fbpx
GORGO

Xabier XTRM – “Eter” New Mural in Villabona

A distanza di parecchio tempo torniamo ad approfondire il lavoro di Xabier XTRM, l’interprete Spagnolo torna al lavoro con un nuovo intervento caratterizzato dal consueto e peculiare approccio stilistico ma sopratutto da una insolita impronta figurativa.

Abbiamo sempre apprezzato la particolare impronta visiva che caratterizza il lavoro di Xabier XTRM, come spesso abbiamo avuto modo di vedere l’interprete ha sviluppato un proprio percorso stilistico atipico che trova nell’utilizzo della pittura e di una forte direzione installativa la sua perfetta alchimia. Nelle opere dell’artista assistiamo quindi ad un bilanciamento di due approccio differenti dove tavolozze cromatiche intense e caratteristiche incontrano nel loro percorso, andando addirittura ad essere delineate dalle stesse, una serie di filamenti o vere e proprio strutture in legno. Questa precisa prerogativa di lavoro ha in sé tutto il carattere di un approccio profondo e sfaccettato, l’opportunità di poter toccare con mano e seguire gli sviluppi delle forme, delle linee tracciate che delimitano le varie sezioni delle composizioni, si muove attraverso una danza che unisce fasi di colore, in cui la pittura letteralmente suggerisce una discesa, ed altre in cui i materiali invece suggeriscono un emersione dei lavori. I soggetti dei lavori dello Spagnolo sono spesso forme od astrazioni differenti in cui elementi conosciuti, tra cui è emblematico l’utilizzo della chiave, si uniscono a concentrazioni cromatiche più intense e maggiormente caratterizzate da un impianto viscerale, emotivo e di conseguenza istintivo che anche per quanto concerne il filone delle installazioni prosegue il suo dialogo forte e serrato con lo spettatore. Il carattere dei colori scelti, sempre piuttosto intensi, caldi ed alimentati da una continua volontà di miscelare tinte differenti, rivela tutta l’emotività di un percorso che non smette di scavare nelle viscere più intense, nelle percezioni e negli stati d’animo dello stesso artista, rivelando e contaminando in questo modo l’emotività di chi ci si ritrova ad osservarle.

Partendo da quelle che sono quindi le basi di lavoro di Xabier XTRM ritroviamo dopo veramente diverso tempo un opera prettamente figurativa, l’impatto con quest’ultimo intervento dell’interprete, che come suggerisce il nome stesso “Eter” potrebbe trattarsi di una sorta di ritratto, vede l’artista impegnarsi in un lavoro che vede la riproduzione del volto di una donna. Alimentato come sempre da tonalità piuttosto dolci e delicate, la pittura mostra la consueta e perfetta simbiosi tra elementi pittorici ed installativi, ancora una volta le corde ed i filamenti rivelano e tracciano le varie sezioni del colore scelto, mettendo in particolare l’accento sulla parte centrale del volto andando in questo modo a formare una sorta di figura centrale che, grazie alle particolare pressione cromatica, letteralmente si stacca dal corpo della donna per emerge in tutta la sua chiave astratta. Il risultato finale di quest’ultima fatica porta quindi il lavoro nuovamente verso una chiave di lettura facilmente assimilabile e sopratutto rivela la volontà di una ricerca che possa toccare anche nuovi tasti ed elementi visivi nuovi e differenti, insomma a noi ci ha parecchio coinvolto.

In attesa di scoprire se l’artista darà seguito a questo suo percorso vi lasciamo alle belle immagini in calce, dateci un occhiata per apprezzare tutti i dettagli di questo nuovo intervento, siamo certi che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics by The Artist

Xabier XTRM – “Eter” New Mural in Villabona

A distanza di parecchio tempo torniamo ad approfondire il lavoro di Xabier XTRM, l’interprete Spagnolo torna al lavoro con un nuovo intervento caratterizzato dal consueto e peculiare approccio stilistico ma sopratutto da una insolita impronta figurativa.

Abbiamo sempre apprezzato la particolare impronta visiva che caratterizza il lavoro di Xabier XTRM, come spesso abbiamo avuto modo di vedere l’interprete ha sviluppato un proprio percorso stilistico atipico che trova nell’utilizzo della pittura e di una forte direzione installativa la sua perfetta alchimia. Nelle opere dell’artista assistiamo quindi ad un bilanciamento di due approccio differenti dove tavolozze cromatiche intense e caratteristiche incontrano nel loro percorso, andando addirittura ad essere delineate dalle stesse, una serie di filamenti o vere e proprio strutture in legno. Questa precisa prerogativa di lavoro ha in sé tutto il carattere di un approccio profondo e sfaccettato, l’opportunità di poter toccare con mano e seguire gli sviluppi delle forme, delle linee tracciate che delimitano le varie sezioni delle composizioni, si muove attraverso una danza che unisce fasi di colore, in cui la pittura letteralmente suggerisce una discesa, ed altre in cui i materiali invece suggeriscono un emersione dei lavori. I soggetti dei lavori dello Spagnolo sono spesso forme od astrazioni differenti in cui elementi conosciuti, tra cui è emblematico l’utilizzo della chiave, si uniscono a concentrazioni cromatiche più intense e maggiormente caratterizzate da un impianto viscerale, emotivo e di conseguenza istintivo che anche per quanto concerne il filone delle installazioni prosegue il suo dialogo forte e serrato con lo spettatore. Il carattere dei colori scelti, sempre piuttosto intensi, caldi ed alimentati da una continua volontà di miscelare tinte differenti, rivela tutta l’emotività di un percorso che non smette di scavare nelle viscere più intense, nelle percezioni e negli stati d’animo dello stesso artista, rivelando e contaminando in questo modo l’emotività di chi ci si ritrova ad osservarle.

Partendo da quelle che sono quindi le basi di lavoro di Xabier XTRM ritroviamo dopo veramente diverso tempo un opera prettamente figurativa, l’impatto con quest’ultimo intervento dell’interprete, che come suggerisce il nome stesso “Eter” potrebbe trattarsi di una sorta di ritratto, vede l’artista impegnarsi in un lavoro che vede la riproduzione del volto di una donna. Alimentato come sempre da tonalità piuttosto dolci e delicate, la pittura mostra la consueta e perfetta simbiosi tra elementi pittorici ed installativi, ancora una volta le corde ed i filamenti rivelano e tracciano le varie sezioni del colore scelto, mettendo in particolare l’accento sulla parte centrale del volto andando in questo modo a formare una sorta di figura centrale che, grazie alle particolare pressione cromatica, letteralmente si stacca dal corpo della donna per emerge in tutta la sua chiave astratta. Il risultato finale di quest’ultima fatica porta quindi il lavoro nuovamente verso una chiave di lettura facilmente assimilabile e sopratutto rivela la volontà di una ricerca che possa toccare anche nuovi tasti ed elementi visivi nuovi e differenti, insomma a noi ci ha parecchio coinvolto.

In attesa di scoprire se l’artista darà seguito a questo suo percorso vi lasciamo alle belle immagini in calce, dateci un occhiata per apprezzare tutti i dettagli di questo nuovo intervento, siamo certi che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics by The Artist