l’artista sceglie di adottare i bambini, proprio loro rappresentano il giusto stimolo delle inventive dell’artista, con esse Zacharevic tenta di riconciliarci con la parte più pura di noi stessi, quella intrisa nella fantasia e che muove oggetti e cose, che vede aldilà di un semplice muro ma che piuttosto elabora racconti e giochi sempre differenti offrendo però al contempo, attraverso un forte carico emozionale, quello che è uno spaccato vero della vita Malese.

In un crescendo di consensi unanimi e grazie e soprattutto ad uno stile fortemente caratteristico, con quest’ultimo show Ernest Zacharevic porta in dote un allestimento decisamente variegato direttamente connesso con il lavoro in strada ed inevitabilmente portato a compimento con una serie di opere che vanno a servirsi dei materiali differenti, dal legno alla carte, passando per i disegni su tela e soprattutto una serie di opere ed installazioni site-specific che vanno a ricreare tutto l’intenso rapporto tra la strada e le opere dell’artista in una visione che ha ancora una volta come soggetto principali i bambini ed i loro giochi ed il loro rapporto con la strada e la sua quotidianità.

In attesa di scoprire i prossimi spostamenti dell’artista, come sempre vi diamo modo di dare un occhiata approfondita a quest’ultimo show firmato dall’interprete Lituano, è tutto dopo il salto, scrollate giù e dateci un occhiata mentre per gli amici Spagnoli e per chi si trovasse in zona c’è tempo fino al prossimo 3 di Maggio per andare a vedere da vicino tutto quanto l’allestimento.

Montana Gallery
C/ Comerç nº6
08003 Barcelona

Pics via Street Art News