GORGO

Nychos – New Piece in Werchter, Belgium

In occasione dei lavori per il North West Walls 2015 di Rotselaar in Belgio, ecco tornare al lavoro il grande Nychos, l’interprete Austriaco ha da poco terminato di realizzare questa bella ed intensa pittura direttamente sull’iconica struttura a container del festival.

Peculiarità della rassegna sta tutta nella particolarità degli spazi messi a disposizione degli artisti. Piuttosto che far lavorare gli autori a confronto con una parete, gli organizzatori hanno ben pensato di creare una serie di struttura in cui, differenti container vanno a formare un’unica e grande facciata, all’artista poi l’interazione del caso. Ogni anno quindi le opere vengono coperte e ridipinte da interpreti differenti, per quella che spontaneamente diviene una galleria a cielo aperto in costante mutamento e trasformazione.

In questo particolare contesto si inserisce Nychos, con una nuova pittura capace di calamitare e sviluppare il consueto e particolare immaginario stilistico.

Fondamentale quando affrontiamo le produzioni dell’autore, è anzitutto la profonda connessione con il mondo dei graffiti, dal quale l’interprete peraltro non è mai del tutto uscito, ma soprattutto la particolare ricerca anatomica che lo stesso da anni continua a portare avanti. Affascinato da elementi grafici esplosivi, diretti e particolarmente cruenti, da un piglio che richiama il mondo illustrativo, quello dei comics, e l’immaginario splatter dei b-movie anni 80’ e 90’, l’artista dà forma e sostanza alle particolari creature. Si tratta di soggetti differenti, animali perlopiù, di cui l’Austriaco ha studiato le componenti anatomiche, la disposizione degli organi, lo scheletro, tutti finemente riprodotti e intrecciati all’interno delle sezioni e dei corpi raffigurati.

L’impatto è di quelli forti, i corpi, i vasi sanguini, gli organi, e lo scheletro vengono schizzati fuori dalla carcassa di carne, tagliati e riprodotti attraverso potenti effetti a tre dimensioni, impattano la superfice e soprattutto chi osserva.

Con “Tower of X-Ray”, questo il titolo di quest’ultima fatica, Nychos si confronta con uno spazio del tutto inedito scegliendo convogliare differenti figure, tutte accuratamente dissezionate ed intrecciate, all’interno di un unico e grande spazio scandito dal fondale nero dei container. Esplosivo.

Ad accompagnare il nostro testo alcuni scatti con le immagini del making of di quest’ultima fatica dell’artista Austriaco, dateci un occhiata e restate sintonizzati, nei prossimi giorni daremo un occhiata anche alle altre pitture.

Nychos – New Piece in Werchter, Belgium

In occasione dei lavori per il North West Walls 2015 di Rotselaar in Belgio, ecco tornare al lavoro il grande Nychos, l’interprete Austriaco ha da poco terminato di realizzare questa bella ed intensa pittura direttamente sull’iconica struttura a container del festival.

Peculiarità della rassegna sta tutta nella particolarità degli spazi messi a disposizione degli artisti. Piuttosto che far lavorare gli autori a confronto con una parete, gli organizzatori hanno ben pensato di creare una serie di struttura in cui, differenti container vanno a formare un’unica e grande facciata, all’artista poi l’interazione del caso. Ogni anno quindi le opere vengono coperte e ridipinte da interpreti differenti, per quella che spontaneamente diviene una galleria a cielo aperto in costante mutamento e trasformazione.

In questo particolare contesto si inserisce Nychos, con una nuova pittura capace di calamitare e sviluppare il consueto e particolare immaginario stilistico.

Fondamentale quando affrontiamo le produzioni dell’autore, è anzitutto la profonda connessione con il mondo dei graffiti, dal quale l’interprete peraltro non è mai del tutto uscito, ma soprattutto la particolare ricerca anatomica che lo stesso da anni continua a portare avanti. Affascinato da elementi grafici esplosivi, diretti e particolarmente cruenti, da un piglio che richiama il mondo illustrativo, quello dei comics, e l’immaginario splatter dei b-movie anni 80’ e 90’, l’artista dà forma e sostanza alle particolari creature. Si tratta di soggetti differenti, animali perlopiù, di cui l’Austriaco ha studiato le componenti anatomiche, la disposizione degli organi, lo scheletro, tutti finemente riprodotti e intrecciati all’interno delle sezioni e dei corpi raffigurati.

L’impatto è di quelli forti, i corpi, i vasi sanguini, gli organi, e lo scheletro vengono schizzati fuori dalla carcassa di carne, tagliati e riprodotti attraverso potenti effetti a tre dimensioni, impattano la superfice e soprattutto chi osserva.

Con “Tower of X-Ray”, questo il titolo di quest’ultima fatica, Nychos si confronta con uno spazio del tutto inedito scegliendo convogliare differenti figure, tutte accuratamente dissezionate ed intrecciate, all’interno di un unico e grande spazio scandito dal fondale nero dei container. Esplosivo.

Ad accompagnare il nostro testo alcuni scatti con le immagini del making of di quest’ultima fatica dell’artista Austriaco, dateci un occhiata e restate sintonizzati, nei prossimi giorni daremo un occhiata anche alle altre pitture.