fbpx
GORGO

Smithe x Seher – New Pieces at Bien Urbain Festival 2013

A distanza di tempo torniamo a parlarvi dell’eccellente Bien Urbain Festival 2013, il festival quest’anno ha veramente fatto le cose in grande ospitando artisti quotati da tutte le parti del globo, tra gli artisti partecipanti troviamo Smithe e Seher che non hanno affatto sfigurato, anzi i due unendo gli sforzi hanno dato vita ad uno degli interventi a nostro avviso più riusciti di tutta la rassegna di Besançon.

Nonostante le difficoltà climatica con una due giorni di pioggia che ha in parte minato il lavoro e la pittura dei due interprete, la combinazione portata a termine per il festival rappresenta una delle meglio assortite, entrambi gli artisti portano avanti un immaginario decisamente caratteristico che fa dell’indole illustrativa il suo principale punto di forza ed efficacia. Smithe e Seher hanno così a disposizione due distinte e limitrofe pareti facenti parti dello stesso stabile, i due artisti decidono per una interazione massima sia in termini cromatici sia in termini tematici capovolgendo uno nella propria parete il disegno dell’altro. L’immagine scelta è quindi la stessa – una braccio alzato sui cui si avviluppa un serpente – ma viene rappresentata attraverso i due differenti stili degli artisti e soprattutto attraverso una precisa componente cromatica, il verde a sinistra per Smithe ed il rosso sangue per Seher nella parte opposta. In quest’ultima sezione la mano risulta di un rosso vivo a differenza del serpente di cui invece rimane unicamente la carcassa, nell’angolo opposto invece osserviamo come la mano abbia un aspetto fantascientifico con i tratti di un braccio meccanico sul quale si stringe il percorso di un serpente in questo caso vivo e vegeto.

Il risultato finale è un lavoro corale assolutamente riuscito, ricco di dettagli e di spunti e che potete apprezzare al meglio attraverso l’ampia e fitta galleria di immagini in calce con le fasi di lavorazione dell’opera e dell’eccellente risultato finale, enjoy it.

In our European trip I had the pleasure of working once again with my good friend Smithe, this time within the Well Urbain Festival held in Besancon France, was a big challenge this wall as due to the weather we had a few days to paint taking in mind that the rain will delete 2 times the mural, we could still go ahead, and enjoy a few days in the city. share with you some pictures of the process and some of what we could see.
Infinite thanks to David and all his great team, for the great hospitality and good treatment. To my fellow travelers and Ahmed Smithe Baptist, for all the laughs, food and good times. Greetings to all.

Pics by The Artist

Smithe x Seher – New Pieces at Bien Urbain Festival 2013

A distanza di tempo torniamo a parlarvi dell’eccellente Bien Urbain Festival 2013, il festival quest’anno ha veramente fatto le cose in grande ospitando artisti quotati da tutte le parti del globo, tra gli artisti partecipanti troviamo Smithe e Seher che non hanno affatto sfigurato, anzi i due unendo gli sforzi hanno dato vita ad uno degli interventi a nostro avviso più riusciti di tutta la rassegna di Besançon.

Nonostante le difficoltà climatica con una due giorni di pioggia che ha in parte minato il lavoro e la pittura dei due interprete, la combinazione portata a termine per il festival rappresenta una delle meglio assortite, entrambi gli artisti portano avanti un immaginario decisamente caratteristico che fa dell’indole illustrativa il suo principale punto di forza ed efficacia. Smithe e Seher hanno così a disposizione due distinte e limitrofe pareti facenti parti dello stesso stabile, i due artisti decidono per una interazione massima sia in termini cromatici sia in termini tematici capovolgendo uno nella propria parete il disegno dell’altro. L’immagine scelta è quindi la stessa – una braccio alzato sui cui si avviluppa un serpente – ma viene rappresentata attraverso i due differenti stili degli artisti e soprattutto attraverso una precisa componente cromatica, il verde a sinistra per Smithe ed il rosso sangue per Seher nella parte opposta. In quest’ultima sezione la mano risulta di un rosso vivo a differenza del serpente di cui invece rimane unicamente la carcassa, nell’angolo opposto invece osserviamo come la mano abbia un aspetto fantascientifico con i tratti di un braccio meccanico sul quale si stringe il percorso di un serpente in questo caso vivo e vegeto.

Il risultato finale è un lavoro corale assolutamente riuscito, ricco di dettagli e di spunti e che potete apprezzare al meglio attraverso l’ampia e fitta galleria di immagini in calce con le fasi di lavorazione dell’opera e dell’eccellente risultato finale, enjoy it.

In our European trip I had the pleasure of working once again with my good friend Smithe, this time within the Well Urbain Festival held in Besancon France, was a big challenge this wall as due to the weather we had a few days to paint taking in mind that the rain will delete 2 times the mural, we could still go ahead, and enjoy a few days in the city. share with you some pictures of the process and some of what we could see.
Infinite thanks to David and all his great team, for the great hospitality and good treatment. To my fellow travelers and Ahmed Smithe Baptist, for all the laughs, food and good times. Greetings to all.

Pics by The Artist