fbpx
GORGO

Twoone – “Define Nothing” at Backwoods Gallery

A distanza di due mesi dalla chiusura dello show, Twoone ha deciso di mostrarci il lavoro portato avanti all’interno della Backwoods Gallery di Collingwood – Melbourne in Australia, e non potevamo che esserne entusiasti.

Dotato di uno stile assolutamente proprio Twoone porta avanti tematiche forti e simbolismi al limite del mistico, al centro del suo operato risiede la figura del teschio, sviscerata attraverso una forte sacralità e accompagnata dall’idea e della percezione onirica delle maschere con un particolare predilezione per quelle animali. Twoone nel suo lavoro sviscera queste tematiche concedendo allo spettatore l’opportunità di affrontare i propri demoni interiori, il tratto è delicato ma le spruzzate ed i colori si fanno forti incisivi come lame, in un continuo giocare tra controparti scure e colorate.

Per “Define Nothing” Klone porta nell’allestimento tutta la sua magia collegandoci profondamente con il proprio immaginario, tra sculture, tele e disegni l’artista si è dedicato ad un interessante live painting accompagnato dal Butoh Dancer di Shiro che come da tradizione per questa forma di danza ha messo in scena uno spettacolo unico, corpo dipinto, smorfie grottesche direttamente ispirate al teatro tradizionale giapponese unite con l’alternarsi di movimenti lenti ed ipnotici con convulsioni e spostamenti frenetici, il tutto intersecandosi profondamente con le opere in mostra.

Un occasione unica di vedere da vicino l’operato di Twoone, uno degli artisti più eclettici e che maggiormente ci appassionano, vi lasciamo in compagnia del breve recap e del bel video con l’artista atto a dipingere la parete della galleria, dateci un occhiata siamo sicuri che apprezzerete.

Twoone – “Define Nothing” at Backwoods Gallery

A distanza di due mesi dalla chiusura dello show, Twoone ha deciso di mostrarci il lavoro portato avanti all’interno della Backwoods Gallery di Collingwood – Melbourne in Australia, e non potevamo che esserne entusiasti.

Dotato di uno stile assolutamente proprio Twoone porta avanti tematiche forti e simbolismi al limite del mistico, al centro del suo operato risiede la figura del teschio, sviscerata attraverso una forte sacralità e accompagnata dall’idea e della percezione onirica delle maschere con un particolare predilezione per quelle animali. Twoone nel suo lavoro sviscera queste tematiche concedendo allo spettatore l’opportunità di affrontare i propri demoni interiori, il tratto è delicato ma le spruzzate ed i colori si fanno forti incisivi come lame, in un continuo giocare tra controparti scure e colorate.

Per “Define Nothing” Klone porta nell’allestimento tutta la sua magia collegandoci profondamente con il proprio immaginario, tra sculture, tele e disegni l’artista si è dedicato ad un interessante live painting accompagnato dal Butoh Dancer di Shiro che come da tradizione per questa forma di danza ha messo in scena uno spettacolo unico, corpo dipinto, smorfie grottesche direttamente ispirate al teatro tradizionale giapponese unite con l’alternarsi di movimenti lenti ed ipnotici con convulsioni e spostamenti frenetici, il tutto intersecandosi profondamente con le opere in mostra.

Un occasione unica di vedere da vicino l’operato di Twoone, uno degli artisti più eclettici e che maggiormente ci appassionano, vi lasciamo in compagnia del breve recap e del bel video con l’artista atto a dipingere la parete della galleria, dateci un occhiata siamo sicuri che apprezzerete.