GORGO

Zosen and Mina Hamada for Betart Festival in Mallorca

Nuovi aggiornamenti dal duo composto da Zosen e Mina Hamada, in occasione del Betart Festival, i due interpreti proseguono la loro fruttuosa collaborazione artistica andando a trasformare completamente la superfice esterna di questa grande struttura a Maiorca.

Collaborazione tra le più significative in ambito artistico, Zosen e Mina proseguono nel portare avanti un progetto visivo comune. Commutando i rispettivi immaginari ed intersecando quelli che sono gli stimoli personali di due percorsi comunque vicini ed allo stesso differenti, i due interpreti vanno ad innescare un universo a se stante capace puntualmente di sorprenderci ed ammaliarci.

L’intersecarsi di due identità, specialmente quando prolungate nel tempo, si sviluppa attraverso non solo un unione di differenti alfabeti visivi, quanto piuttosto alimentando i punti i comune che si sviluppano per mezzo di un equilibrio sofisticato e sempre ricercato. Partendo da questo stimolo, i due artisti raccolgono la comune forza cromatica presente nei rispettivi immaginari. In questo senso le forme e le figure generate dai due, si sviluppano nello spazio urbano attraverso una esplosione immaginativa capace di commutarsi in funzione degli spazi a disposizione, degli stimoli provenienti dagli stessi, riversati quindi attraverso la peculiare ottica visiva dei due. Attraverso la comune fascinazione per il colore, i due interpreti animano il loro sodalizio attraverso una catarsi visiva che produce elementi astratti e figure sfaccettate, texture, forme organiche, e tutto il calderone di elementi che costituisce trama e spirito stesso delle loro produzioni.

Il risultato finale di questa particolare unione si muove nello spazio urbano attraverso una danza continua, lo spettatore viene investito da stimoli differenti, oggetti, figure ed elementi eterogenei che animano la superfice di lavoro offrendo spunti divergenti, raccogliendo gli stimoli naturali del luogo ad esempio, oppure affrontando temi legati al quotidiano. Il puzzle sfaccettato generato dai due autori riesce ad offrire puntualmente una lettura differente, spinge lo spettatore ad osservare più e più volte ciò che ha di fronte in cerca di una chiave di lettura nuova.

Quest’ultimo intervento realizzato nella bella isola spagnola, vede Zosen e Mina Hamada raccogliere appieno questo stimoli. Ancora una volta i due artisti si confrontano con una superfice in total white, background ideale per alimentare i loro particolari elementi, generando una nuova ed esaltante trama pittorica.

Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una corposa serie di scatti ed al bel video con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti sul lavoro dei due autori.

Thanks to The Artists for The Pics

Zosen and Mina Hamada for Betart Festival in Mallorca

Nuovi aggiornamenti dal duo composto da Zosen e Mina Hamada, in occasione del Betart Festival, i due interpreti proseguono la loro fruttuosa collaborazione artistica andando a trasformare completamente la superfice esterna di questa grande struttura a Maiorca.

Collaborazione tra le più significative in ambito artistico, Zosen e Mina proseguono nel portare avanti un progetto visivo comune. Commutando i rispettivi immaginari ed intersecando quelli che sono gli stimoli personali di due percorsi comunque vicini ed allo stesso differenti, i due interpreti vanno ad innescare un universo a se stante capace puntualmente di sorprenderci ed ammaliarci.

L’intersecarsi di due identità, specialmente quando prolungate nel tempo, si sviluppa attraverso non solo un unione di differenti alfabeti visivi, quanto piuttosto alimentando i punti i comune che si sviluppano per mezzo di un equilibrio sofisticato e sempre ricercato. Partendo da questo stimolo, i due artisti raccolgono la comune forza cromatica presente nei rispettivi immaginari. In questo senso le forme e le figure generate dai due, si sviluppano nello spazio urbano attraverso una esplosione immaginativa capace di commutarsi in funzione degli spazi a disposizione, degli stimoli provenienti dagli stessi, riversati quindi attraverso la peculiare ottica visiva dei due. Attraverso la comune fascinazione per il colore, i due interpreti animano il loro sodalizio attraverso una catarsi visiva che produce elementi astratti e figure sfaccettate, texture, forme organiche, e tutto il calderone di elementi che costituisce trama e spirito stesso delle loro produzioni.

Il risultato finale di questa particolare unione si muove nello spazio urbano attraverso una danza continua, lo spettatore viene investito da stimoli differenti, oggetti, figure ed elementi eterogenei che animano la superfice di lavoro offrendo spunti divergenti, raccogliendo gli stimoli naturali del luogo ad esempio, oppure affrontando temi legati al quotidiano. Il puzzle sfaccettato generato dai due autori riesce ad offrire puntualmente una lettura differente, spinge lo spettatore ad osservare più e più volte ciò che ha di fronte in cerca di una chiave di lettura nuova.

Quest’ultimo intervento realizzato nella bella isola spagnola, vede Zosen e Mina Hamada raccogliere appieno questo stimoli. Ancora una volta i due artisti si confrontano con una superfice in total white, background ideale per alimentare i loro particolari elementi, generando una nuova ed esaltante trama pittorica.

Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto ad una corposa serie di scatti ed al bel video con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti sul lavoro dei due autori.

Thanks to The Artists for The Pics