GORGO

Spogo – New Mural for OpenWalls Barcelona

Torniamo con piacere ad approfondire i lavori per l’ottima OpenWalls Conference di Barcellona, tra gli ospiti anche Spogo che ha da poco terminato di dipingere questa nuova e bella parete portando in dote tutto il suo particolare approccio.

Il progetto di Barcellona è quindi l’occasione per noi per tornare ad approfondire le dinamiche del lavoro dell’interprete a distanza di parecchio tempo. Abituati a vedere l’autore inserirsi all’interno di strutture architettoniche e spot abbandonati, con questa sua partecipazione al progetto Spagnolo abbiamo la possibilità di vedere l’interprete alle prese con uno spazio pubblico.

Il particolare approccio stilistico di Spogo è la diretta conseguenza della personale ricerca stilistica dell’interprete. Partito con rappresentazioni a carattere naturale, con forme arrotondate e decisamente più ‘molli’ e miscelate per mezzo di una completa eliminazione delle outlines, l’artista ha poi sviluppato la propria personale ricerca lasciandosi andare agli stimoli personali coadiuvati dai colori. La pittura dell’autore è quindi anzitutto diametralmente legata alle sensazioni del momento in funzione di una personale simbiosi con gli spazi, con le sensazioni e gli stati d’animo che gli stessi riescono ad evocare. Da questo piglio emerge un impulso astratto costruito attraverso l’elaborazione e l’intersecarsi di figure differenti. L’interprete si serve di quadrati, rettangoli, soprattutto cerchi, alimentati da textures ed effetti ottici di profondità e tridimensionalità atti a stravolgere e cambiare completamente l’aspetto finale degli spazi di lavoro. La palette cromatica scelta, entra in gioco attraverso una campionatura dell’ambiente circostante, in modo tale da essere in completa armonia con quest’ultimo, al tempo stesso gli elementi proposti gravitano sulla superfice generando effetti ottici per una lettura criptica ed articolata attraverso forme e visioni differenti.

Per il bel progetto catalano, Spogo ha a disposizione l’intera facciata di questa grande struttura, l’interprete va quindi a realizzare una delle sue iconiche immagini generando lavorando in particolare attraverso grandi e spessi blocchi cromatici, nella parte superiore della superfice, contrapposti ad elementi di dimensioni minore e maggiore instabili in quella inferiore, il tutto infine legata da una comune influenza cromatica e da textures ed intrecci differenti.

Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo potete apprezzare una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete.

Thanks to The Artist for The Pics

Spogo – New Mural for OpenWalls Barcelona

Torniamo con piacere ad approfondire i lavori per l’ottima OpenWalls Conference di Barcellona, tra gli ospiti anche Spogo che ha da poco terminato di dipingere questa nuova e bella parete portando in dote tutto il suo particolare approccio.

Il progetto di Barcellona è quindi l’occasione per noi per tornare ad approfondire le dinamiche del lavoro dell’interprete a distanza di parecchio tempo. Abituati a vedere l’autore inserirsi all’interno di strutture architettoniche e spot abbandonati, con questa sua partecipazione al progetto Spagnolo abbiamo la possibilità di vedere l’interprete alle prese con uno spazio pubblico.

Il particolare approccio stilistico di Spogo è la diretta conseguenza della personale ricerca stilistica dell’interprete. Partito con rappresentazioni a carattere naturale, con forme arrotondate e decisamente più ‘molli’ e miscelate per mezzo di una completa eliminazione delle outlines, l’artista ha poi sviluppato la propria personale ricerca lasciandosi andare agli stimoli personali coadiuvati dai colori. La pittura dell’autore è quindi anzitutto diametralmente legata alle sensazioni del momento in funzione di una personale simbiosi con gli spazi, con le sensazioni e gli stati d’animo che gli stessi riescono ad evocare. Da questo piglio emerge un impulso astratto costruito attraverso l’elaborazione e l’intersecarsi di figure differenti. L’interprete si serve di quadrati, rettangoli, soprattutto cerchi, alimentati da textures ed effetti ottici di profondità e tridimensionalità atti a stravolgere e cambiare completamente l’aspetto finale degli spazi di lavoro. La palette cromatica scelta, entra in gioco attraverso una campionatura dell’ambiente circostante, in modo tale da essere in completa armonia con quest’ultimo, al tempo stesso gli elementi proposti gravitano sulla superfice generando effetti ottici per una lettura criptica ed articolata attraverso forme e visioni differenti.

Per il bel progetto catalano, Spogo ha a disposizione l’intera facciata di questa grande struttura, l’interprete va quindi a realizzare una delle sue iconiche immagini generando lavorando in particolare attraverso grandi e spessi blocchi cromatici, nella parte superiore della superfice, contrapposti ad elementi di dimensioni minore e maggiore instabili in quella inferiore, il tutto infine legata da una comune influenza cromatica e da textures ed intrecci differenti.

Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo potete apprezzare una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete.

Thanks to The Artist for The Pics