fbpx
GORGO

Suso33 – New Awesome Mural in Madrid, Spain

Continuiamo a seguire gli sviluppi dei lavori a Madrid che vive in questi giorni di una intensa attenzione da parte della scena locale e non con una serie di interventi che stanno catalizzando fortemente la nostra attenzione, dopo il bel lavoro di E1000 (qui) andiamo a dare un occhiata da vicino all’ultima magia di Suso33.

Osservando il lavoro di Suso33 emerge la forte volontà dell’artista di proporre attraverso il proprio immaginario, una personale visione della natura umana e della fisionomia dell’uomo. Passato per differenti sperimentazioni visive l’interprete sembra aver trovato la giusta alchimia affidandosi non ad una riproduzione realistica ed inondando lo spazio con dettagli e tratti del corpo, preferendo piuttosto abbinare la sua poetica visiva ad una gestualità immediata e piuttosto pulita, attraverso il tratteggio di poche linee l’artista spagnolo delimita cosi la forma desiderata calando ogni singola sezione all’interno di un puzzle ragionato fino a far emerge la personale figura. Attraverso questa affinità per il ‘less is better’ Suso33 esibisce così quelle che sono delle vere e proprie ombre di uomini ed aprendo una profonda riflessione sulla condizione umana mostrandoci la sua personale percezione dell’uomo. Dai lavori dell’interprete emerge così una spaccato duro, le figure sono tutte uguali, repliche su repliche che si muovono in simbiosi ed affidando di fatto le loro scelte alla massa, un istantanea della controversa situazione attuale, dove lo spregiudicato consumismo e l’influenza della società ci ha reso capre e vittime di un sistema congeniato e ricamato sulle nostre tasche ed i nostri soldi.

Per questa parete madrilena l’artista gioca in casa elaborando su questo grande spazio un intensa figura a mezzo busto di un uomo, attraverso il suo canonico stile l’interprete spagnolo escogita il consueto archetipo, spazio quindi nuovamente alla serie ombre nere che avvicinandosi tra loro danno vita ai lineamenti ed al corpo del soggetto.
Potete darci un occhiata al meglio attraverso la bella sequenza di scatti dopo il salto tra cui le belle immagini al crepuscolo che alimentano tutto l’impatto di un opera del genere, è tutto vostro.

Pics by Vandalvoyeur

Suso33 – New Awesome Mural in Madrid, Spain

Continuiamo a seguire gli sviluppi dei lavori a Madrid che vive in questi giorni di una intensa attenzione da parte della scena locale e non con una serie di interventi che stanno catalizzando fortemente la nostra attenzione, dopo il bel lavoro di E1000 (qui) andiamo a dare un occhiata da vicino all’ultima magia di Suso33.

Osservando il lavoro di Suso33 emerge la forte volontà dell’artista di proporre attraverso il proprio immaginario, una personale visione della natura umana e della fisionomia dell’uomo. Passato per differenti sperimentazioni visive l’interprete sembra aver trovato la giusta alchimia affidandosi non ad una riproduzione realistica ed inondando lo spazio con dettagli e tratti del corpo, preferendo piuttosto abbinare la sua poetica visiva ad una gestualità immediata e piuttosto pulita, attraverso il tratteggio di poche linee l’artista spagnolo delimita cosi la forma desiderata calando ogni singola sezione all’interno di un puzzle ragionato fino a far emerge la personale figura. Attraverso questa affinità per il ‘less is better’ Suso33 esibisce così quelle che sono delle vere e proprie ombre di uomini ed aprendo una profonda riflessione sulla condizione umana mostrandoci la sua personale percezione dell’uomo. Dai lavori dell’interprete emerge così una spaccato duro, le figure sono tutte uguali, repliche su repliche che si muovono in simbiosi ed affidando di fatto le loro scelte alla massa, un istantanea della controversa situazione attuale, dove lo spregiudicato consumismo e l’influenza della società ci ha reso capre e vittime di un sistema congeniato e ricamato sulle nostre tasche ed i nostri soldi.

Per questa parete madrilena l’artista gioca in casa elaborando su questo grande spazio un intensa figura a mezzo busto di un uomo, attraverso il suo canonico stile l’interprete spagnolo escogita il consueto archetipo, spazio quindi nuovamente alla serie ombre nere che avvicinandosi tra loro danno vita ai lineamenti ed al corpo del soggetto.
Potete darci un occhiata al meglio attraverso la bella sequenza di scatti dopo il salto tra cui le belle immagini al crepuscolo che alimentano tutto l’impatto di un opera del genere, è tutto vostro.

Pics by Vandalvoyeur