GORGO

Ozmo – New Mural in Breno

Nuova produzione firmata da Ozmo, il grande artista italiano nei giorni scorsi si è spostato nella Valle Camonica a Brero dove ha avuto modo di realizzare questa nuova ed intensa pittura ai piedi del castello medievale della città.

È bene sottolineare come l’opera realizzata dall’artista connetta il passato storico del borgo medievale, con la sua storia antica e tradizionale, con l’espressione artistica più contemporanea, il muralismo.

Ancora una volta Ozmo raccoglie spunti e temi legati al luogo di lavoro, realizzando qui una personale reinterpretazione della dea Minerva. In particolare l’artista si ispira alla “Minerva Risanatrice di Breno-Spinera”, splendida scultura di età augustea conservata in questa zona.

Ricchissima come sempre di spunti, temi e rimandi differenti, l’opera si erge accanto al castello che domina Breno, di fronte alla piazza centrale. La figura della Dea sulla mano sinistra la dea regge una lancia, con la destra sostiene una civetta, animale simbolo della conoscenza e della saggezza. Nell’estremità destra presenti mosaici e decorazioni che si rifanno alla stanza centrale del Santuario-tempio di Spinera.

Tutti i dettagli dopo il salto, potente.

Thanks to The Artist for The Pics

Ozmo – New Mural in Breno

Nuova produzione firmata da Ozmo, il grande artista italiano nei giorni scorsi si è spostato nella Valle Camonica a Brero dove ha avuto modo di realizzare questa nuova ed intensa pittura ai piedi del castello medievale della città.

È bene sottolineare come l’opera realizzata dall’artista connetta il passato storico del borgo medievale, con la sua storia antica e tradizionale, con l’espressione artistica più contemporanea, il muralismo.

Ancora una volta Ozmo raccoglie spunti e temi legati al luogo di lavoro, realizzando qui una personale reinterpretazione della dea Minerva. In particolare l’artista si ispira alla “Minerva Risanatrice di Breno-Spinera”, splendida scultura di età augustea conservata in questa zona.

Ricchissima come sempre di spunti, temi e rimandi differenti, l’opera si erge accanto al castello che domina Breno, di fronte alla piazza centrale. La figura della Dea sulla mano sinistra la dea regge una lancia, con la destra sostiene una civetta, animale simbolo della conoscenza e della saggezza. Nell’estremità destra presenti mosaici e decorazioni che si rifanno alla stanza centrale del Santuario-tempio di Spinera.

Tutti i dettagli dopo il salto, potente.

Thanks to The Artist for The Pics