fbpx
GORGO

La Pandilla – New Mural In Bratislava, Slovakia

Alexis Diaz del duo Portoricano La Pandilla è certamente tra i due quello più attivo, l’artista si trova in Europa per un interessante tour, noi speriamo di vederlo anche in Italia, di tappa a Bratislava in Slovacchia il grande interprete si è impegnato ad elaborare questo grande dipinto e le sorprese sono tante.

La tecnica messa in piedi è la consueta e meticolosa pittura attraverso piccoli pennelli, prende così forma un nuovo mash-up dove il corpo di un animale viene mischiato a parti umane, come la grande mano, e questa volta anche a toni un pò macabri, come il grande teschio che fà da volto, un plauso infine vogliamo farlo per la scelta di donare uno sfondo alla bestia in modo ampliarne lo spettro visivo e rilasciare su parete anche un contesto grafico un pò assente nelle produzione de La Pandilla e che risulta qui assolutamente vincente come scelta.
Il risultato finale è come potete vedere da stropicciarsi gli occhi, con dettagli vivissimi, incredibili giochi di ombre e chiaro scuri, frutto della tecnica e della costanza dell’artista che impiega veramente molto per realizzare facciate come questa, noi ne vogliamo altre.

Trovate tutto in galleria con la consueta selezione di scatti per farvi apprezzare al meglio tutto lo stile impegnativo e particolare che distingue le opere de La Pandilla, dateci un occhiata e rimanete qui sul GORGO per nuovi aggiornamenti sugli spostamenti di Alexis Diaz.

Pics by Street Art News

La Pandilla – New Mural In Bratislava, Slovakia

Alexis Diaz del duo Portoricano La Pandilla è certamente tra i due quello più attivo, l’artista si trova in Europa per un interessante tour, noi speriamo di vederlo anche in Italia, di tappa a Bratislava in Slovacchia il grande interprete si è impegnato ad elaborare questo grande dipinto e le sorprese sono tante.

La tecnica messa in piedi è la consueta e meticolosa pittura attraverso piccoli pennelli, prende così forma un nuovo mash-up dove il corpo di un animale viene mischiato a parti umane, come la grande mano, e questa volta anche a toni un pò macabri, come il grande teschio che fà da volto, un plauso infine vogliamo farlo per la scelta di donare uno sfondo alla bestia in modo ampliarne lo spettro visivo e rilasciare su parete anche un contesto grafico un pò assente nelle produzione de La Pandilla e che risulta qui assolutamente vincente come scelta.
Il risultato finale è come potete vedere da stropicciarsi gli occhi, con dettagli vivissimi, incredibili giochi di ombre e chiaro scuri, frutto della tecnica e della costanza dell’artista che impiega veramente molto per realizzare facciate come questa, noi ne vogliamo altre.

Trovate tutto in galleria con la consueta selezione di scatti per farvi apprezzare al meglio tutto lo stile impegnativo e particolare che distingue le opere de La Pandilla, dateci un occhiata e rimanete qui sul GORGO per nuovi aggiornamenti sugli spostamenti di Alexis Diaz.

Pics by Street Art News