GORGO

Zosen – New Mural for Festival PopUp!

Nuovo aggiornamento dal Pop Up! Festival di quest’anno, tra gli artisti invitati ritroviamo con piacere anche Zosen, l’interprete ha terminato di realizzare questa bella ed intensa pittura sulla facciata della Cooperativa Agricola La Terra e Il Cielo a Piticchio.

Curato da MAC Manifestazioni Artistiche Contemporanee, il festival, che prende vita all’interno del territorio dei Colli Esini Frassasi, si sviluppa con l’intento di connettere gli artisti stessi con le bellezze paesaggistiche e naturali di questi luoghi. Al tempo stesso c’è la volontà di raccontare il territorio, attraverso un impulso legato alla strada, e con esso riflettere sul valore di questo particolare tipo di arte.

Stiamo seguendo gli sviluppi della rassegna mostrandovi i lavori di alcuni degli artisti, tra realtà italiane ed autori internazionali, che in questi mesi si stanno confrontando con le particolari superfici a disposizione per la realizzazione degli interventi, ultima questa fatica dell’autore Argentino.

L’estetica delle produzioni firmate da Zosen parte anzitutto da una personale fascinazione cromatica. È proprio il colore a rappresentare il principale volano espressivo dal quale prendono forma e sostanza, le tipiche visioni dell’interprete. L’autore lavoro attraverso immagini sciolte, prive di outlines, scandendo grandi e piccoli elementi che vanno a comporre il particolare puzzle stilistico e l’immaginario dell’interprete. Lavorando attraverso una profonda interazione tonale con l’ambiente circostante, le produzioni dell’autore celano al loro interno messaggi differenti. Sta qui la magia dell’opere, nella capacità dell’artista di stimolare spunti e tematiche eterogenee. Gli elementi inondando lo spazio, emergono dallo stesso creando una fitta sequenza scandita da una spontaneità nei contenuti, in quella che diviene una pittura divertente e bizzarra ma al tempo stesso matura e sottile nei temi e negli spunti trattati. Si animano lettere, forme, oggetti, elementi naturali, tutti intrecciati tra di loro, semplici da fruire, ma dal fortissimo impatto all’interno dell’ambiente urbano.

L’opera realizzata da Zosen prende vita direttamente sulla superfice esterna dell’azienda Agricola, struttura questa, prima in Italia ad essere costruita attraverso le tecniche della bioarchitettura e della bioedilizia. L’autore ne prende in prestito i simboli, coprendone la superfice attraverso una fitta matassa di elementi differenti. Tra totem, palme, alberi, frutta, verdura, l’immagine proposta vuole mira ad esprimere l’equilibrio tra l’uomo e la biosfera, tra la terra dove coltiviamo ed il nostro cibo e l’azzurro del cielo dove viviamo.

In attesa di nuovi aggiornamenti dalla bella rassegna, vi lasciamo ad alcuni scatti con i dettagli di quest’ultima fatica realizzata dall’interprete, dateci un occhiata e se volete approfondire, nella nostra sezione, tutti i precedenti interventi fin qui visti.

Thanks to The Festival for The Pics

Zosen – New Mural for Festival PopUp!

Nuovo aggiornamento dal Pop Up! Festival di quest’anno, tra gli artisti invitati ritroviamo con piacere anche Zosen, l’interprete ha terminato di realizzare questa bella ed intensa pittura sulla facciata della Cooperativa Agricola La Terra e Il Cielo a Piticchio.

Curato da MAC Manifestazioni Artistiche Contemporanee, il festival, che prende vita all’interno del territorio dei Colli Esini Frassasi, si sviluppa con l’intento di connettere gli artisti stessi con le bellezze paesaggistiche e naturali di questi luoghi. Al tempo stesso c’è la volontà di raccontare il territorio, attraverso un impulso legato alla strada, e con esso riflettere sul valore di questo particolare tipo di arte.

Stiamo seguendo gli sviluppi della rassegna mostrandovi i lavori di alcuni degli artisti, tra realtà italiane ed autori internazionali, che in questi mesi si stanno confrontando con le particolari superfici a disposizione per la realizzazione degli interventi, ultima questa fatica dell’autore Argentino.

L’estetica delle produzioni firmate da Zosen parte anzitutto da una personale fascinazione cromatica. È proprio il colore a rappresentare il principale volano espressivo dal quale prendono forma e sostanza, le tipiche visioni dell’interprete. L’autore lavoro attraverso immagini sciolte, prive di outlines, scandendo grandi e piccoli elementi che vanno a comporre il particolare puzzle stilistico e l’immaginario dell’interprete. Lavorando attraverso una profonda interazione tonale con l’ambiente circostante, le produzioni dell’autore celano al loro interno messaggi differenti. Sta qui la magia dell’opere, nella capacità dell’artista di stimolare spunti e tematiche eterogenee. Gli elementi inondando lo spazio, emergono dallo stesso creando una fitta sequenza scandita da una spontaneità nei contenuti, in quella che diviene una pittura divertente e bizzarra ma al tempo stesso matura e sottile nei temi e negli spunti trattati. Si animano lettere, forme, oggetti, elementi naturali, tutti intrecciati tra di loro, semplici da fruire, ma dal fortissimo impatto all’interno dell’ambiente urbano.

L’opera realizzata da Zosen prende vita direttamente sulla superfice esterna dell’azienda Agricola, struttura questa, prima in Italia ad essere costruita attraverso le tecniche della bioarchitettura e della bioedilizia. L’autore ne prende in prestito i simboli, coprendone la superfice attraverso una fitta matassa di elementi differenti. Tra totem, palme, alberi, frutta, verdura, l’immagine proposta vuole mira ad esprimere l’equilibrio tra l’uomo e la biosfera, tra la terra dove coltiviamo ed il nostro cibo e l’azzurro del cielo dove viviamo.

In attesa di nuovi aggiornamenti dalla bella rassegna, vi lasciamo ad alcuni scatti con i dettagli di quest’ultima fatica realizzata dall’interprete, dateci un occhiata e se volete approfondire, nella nostra sezione, tutti i precedenti interventi fin qui visti.

Thanks to The Festival for The Pics