GORGO

Tellas – New Mural in Katowice, Poland

Katowice vero centro dell’arte urbana in queste settimane, anche Tellas si trova nella città polacca dove ha da poco terminato un altra delle sue figure ed ancora una volta c’è da rimanere basiti di fronte al risultato finale.

Instancabile il lavoro di evoluzione che Tellas sta apportando ai suoi pezzi, c’è sempre qualcosa da osservare, un nuovo dettaglio, un nuovo plasma dal quale riesce a far emergere le sue gigantesche figure, questa volta l’artista ha preso possesso di questa parete rettangolare, se vi aspettavate il consueto groviglio di foglie o texture vi siete sbagliati. Tellas ci stupisce allestendo un immagine nuova completamente ricamata sulla superficie della parete, una serie senza termine di colpi di mano, una matassa di bianco all’interno della quale perdersi, sembrano quasi colpi di matita appuntati velocemente su uno sketchbook, pure istinto che si traduce in un risultato finale a dir poco elettrizzante.

Prendetevi cinque minuti, scrollate la galleria, lasciatevi rapire dalle infinite pennellate apportate dall’artista, rimanete seduti comodi a vedere da vicino quanto di buono portato a termine dal grande interprete e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

Thanks to The Artist for The Pics

Tellas – New Mural in Katowice, Poland

Katowice vero centro dell’arte urbana in queste settimane, anche Tellas si trova nella città polacca dove ha da poco terminato un altra delle sue figure ed ancora una volta c’è da rimanere basiti di fronte al risultato finale.

Instancabile il lavoro di evoluzione che Tellas sta apportando ai suoi pezzi, c’è sempre qualcosa da osservare, un nuovo dettaglio, un nuovo plasma dal quale riesce a far emergere le sue gigantesche figure, questa volta l’artista ha preso possesso di questa parete rettangolare, se vi aspettavate il consueto groviglio di foglie o texture vi siete sbagliati. Tellas ci stupisce allestendo un immagine nuova completamente ricamata sulla superficie della parete, una serie senza termine di colpi di mano, una matassa di bianco all’interno della quale perdersi, sembrano quasi colpi di matita appuntati velocemente su uno sketchbook, pure istinto che si traduce in un risultato finale a dir poco elettrizzante.

Prendetevi cinque minuti, scrollate la galleria, lasciatevi rapire dalle infinite pennellate apportate dall’artista, rimanete seduti comodi a vedere da vicino quanto di buono portato a termine dal grande interprete e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

Thanks to The Artist for The Pics