GORGO

Ozmo – New Mural in San Francisco

Ci spostiamo a San Francisco, recentemente Ozmo ha infatti terminato di dipingere questo nuovo pezzo dal titolo “Chinese Still Life”.

L’opera realizzata dal grande autore Italiano è un memento mori dell’occidente racchiuso in un astuccio di lunga vita tipico della cultura orientale. Ancora una volta Ozmo si immerge nelle peculiarità del luogo di lavoro, ci troviamo infatti nella Chinatown di San Francisco, che diviene quindi propellente per una nuova rielaborazione tematica.

Partendo quindi da una raffigurazione tipica della natura morta, con un teschio ed elementi ripresi da due quadri barocchi firmati da Adriaen Coorte e Philippe de Champaigne, l’artista Italiano sceglie di intrecciare oriente ed occidente.

Il risultato è un opera ricca di spunti e dettagli differenti. Da una parte elementi caratteristici dello still life e delle vanitas, il tulipano, la clessidra, la candela, la conchiglia ed un libro, tutti simboli della precarietà ed inesorabilità dell’esistenza e del tempo. Dall’altra Ozmo sostituisce la figura del teschio con quella del Buddha fortunato, raffigurato seduto su una tartaruga-drago dorata, con monete d’oro e lingotti, simbolo di fortuna e longevità.

Thanks to The Artist for The Pics

Ozmo – New Mural in San Francisco

Ci spostiamo a San Francisco, recentemente Ozmo ha infatti terminato di dipingere questo nuovo pezzo dal titolo “Chinese Still Life”.

L’opera realizzata dal grande autore Italiano è un memento mori dell’occidente racchiuso in un astuccio di lunga vita tipico della cultura orientale. Ancora una volta Ozmo si immerge nelle peculiarità del luogo di lavoro, ci troviamo infatti nella Chinatown di San Francisco, che diviene quindi propellente per una nuova rielaborazione tematica.

Partendo quindi da una raffigurazione tipica della natura morta, con un teschio ed elementi ripresi da due quadri barocchi firmati da Adriaen Coorte e Philippe de Champaigne, l’artista Italiano sceglie di intrecciare oriente ed occidente.

Il risultato è un opera ricca di spunti e dettagli differenti. Da una parte elementi caratteristici dello still life e delle vanitas, il tulipano, la clessidra, la candela, la conchiglia ed un libro, tutti simboli della precarietà ed inesorabilità dell’esistenza e del tempo. Dall’altra Ozmo sostituisce la figura del teschio con quella del Buddha fortunato, raffigurato seduto su una tartaruga-drago dorata, con monete d’oro e lingotti, simbolo di fortuna e longevità.

Thanks to The Artist for The Pics