GORGO

SBAGLIATO – “Dinamico” New Piece in Rome

Dopo qualche mese di pausa tornano i ragazzi di SBAGLIATO con una nuova ed interessante opera con la quale proseguono il loro personale percorso di sperimentazioni visiva arrivando ad un nuovo ed interessante approdo tematico.

Quello che ha sempre caratterizzato il lavoro dei SBAGLIATO è la costante e personale visione della strada, gli artisti vedono oltre il mero aspetto reale del tessuto urbano piuttosto ne travalicano l’apparenza esteriore per inserire al suo interno il proprio e personale immaginario, fanno la loro apparizione così finestre e serramenti, porticine, piccole fessure e finestre, balconi, tutte rigorosamente reali eppure al contempo così effimere, in balia del tempo, sono un inganno per gli occhi, un gioco tra gli artisti e lo spettatore che si ritrova ad osservare frastornato dalla realtà propostagli, smarrimento negli occhi e poi il sorriso di ha capito, di ha scoperto la verità ed affascinato la porta con sé.

Con il tempo gli artisti hanno saputo rendere al pari del reale le loro installazioni proseguendo una ricerca visiva mano a mano sempre più dettagliata e complessa, cimentandosi con spazi decisamente impegnativi e realizzando grandissime opera dall’impatto visivo assolutamente esplosivo, ora a distanza di veramente parecchio tempo, gli SBAGLIATO tornano al lavoro e sembrano voler concentrare i propri sforzi su un nuovo elemento, più concettuale, che possa essere adeguatamente supportato dalle immagini e con esse veicolare un idea ed un concetto.

Nasce così “Dinamico” un lavoro nuovo, complesso nella sua tematica cardine con gli interpreti alla prese con una simulazione di movimento attuata attraverso l’installazione di una serie di forature in calcestruzzo intelligentemente inserite attraverso direzioni differenti. La parete viene così completamente trasformata, assistiamo ad un aumento vertiginoso della profondità con la parete che mano a mano trasla il proprio spazio, un moto continuo in cui al contempo veniamo calamitati al interno accolti dalla fessure, e completamente in balia della visione degli artisti.

Vi lasciamo alle immagini, scrollate giù dopo il salto una bella serie di scatti con l’opera nel dettaglio dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi e succosi aggiornamenti da parte degli artisti qui sul Gorgo.

Thanks to The Artist for The Pics
Pics by TheBlindEyeFactory

SBAGLIATO – “Dinamico” New Piece in Rome

Dopo qualche mese di pausa tornano i ragazzi di SBAGLIATO con una nuova ed interessante opera con la quale proseguono il loro personale percorso di sperimentazioni visiva arrivando ad un nuovo ed interessante approdo tematico.

Quello che ha sempre caratterizzato il lavoro dei SBAGLIATO è la costante e personale visione della strada, gli artisti vedono oltre il mero aspetto reale del tessuto urbano piuttosto ne travalicano l’apparenza esteriore per inserire al suo interno il proprio e personale immaginario, fanno la loro apparizione così finestre e serramenti, porticine, piccole fessure e finestre, balconi, tutte rigorosamente reali eppure al contempo così effimere, in balia del tempo, sono un inganno per gli occhi, un gioco tra gli artisti e lo spettatore che si ritrova ad osservare frastornato dalla realtà propostagli, smarrimento negli occhi e poi il sorriso di ha capito, di ha scoperto la verità ed affascinato la porta con sé.

Con il tempo gli artisti hanno saputo rendere al pari del reale le loro installazioni proseguendo una ricerca visiva mano a mano sempre più dettagliata e complessa, cimentandosi con spazi decisamente impegnativi e realizzando grandissime opera dall’impatto visivo assolutamente esplosivo, ora a distanza di veramente parecchio tempo, gli SBAGLIATO tornano al lavoro e sembrano voler concentrare i propri sforzi su un nuovo elemento, più concettuale, che possa essere adeguatamente supportato dalle immagini e con esse veicolare un idea ed un concetto.

Nasce così “Dinamico” un lavoro nuovo, complesso nella sua tematica cardine con gli interpreti alla prese con una simulazione di movimento attuata attraverso l’installazione di una serie di forature in calcestruzzo intelligentemente inserite attraverso direzioni differenti. La parete viene così completamente trasformata, assistiamo ad un aumento vertiginoso della profondità con la parete che mano a mano trasla il proprio spazio, un moto continuo in cui al contempo veniamo calamitati al interno accolti dalla fessure, e completamente in balia della visione degli artisti.

Vi lasciamo alle immagini, scrollate giù dopo il salto una bella serie di scatti con l’opera nel dettaglio dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi e succosi aggiornamenti da parte degli artisti qui sul Gorgo.

Thanks to The Artist for The Pics
Pics by TheBlindEyeFactory