GORGO

RUN – New Mural at Boombarstick Festival 2014

A distanza di qualche settimana torniamo con piacere ad approfondire il lavoro di RUN, il grande interprete Italiano con base a Londra è infatti tra gli ospiti di spicco di questa nuova edizione dell’ottimo Boombarstick Festival di Vodnjan in Croazia.

I lettori di vecchia data ricorderanno la splendida cornice della scorsa e prima edizione del Festival che abbiamo seguito passo per passo durante l’avvicendarsi di artisti di fama internazionale, tra cui molti italiani, che hanno prestato il loro talento con una serie di splendidi interventi per le strade della cittadina, qui potete darci un occhiata. A distanza di un anno torniamo quindi con piacere ad immergerci all’interno delle meraviglie della kermesse, con un nuovo lavoro di RUN che sceglie qui di mischiare le carte del proprio impianto visivo regalandoci un inedita parete ricca di dettagli di spunti.

Mesi intensi questi per l’artista Italiano con una serie riuscitissime partecipazioni in giro per l’Italia, una mostra di cui presto vi mostreremo un adeguato recap, il tutto infarcito dalla peculiare impronta visiva che accompagna le produzioni dell’interprete. L’interprete prosegue quindi nel portare avanti una tematica che mira ad una rappresentazione di quelli che sono i mezzi e gli strumenti espressivi per eccellenza, il volto e le mani, da qui l’artista sviluppa un piglio ed un tratto decisamente personale attraverso una reinterpretazione capace di lasciar immergere lo spettatore all’interno di questo preciso fulcro tematico, e, grazie anche all’utilizzo sempre più accentuati di tinte e colori, cogliere appieno tutte le vicissitudini dei suoi tipici characters.

Come detto per il Festival RUN sceglie di proporre una nuova immagine distaccandosi dai consueti volti per sperimentare una nuova serie di characters. Dal titolo “Folklore” l’intervento realizzato in quattro giorni di fronte alla piccola stazione dei treni di Vodnjan, mostra una serie di personaggi dipinti in una sorta di sfilata tutti con bizzarre maschere al volto.

Proprio le maschere rappresentano la vera sorpresa di questo lavoro, niente volti quindi ma piuttosto una serie di gigantesche maschere che letteralmente avvolgono i personaggi, l’impatto con la parete si fa così assolutamente sfaccettato rendendo l’opera ricca di differenti e personali chiavi di lettura. Se i soggetti vengono tutti dipinti con un interessante effetto d’ombra che letteralmente ne fa emergere il corpo dalla parete, è inevitabile però concentrare l’attenzione proprio sui particolari travestimenti che l’interprete sceglie di donare ai suoi iconici characters, si tratta di paradossi visivi che accolgono al loro interno parti del corpo, costruzioni e veri e propri abiti per una ricchezza di dettagli che come sempre è decisamente elevata.

In attesa di scoprire gli sviluppi di questa nuova edizione del festival vi invitiamo a dare uno sguardo approfondito alle immagini che trovate come consuetudine il calce al nostro testo, con i dettagli del lavoro ed alcuni scatti durante le fasi di realizzazione, è tutto dopo il salto, enjoy it!

Thanks to The Artist for The Pics

RUN – New Mural at Boombarstick Festival 2014

A distanza di qualche settimana torniamo con piacere ad approfondire il lavoro di RUN, il grande interprete Italiano con base a Londra è infatti tra gli ospiti di spicco di questa nuova edizione dell’ottimo Boombarstick Festival di Vodnjan in Croazia.

I lettori di vecchia data ricorderanno la splendida cornice della scorsa e prima edizione del Festival che abbiamo seguito passo per passo durante l’avvicendarsi di artisti di fama internazionale, tra cui molti italiani, che hanno prestato il loro talento con una serie di splendidi interventi per le strade della cittadina, qui potete darci un occhiata. A distanza di un anno torniamo quindi con piacere ad immergerci all’interno delle meraviglie della kermesse, con un nuovo lavoro di RUN che sceglie qui di mischiare le carte del proprio impianto visivo regalandoci un inedita parete ricca di dettagli di spunti.

Mesi intensi questi per l’artista Italiano con una serie riuscitissime partecipazioni in giro per l’Italia, una mostra di cui presto vi mostreremo un adeguato recap, il tutto infarcito dalla peculiare impronta visiva che accompagna le produzioni dell’interprete. L’interprete prosegue quindi nel portare avanti una tematica che mira ad una rappresentazione di quelli che sono i mezzi e gli strumenti espressivi per eccellenza, il volto e le mani, da qui l’artista sviluppa un piglio ed un tratto decisamente personale attraverso una reinterpretazione capace di lasciar immergere lo spettatore all’interno di questo preciso fulcro tematico, e, grazie anche all’utilizzo sempre più accentuati di tinte e colori, cogliere appieno tutte le vicissitudini dei suoi tipici characters.

Come detto per il Festival RUN sceglie di proporre una nuova immagine distaccandosi dai consueti volti per sperimentare una nuova serie di characters. Dal titolo “Folklore” l’intervento realizzato in quattro giorni di fronte alla piccola stazione dei treni di Vodnjan, mostra una serie di personaggi dipinti in una sorta di sfilata tutti con bizzarre maschere al volto.

Proprio le maschere rappresentano la vera sorpresa di questo lavoro, niente volti quindi ma piuttosto una serie di gigantesche maschere che letteralmente avvolgono i personaggi, l’impatto con la parete si fa così assolutamente sfaccettato rendendo l’opera ricca di differenti e personali chiavi di lettura. Se i soggetti vengono tutti dipinti con un interessante effetto d’ombra che letteralmente ne fa emergere il corpo dalla parete, è inevitabile però concentrare l’attenzione proprio sui particolari travestimenti che l’interprete sceglie di donare ai suoi iconici characters, si tratta di paradossi visivi che accolgono al loro interno parti del corpo, costruzioni e veri e propri abiti per una ricchezza di dettagli che come sempre è decisamente elevata.

In attesa di scoprire gli sviluppi di questa nuova edizione del festival vi invitiamo a dare uno sguardo approfondito alle immagini che trovate come consuetudine il calce al nostro testo, con i dettagli del lavoro ed alcuni scatti durante le fasi di realizzazione, è tutto dopo il salto, enjoy it!

Thanks to The Artist for The Pics