GORGO

Pener – New Mural at Traffic Design Festival

Anche Pener al lavoro per il Traffic Design Festival in Polonia che si arricchisce così dopo la bella combo di qualche giorno fà (qui) di un altro esponente importante della corrente Graffuturism.

A Pener viene affidata la facciata e porzioni di pareti limitrofe di questo edificio, il lavoro come immaginabile è un concentrato di arte astratta con grandissime sezione che lentamente scorrono sulla superficie disegnando una grande figura che ha nella parte centrale il fulcro dell’esplosione delle forme, sono grandi scaglie che si agitano e che, diversamente dal solito, Pener decide di dipingere sfruttando diverse tonalità di blu lui che è solito proporci su parete intricati lavori con colorazioni più vicine a colori caldi come il giallo e l’arancio. Un cambio di rotta repentino che sfrutta gli esatti opposti con sensazioni fredde e profonde a farla da padrona, a noi piace eccome, è sintomo di un ricercatezza stilistica continua da parte dell’artista e questo non può che far bene.

Dopo il salto tutti trovate la consueta galleria con tutti i dettagli di questa ultima perla, buttateci lo sguardo per apprezzarne il lavoro e restate sintonizzati per nuovi e succosi aggiornamenti sul lavoro di Pener e dalla rassegna.

Via graffuturism

Pener – New Mural at Traffic Design Festival

Anche Pener al lavoro per il Traffic Design Festival in Polonia che si arricchisce così dopo la bella combo di qualche giorno fà (qui) di un altro esponente importante della corrente Graffuturism.

A Pener viene affidata la facciata e porzioni di pareti limitrofe di questo edificio, il lavoro come immaginabile è un concentrato di arte astratta con grandissime sezione che lentamente scorrono sulla superficie disegnando una grande figura che ha nella parte centrale il fulcro dell’esplosione delle forme, sono grandi scaglie che si agitano e che, diversamente dal solito, Pener decide di dipingere sfruttando diverse tonalità di blu lui che è solito proporci su parete intricati lavori con colorazioni più vicine a colori caldi come il giallo e l’arancio. Un cambio di rotta repentino che sfrutta gli esatti opposti con sensazioni fredde e profonde a farla da padrona, a noi piace eccome, è sintomo di un ricercatezza stilistica continua da parte dell’artista e questo non può che far bene.

Dopo il salto tutti trovate la consueta galleria con tutti i dettagli di questa ultima perla, buttateci lo sguardo per apprezzarne il lavoro e restate sintonizzati per nuovi e succosi aggiornamenti sul lavoro di Pener e dalla rassegna.

Via graffuturism