fbpx
GORGO

Nychos – A New Mural in San Fransisco, USA

A distanza di qualche settimana torniamo ad approfondire il lavoro di Nychos, il grande artista si trova a San Francisco dove ha da poco terminato un nuovo intervento in occasione di “Street Anatomy” sua prossima mostra all’interno degli spazi della Fifty24SF Gallery.

Famoso per le sue pazze dissezioni Nychos prosegue il suo personale percorso visivo e tematico andando a proporre una nuova esaltanti creatura figlia degli studi anatomici, il grande artista sviscera su parete tutto il proprio e particolare immaginario, figlio di un forte background nel mondo dei graffiti evolutosi nel corso del tempo attraverso forti contaminazioni illustrative, prendono vita così corpi e personaggi surreali letteralmente aperti con gli organi e gli scheletri in bella mostra, ricchi di grandi e piccoli dettagli, il tutto condito da inflessioni splatter e cartoonesche che alimentano la tipicità delle produzioni e soprattutto il lato più bizzarro e dissacrante delle opere.

Nell’ultimo anno, intervallando interventi su animali ad elaborati con gli esseri umani, l’artista ha passo per passo aumentato la difficoltà dei suoi lavori impegnandosi sempre di più in una pittura tridimensionale, passando di fatto da personaggi statici e bi-dimensioni a grandi elaborazioni che poggiano i propri corpi su tutti e tre gli assi direzionali. La difficoltà data dal realizzare i corpi, così come le interiora e gli scheletri, rende le opere dell’artista una volta in più vive e dalla fortissima personalità dimostrando tutto il talento di uno degli artisti più prolifici della scena europea.

Per questa sua nuova fatica Nychos sceglie un approccio più morbido, dal titolo “X- Ray of a Wolf” l’opera come suggerisce il nome vede come principale protagonista un lupo, nell’idea dell’artista c’è qui l’esigenza di non sezionarne il corpo ma piuttosto mostrarne unicamente le interiora attraverso il consueto accuratissimo lavoro di dettaglio. Nessuna parte tagliata unicamente un intera figura, sospesa dalla parete grazie ad un prezioso effetto tridimensionale, che fa sfoggio di tutto il consueto campionario di organi e viscere, passando infine per lo scheletro ed i canonici vasi sanguigni portando avanti quindi la ricerca anatomica dell’interprete. Questo lavoro porta avanti quindi avanti il carattere del lavoro dell’artista, il particolare percorso visivo caratterizzato come sempre da un peculiare immaginario figlio di un solido background e delle successive contaminazioni artistiche mostrando la grande cura per il dettaglio, con effetti di luci ed ombra e di profondità, un uso di colori sempre piuttosto accesi, e tutti i peculiari elementi che investono tutte le opere dell’Austriaco per un risultato finale che come sempre ci ha fortemente colpito e coinvolto.

Ripercorriamo assieme alcuni istanti di realizzazione di questa splendido lavoro fino all’eccellente risultato finale, è tutto dopo il salto, dateci un occhiata siamo certi che non mancherete di apprezzare e restate sintonizzati qui sul Gorgo, presto un bel recap approfondito con tutte le immagini dell’allestimento proposto dal grande interprete.

Pics by Rabbiteye Movement

Nychos – A New Mural in San Fransisco, USA

A distanza di qualche settimana torniamo ad approfondire il lavoro di Nychos, il grande artista si trova a San Francisco dove ha da poco terminato un nuovo intervento in occasione di “Street Anatomy” sua prossima mostra all’interno degli spazi della Fifty24SF Gallery.

Famoso per le sue pazze dissezioni Nychos prosegue il suo personale percorso visivo e tematico andando a proporre una nuova esaltanti creatura figlia degli studi anatomici, il grande artista sviscera su parete tutto il proprio e particolare immaginario, figlio di un forte background nel mondo dei graffiti evolutosi nel corso del tempo attraverso forti contaminazioni illustrative, prendono vita così corpi e personaggi surreali letteralmente aperti con gli organi e gli scheletri in bella mostra, ricchi di grandi e piccoli dettagli, il tutto condito da inflessioni splatter e cartoonesche che alimentano la tipicità delle produzioni e soprattutto il lato più bizzarro e dissacrante delle opere.

Nell’ultimo anno, intervallando interventi su animali ad elaborati con gli esseri umani, l’artista ha passo per passo aumentato la difficoltà dei suoi lavori impegnandosi sempre di più in una pittura tridimensionale, passando di fatto da personaggi statici e bi-dimensioni a grandi elaborazioni che poggiano i propri corpi su tutti e tre gli assi direzionali. La difficoltà data dal realizzare i corpi, così come le interiora e gli scheletri, rende le opere dell’artista una volta in più vive e dalla fortissima personalità dimostrando tutto il talento di uno degli artisti più prolifici della scena europea.

Per questa sua nuova fatica Nychos sceglie un approccio più morbido, dal titolo “X- Ray of a Wolf” l’opera come suggerisce il nome vede come principale protagonista un lupo, nell’idea dell’artista c’è qui l’esigenza di non sezionarne il corpo ma piuttosto mostrarne unicamente le interiora attraverso il consueto accuratissimo lavoro di dettaglio. Nessuna parte tagliata unicamente un intera figura, sospesa dalla parete grazie ad un prezioso effetto tridimensionale, che fa sfoggio di tutto il consueto campionario di organi e viscere, passando infine per lo scheletro ed i canonici vasi sanguigni portando avanti quindi la ricerca anatomica dell’interprete. Questo lavoro porta avanti quindi avanti il carattere del lavoro dell’artista, il particolare percorso visivo caratterizzato come sempre da un peculiare immaginario figlio di un solido background e delle successive contaminazioni artistiche mostrando la grande cura per il dettaglio, con effetti di luci ed ombra e di profondità, un uso di colori sempre piuttosto accesi, e tutti i peculiari elementi che investono tutte le opere dell’Austriaco per un risultato finale che come sempre ci ha fortemente colpito e coinvolto.

Ripercorriamo assieme alcuni istanti di realizzazione di questa splendido lavoro fino all’eccellente risultato finale, è tutto dopo il salto, dateci un occhiata siamo certi che non mancherete di apprezzare e restate sintonizzati qui sul Gorgo, presto un bel recap approfondito con tutte le immagini dell’allestimento proposto dal grande interprete.

Pics by Rabbiteye Movement