GORGO

M-City – New Mural for Lecco Street View

Giunto alla quarta edizione, andiamo a dare un occhiata ai lavori per il Lecco Street View, il progetto vede tra gli ospiti M-City che nei giorni scorsi ha terminato di realizzare un nuovo intervento su questa grande parete nel quartiere di Germanedo.

Organizzato dal Comune di Lecco e dall’Associazione Culturale Art Company di Milano, con il contributo della Fondazione della Provincia di Lecco e del Centro Meridianalla, aquesta nuova edizione del progetto gravita sul concetto di ‘aver cura del bene comune. L’idea è infatti quella di porre l’accento sulla cura del territorio, del suo contesto sociale ed ambientale, sul rispetto e sulla responsabilità civile che ne deriva e sul sottolineare la forza espressiva data dall’unione di soggetti differenti. La location scelta, il quartiere di Germanedo, è un area nella quale si concentrano scuole ed istituti di formazione professionale, che viene qui trasformata dall’intervento di artisti capaci con l’intento di dare nuova linfa visiva al quartiere ed alla gente che ogni giorno transita qui ed i suoi stessi cittadini.

Dopo mesi di intenso lavoro in studio, M-City torna quindi in strada andando a proporre uno dei suoi più iconici interventi. Uno degli aspetti di maggior interesse nelle produzioni dell’artista è senza dubbio la volontà dello stesso di voler costantemente commutare la propria sintesi grafica in favore di una rielaborazione di elementi e figure appartenenti al mondo moderno. In questo senso quest’ultimo periodo di lavoro ha significato una forte e caratteristica variazioni nelle immagini presentate dall’interprete. Abbiamo visto un continua adozione di colori, e sopratutto effetti percettivi differenti, capaci di impattare profondamente l’aspetto degli elementi realizzati. I protagonisti delle sue opere sono come sempre gli elementi architettonici legati allo spazio urbano ed al tempo stesso tutti quelle figure che ne compongono la fisionomia. Spazio quindi ad automobili, aerei, navi, macchine ed altre opere ingegneristiche che divengono principale valvola espressiva della riflessione sulla città e sull’ambiente moderno portata avanti dall’artista.

Quest’ultima fatica di M-City, rappresenta un ritorno al passato. Il grande autore Polacco mette da parte le sperimentazioni che ne hanno interessato il lavoro negli ultimi mesi, tornando a realizzare un opere certamente più canonica. Lavorando come di consueto con gli stencil, l’interprete va a tracciare il profilo di una gigantesca macchina a vapore andando come sempre a impattare la superficie di lavoro attraverso una vibrante serie di dettagli. Su un fondale verde ecco quindi prendere forma una serie di elementi in bianco e nero, con l’aggiunta di alcune variazioni tonali, capaci di ben rappresentare tutto l’eclettico universo visivo che da sempre contraddistingue le produzioni dell’artista.

In attesa di nuovi aggiornamenti, vi lasciamo ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica dell’artista, dateci un occhiata, siamo certi infatti che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics via Sosm

M-City – New Mural for Lecco Street View

Giunto alla quarta edizione, andiamo a dare un occhiata ai lavori per il Lecco Street View, il progetto vede tra gli ospiti M-City che nei giorni scorsi ha terminato di realizzare un nuovo intervento su questa grande parete nel quartiere di Germanedo.

Organizzato dal Comune di Lecco e dall’Associazione Culturale Art Company di Milano, con il contributo della Fondazione della Provincia di Lecco e del Centro Meridianalla, aquesta nuova edizione del progetto gravita sul concetto di ‘aver cura del bene comune. L’idea è infatti quella di porre l’accento sulla cura del territorio, del suo contesto sociale ed ambientale, sul rispetto e sulla responsabilità civile che ne deriva e sul sottolineare la forza espressiva data dall’unione di soggetti differenti. La location scelta, il quartiere di Germanedo, è un area nella quale si concentrano scuole ed istituti di formazione professionale, che viene qui trasformata dall’intervento di artisti capaci con l’intento di dare nuova linfa visiva al quartiere ed alla gente che ogni giorno transita qui ed i suoi stessi cittadini.

Dopo mesi di intenso lavoro in studio, M-City torna quindi in strada andando a proporre uno dei suoi più iconici interventi. Uno degli aspetti di maggior interesse nelle produzioni dell’artista è senza dubbio la volontà dello stesso di voler costantemente commutare la propria sintesi grafica in favore di una rielaborazione di elementi e figure appartenenti al mondo moderno. In questo senso quest’ultimo periodo di lavoro ha significato una forte e caratteristica variazioni nelle immagini presentate dall’interprete. Abbiamo visto un continua adozione di colori, e sopratutto effetti percettivi differenti, capaci di impattare profondamente l’aspetto degli elementi realizzati. I protagonisti delle sue opere sono come sempre gli elementi architettonici legati allo spazio urbano ed al tempo stesso tutti quelle figure che ne compongono la fisionomia. Spazio quindi ad automobili, aerei, navi, macchine ed altre opere ingegneristiche che divengono principale valvola espressiva della riflessione sulla città e sull’ambiente moderno portata avanti dall’artista.

Quest’ultima fatica di M-City, rappresenta un ritorno al passato. Il grande autore Polacco mette da parte le sperimentazioni che ne hanno interessato il lavoro negli ultimi mesi, tornando a realizzare un opere certamente più canonica. Lavorando come di consueto con gli stencil, l’interprete va a tracciare il profilo di una gigantesca macchina a vapore andando come sempre a impattare la superficie di lavoro attraverso una vibrante serie di dettagli. Su un fondale verde ecco quindi prendere forma una serie di elementi in bianco e nero, con l’aggiunta di alcune variazioni tonali, capaci di ben rappresentare tutto l’eclettico universo visivo che da sempre contraddistingue le produzioni dell’artista.

In attesa di nuovi aggiornamenti, vi lasciamo ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica dell’artista, dateci un occhiata, siamo certi infatti che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics via Sosm