fbpx
GORGO

Notturno – “Deny” Project in Modena

Buio pesto, il freddo che intorpidisce i muscoli, passo incerto per una direzione sconosciuta, il vento, occhi minacciosi ci scrutano nel nostro pellegrinare, gli alberi impediscono alla vista di andare in profondità di trovare un appiglio visivo da raggiungere, un bagliore ed in nostro soccorso si materializzano delle figure bianche, spiriti danzanti che aiutano a ritrovare la strada a chi si è perso, inizia così il racconto dei Notturno.

Il duo Notturno vuole farci entrare nel proprio universo, un mondo popolato da figure eteree, spiriti bianchi dalla forme diverse che aiutano chi si è smarrito, parte così “Deny” il progetto personale dei due artisti che mira a coprire una serie di facciate Modenesi per raccontarci una storia, la loro storia in uno stile a tinte fiabesche in cui a contrapporsi sono la natura e gli stessi esseri dipinti in contrasto bianco.
Scavando più affondo emerge tutta la profondità di questa serie di realizzazioni, gli artisti delicatamente poggiano i verdi, le foglie, l’erba e gli alberi dei boschi, rappresentano così i problemi dell’uomo, le paure, le dipendenze, il travaglio interiore di ogni persona, quel male interiore che schiaccia e che prima o poi va affrontato, ad aiutare in questo percorso ci sono le creature, bianche come la purezza, ci prendono per mano saltando qui è lì, volutamente distaccate dal panorama, rappresentano la speranza ma anche la forza interiore di ognuno di noi materializzata sotto la più bizzarra delle forme.

Qui la prima facciata in Via Trento e Trieste, abbiamo deciso di seguire il progetto da vicino, voi date un occhiata in galleria per apprezzare gli sforzi dei Notturno, dateci un occhiata, immergetevi all’interno della fiaba, spegnete gli occhi e fatevi guidare.

Thanks to The Artists for the Pics

Notturno – “Deny” Project in Modena

Buio pesto, il freddo che intorpidisce i muscoli, passo incerto per una direzione sconosciuta, il vento, occhi minacciosi ci scrutano nel nostro pellegrinare, gli alberi impediscono alla vista di andare in profondità di trovare un appiglio visivo da raggiungere, un bagliore ed in nostro soccorso si materializzano delle figure bianche, spiriti danzanti che aiutano a ritrovare la strada a chi si è perso, inizia così il racconto dei Notturno.

Il duo Notturno vuole farci entrare nel proprio universo, un mondo popolato da figure eteree, spiriti bianchi dalla forme diverse che aiutano chi si è smarrito, parte così “Deny” il progetto personale dei due artisti che mira a coprire una serie di facciate Modenesi per raccontarci una storia, la loro storia in uno stile a tinte fiabesche in cui a contrapporsi sono la natura e gli stessi esseri dipinti in contrasto bianco.
Scavando più affondo emerge tutta la profondità di questa serie di realizzazioni, gli artisti delicatamente poggiano i verdi, le foglie, l’erba e gli alberi dei boschi, rappresentano così i problemi dell’uomo, le paure, le dipendenze, il travaglio interiore di ogni persona, quel male interiore che schiaccia e che prima o poi va affrontato, ad aiutare in questo percorso ci sono le creature, bianche come la purezza, ci prendono per mano saltando qui è lì, volutamente distaccate dal panorama, rappresentano la speranza ma anche la forza interiore di ognuno di noi materializzata sotto la più bizzarra delle forme.

Qui la prima facciata in Via Trento e Trieste, abbiamo deciso di seguire il progetto da vicino, voi date un occhiata in galleria per apprezzare gli sforzi dei Notturno, dateci un occhiata, immergetevi all’interno della fiaba, spegnete gli occhi e fatevi guidare.

Thanks to The Artists for the Pics