fbpx
GORGO

Twoone – New mural for Re.Discover Festival

Ci spostiamo a Bunbury in Australia, qui in occasione dei lavori per il Re.Discover Festival, ritroviamo Twoone. L’artista Giapponese ha infatti da poco terminato di dipingere un nuovo lavoro sulla grande superfice di questa struttura.

Il percorso stilistico di Twoone ci ha sempre incuriosito grazie ad un stile particolarmente intenso e soprattutto ai temi che l’artista stesso sceglie di portare avanti attraverso il proprio operato, come abbiamo avuto modo di vedere l’operato dell’interprete poggia le sue basi su una tematica personale e fortemente intrisa di simboli ed elementi che richiamano il mistico e che tentano di conciliare in un unico calderone la sacralità e la purezza del mondo animale con lo spiritualità dell’uomo. In questo contesto non stupisce quindi la scelta di Hiroyasu di concentrare spesso il proprio lavoro sulla figura del teschio sulla quale gravita una grande parte del suo repertorio artistico, la sensazione è proprio quello di un congiungimento sacrale tra due mondi distanti, quasi un battesimo mistico che viene accompagnato da un idea e una percezione onirica dei simboli legati alle maschere, agli animali, che entrano in contatto riversando ed amplificando tutto il carattere la forte riflessione che i lavoro dell’interprete riescono a suggerire. L’idea dell’artista è infatti quella di far compiere allo spettatore una sorta di viaggio interiore, un confronto vero e proprio con i demoni interiori che ci affliggono per mezzo di un tratto atto proprio ad alimentare questa forte sensazione introspettiva. La pittura di Twoone risulta infatti profonda ed incisiva, con le tinte e le differenti variazioni cromatiche si fanno incisive, ma lascia anche un impressione di emozione suggerendo una danza tra colori più forti ed altri più spenti, unificando un tratto prettamente figurativo ad elementi astratti con le figure dell’uomo e della donna intrecciate all’interno di volti, corpi e maschere di animali ed intervallati da configurazioni tipicamente astratte.

Questa ultima fatica raccoglie appieno gli stimoli del lavoro di Twoone, per la rassegna l’autore realizza infatti il volto di un volatile. La figura si estende sulla porzione sinistra della parete, andando letteralmente ad emergere attraverso l’utilizzo di intensi colori, texture e repenti cambi cromatici, accompagnati infine da un tratto spontaneo e ruvido. Molto bello.

In calce al nostro testo come sempre potete trovare una ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima pittura, dateci un occhiata, e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’autore.

Pics via Street Art News

Twoone – New mural for Re.Discover Festival

Ci spostiamo a Bunbury in Australia, qui in occasione dei lavori per il Re.Discover Festival, ritroviamo Twoone. L’artista Giapponese ha infatti da poco terminato di dipingere un nuovo lavoro sulla grande superfice di questa struttura.

Il percorso stilistico di Twoone ci ha sempre incuriosito grazie ad un stile particolarmente intenso e soprattutto ai temi che l’artista stesso sceglie di portare avanti attraverso il proprio operato, come abbiamo avuto modo di vedere l’operato dell’interprete poggia le sue basi su una tematica personale e fortemente intrisa di simboli ed elementi che richiamano il mistico e che tentano di conciliare in un unico calderone la sacralità e la purezza del mondo animale con lo spiritualità dell’uomo. In questo contesto non stupisce quindi la scelta di Hiroyasu di concentrare spesso il proprio lavoro sulla figura del teschio sulla quale gravita una grande parte del suo repertorio artistico, la sensazione è proprio quello di un congiungimento sacrale tra due mondi distanti, quasi un battesimo mistico che viene accompagnato da un idea e una percezione onirica dei simboli legati alle maschere, agli animali, che entrano in contatto riversando ed amplificando tutto il carattere la forte riflessione che i lavoro dell’interprete riescono a suggerire. L’idea dell’artista è infatti quella di far compiere allo spettatore una sorta di viaggio interiore, un confronto vero e proprio con i demoni interiori che ci affliggono per mezzo di un tratto atto proprio ad alimentare questa forte sensazione introspettiva. La pittura di Twoone risulta infatti profonda ed incisiva, con le tinte e le differenti variazioni cromatiche si fanno incisive, ma lascia anche un impressione di emozione suggerendo una danza tra colori più forti ed altri più spenti, unificando un tratto prettamente figurativo ad elementi astratti con le figure dell’uomo e della donna intrecciate all’interno di volti, corpi e maschere di animali ed intervallati da configurazioni tipicamente astratte.

Questa ultima fatica raccoglie appieno gli stimoli del lavoro di Twoone, per la rassegna l’autore realizza infatti il volto di un volatile. La figura si estende sulla porzione sinistra della parete, andando letteralmente ad emergere attraverso l’utilizzo di intensi colori, texture e repenti cambi cromatici, accompagnati infine da un tratto spontaneo e ruvido. Molto bello.

In calce al nostro testo come sempre potete trovare una ricca serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima pittura, dateci un occhiata, e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’autore.

Pics via Street Art News