GORGO

Kraser – New Mural for Urban Canvas in Varese

Ci spostiamo a Varese, qui a distanza di tempo abbiamo l’opportunità di tornare ad immergerci all’interno dell’immaginario di Kraser, il grande interprete ha infatti da poco terminato di dipingere questa nuova parete in occasione dell’Urban Canvas Project.

Realizzato in collaborazione tra l’Associazione Wg Art ed il Comune di Varese, Urban Canvas nasce come stimolo anzitutto per valorizzare la città ed il suo paesaggio urbano proponendo interventi in strada, atti a rivalutare particolari zone, mostre, tavole rotonde e workshop. In questo senso è quindi importante valutare come, in base agli stimoli che un ambiente come la cittadina Lombarda riesce a proporre, ogni singolo artista, tra realtà nazionali ed internazionali, partecipante al progetto vada a dialogare con gli spazi e di conseguenza con coloro che li abitano proponendo interventi intrinsecamente legati e contaminati con lo stesso. Gli stessi muri scelti, quelli della rotonda Gaggianello e dei sottopassi di Viale Europa e Viale Piero Chiara, sono sotto vincolo paesaggistico andando quindi ad alimentare il senso di totale valorizzazione del progetto nella percezione del panorama.

Ad inaugurare i lavori per il progetto troviamo quindi Kraser, l’interprete Spagnolo con base qui in Italia porta con se tutto il personalissimo immaginario dando vita ad una nuova ed emozionante rappresentazione come sempre sospesa tra slanci emotivi e influenze nel mondo naturale.

Come spesso sottolineato le produzioni dell’interprete sono intrinsecamente legate alla sensazioni ed agli stati d’animo del momento, l’autore si lascia investire dagli stimoli esterni che inevitabilmente ne influenzano l’operato rivelando di volta in volta aspetti differenti così come spunti ed impostazioni visive nuove. I lavori di Kraser rappresentano una sorta esperienza percettiva capace di coadiuvare componenti sognanti e reali all’interno di scenografie ed elementi architettonici più o meno marcati, in questo senso i soggetti dei lavori dell’interprete sono spesso gli animali rappresentati attraverso fusioni che danno vita a belve immaginarie che, unite a componenti naturali così come sezioni architettoniche vanno a stimolare il carattere onirico delle sue produzioni. Attraverso una grande senso stilistico l’artista riesce a sviluppare una pittura dedita al dettaglio riuscendo ad impattare la mente, le sensazioni e le emozioni di chi osserva per mezzo un impatto altamente emozionale.

Quest’ultima magia raccoglie perfettamente tutti gli stimoli del lavoro dell’interprete, quest’ultimo sceglie qui un impostazione più concentrata dove, attraverso un intensa scala di blu, va a segnare lo spazio con una serie di figure ed animali.

Dopo il salto tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per tutti gli aggiornamenti sull’evento e sul lavoro dell’autore.

Thanks to The Artist for The Pics

Kraser – New Mural for Urban Canvas in Varese

Ci spostiamo a Varese, qui a distanza di tempo abbiamo l’opportunità di tornare ad immergerci all’interno dell’immaginario di Kraser, il grande interprete ha infatti da poco terminato di dipingere questa nuova parete in occasione dell’Urban Canvas Project.

Realizzato in collaborazione tra l’Associazione Wg Art ed il Comune di Varese, Urban Canvas nasce come stimolo anzitutto per valorizzare la città ed il suo paesaggio urbano proponendo interventi in strada, atti a rivalutare particolari zone, mostre, tavole rotonde e workshop. In questo senso è quindi importante valutare come, in base agli stimoli che un ambiente come la cittadina Lombarda riesce a proporre, ogni singolo artista, tra realtà nazionali ed internazionali, partecipante al progetto vada a dialogare con gli spazi e di conseguenza con coloro che li abitano proponendo interventi intrinsecamente legati e contaminati con lo stesso. Gli stessi muri scelti, quelli della rotonda Gaggianello e dei sottopassi di Viale Europa e Viale Piero Chiara, sono sotto vincolo paesaggistico andando quindi ad alimentare il senso di totale valorizzazione del progetto nella percezione del panorama.

Ad inaugurare i lavori per il progetto troviamo quindi Kraser, l’interprete Spagnolo con base qui in Italia porta con se tutto il personalissimo immaginario dando vita ad una nuova ed emozionante rappresentazione come sempre sospesa tra slanci emotivi e influenze nel mondo naturale.

Come spesso sottolineato le produzioni dell’interprete sono intrinsecamente legate alla sensazioni ed agli stati d’animo del momento, l’autore si lascia investire dagli stimoli esterni che inevitabilmente ne influenzano l’operato rivelando di volta in volta aspetti differenti così come spunti ed impostazioni visive nuove. I lavori di Kraser rappresentano una sorta esperienza percettiva capace di coadiuvare componenti sognanti e reali all’interno di scenografie ed elementi architettonici più o meno marcati, in questo senso i soggetti dei lavori dell’interprete sono spesso gli animali rappresentati attraverso fusioni che danno vita a belve immaginarie che, unite a componenti naturali così come sezioni architettoniche vanno a stimolare il carattere onirico delle sue produzioni. Attraverso una grande senso stilistico l’artista riesce a sviluppare una pittura dedita al dettaglio riuscendo ad impattare la mente, le sensazioni e le emozioni di chi osserva per mezzo un impatto altamente emozionale.

Quest’ultima magia raccoglie perfettamente tutti gli stimoli del lavoro dell’interprete, quest’ultimo sceglie qui un impostazione più concentrata dove, attraverso un intensa scala di blu, va a segnare lo spazio con una serie di figure ed animali.

Dopo il salto tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per tutti gli aggiornamenti sull’evento e sul lavoro dell’autore.

Thanks to The Artist for The Pics