GORGO

RUN for Artmossphere Biennale of Urban Art Moscow

Si rinnova l’appuntamento con l’Artmossphere Biennale of Urban Art di Mosca, tra gli autori invitati anche il nostro RUN.

Nel corso di questi mesi, fino al 18 di Gennaio, l’Artmossphere presenterà alcuni dei rappresentati più importanti della scena internazionale e nazionale, attraverso un grande group show ospitato negli spazi del Moscow’s Manege Central Exhibition Hall. Tra gli ospiti anche uno dei nomi di spicco della scena Italiana, RUN che, proprio per l’esibizione, ha presentato una nuova serie di lavori.

Dopo la recente e splendida fatica realizzata per il Mukanda Festival (Covered), RUN propone per Artmossphere un grande installazione su parete, accompagnata da due strutture più piccole posti proprio intorno al intervento centrale. Ancora una volta l’artista concentra i propri sforzi nella rielaborazione delle figura umana, con i tre character centrali che seguono i suoi ultimi avvicendamenti estetici, mentre le 2 strutture a corredo, riprendono l’iconico stile pittorico dell’artista. Dal titolo “Shivouly”, l’opera è ricca di spunti e riferimenti, con le tre figure voodoo, elementi bizantini e rifermenti differenti.

Nei prossimi giorni continueremo a mostrarvi e raccontarvi il lavoro di alcuni degli artisti più interessanti presenti alla Biennale. Nel frattempo uno sguardo alle immagini in calce con l’intervento realizzato dal grande artista Italiano. Enjoy it.

Pics by The Artist

RUN for Artmossphere Biennale of Urban Art Moscow

Si rinnova l’appuntamento con l’Artmossphere Biennale of Urban Art di Mosca, tra gli autori invitati anche il nostro RUN.

Nel corso di questi mesi, fino al 18 di Gennaio, l’Artmossphere presenterà alcuni dei rappresentati più importanti della scena internazionale e nazionale, attraverso un grande group show ospitato negli spazi del Moscow’s Manege Central Exhibition Hall. Tra gli ospiti anche uno dei nomi di spicco della scena Italiana, RUN che, proprio per l’esibizione, ha presentato una nuova serie di lavori.

Dopo la recente e splendida fatica realizzata per il Mukanda Festival (Covered), RUN propone per Artmossphere un grande installazione su parete, accompagnata da due strutture più piccole posti proprio intorno al intervento centrale. Ancora una volta l’artista concentra i propri sforzi nella rielaborazione delle figura umana, con i tre character centrali che seguono i suoi ultimi avvicendamenti estetici, mentre le 2 strutture a corredo, riprendono l’iconico stile pittorico dell’artista. Dal titolo “Shivouly”, l’opera è ricca di spunti e riferimenti, con le tre figure voodoo, elementi bizantini e rifermenti differenti.

Nei prossimi giorni continueremo a mostrarvi e raccontarvi il lavoro di alcuni degli artisti più interessanti presenti alla Biennale. Nel frattempo uno sguardo alle immagini in calce con l’intervento realizzato dal grande artista Italiano. Enjoy it.

Pics by The Artist