GORGO

Kraser – New Mural for Amazing Day 2014

A distanza di qualche settimana torniamo ad approfondire il lavoro di Kraser, il grande interprete Spagnolo, da anni in Italia, è infatti tra gli artisti coinvolti in questa nuova edizione dell’Amazing Day per la quale ha da poco portato a termine questo nuovo intervento.

Concluso giusto lo scorso week, questa nuova edizione del Amazing Day è stata come sempre caratterizzata dalla volontà di riunire sotto un unico evento tutte le discipline appartenenti all’hip hop, per il secondo anno consecutivo è Locate di Triulzi ad ospitare la rassegna che nuovamente tenta di far rivivere tutta l’enfasi e gli aspetti caratteristici delle Jam di una volta. Dal contest di breaking passando per la musica, con ospiti i Colle der Fomento, le giornate sono state caratterizzate dal consueto roster di writers e street artists che hanno avuto modo di lavorare ad una bella serie di pareti.

In questo tumulto generale andiamo ad approfondire l’opera di uno degli artisti più rappresentativi dell’evento, nuovamente Kraser con questo suo nuovo intervento ci mostra tutto il particolare immaginario realizzando un nuovo dipinto che porta con se lo stile e le particolari tematiche figlie della ricerca dell’artista. Osservando gli elaborati dell’interprete veniamo colti dall’esigenza dello stesso di spingere il proprio lavoro verso una dimensione fortemente onirica, l’impressione è quella di ritrovarsi sospesi nel vuoto, come si ci trovassimo all’interno di un limbo dove la materia fredda e silente si fonde con quella organica generando scorci inattesi, dinamiche impossibile, ma anche creature bizzarre e stravaganti figlie della magia di un sogno che non risparmia nel strizzare l’occhio ad elementi mistici. Ad alimentare questa particolare enfasi tematica troviamo ovviamente un radicata esperienza cromatica che investe tutte le produzioni dell’interprete, la grande esperienza da writers permette a Kraser di agire negli spazi creando e sperimentando combinazioni differenti spesso legate al colore blu oppure, come in questo caso, ad una danza vivace e sfaccettata di tinte differenti con effetti vivissimi che vanno ad alimentare la sensazione di irreale delle opere. Gli interventi vengono caratterizzati dalla presenza di creature, spesso elaborate miscelando nello stesso corpo animali differenti, così come elementi architettonici che gravitano ed offrono supporto alle stesse, ritroviamo così scale e piccole porzioni di architettura in una danza metafisica che attrae lo spettatore in un indagine sul significato di ciò che sta osservando. In questo senso il simbolo della chiave, elemento ricorrente all’interno delle produzioni dell’artista, è sinonimo di una ricerca personale di se stessi, quasi a voler aprire la propria mente per calarsi all’interno di un mondo fatto di visioni, un viaggio che ci mostra gli aspetti più reconditi e personali dell’artista che sceglie proprio questo motivo di affidarsi ad una pittura assolutamente viscerale, d’impeto aggredisce lo spazio buttando fuori sensazioni, stati d’animo ed i pensieri che si celano nella sua stessa mente.

Per darvi modo di apprezzare al meglio tutto l’impianto visivo ed il grande carattere dei lavori dell’interprete, vi lasciamo ad una bella selezione di scatti con tutti i dettagli di questa sua ultima fatica, il consiglio è come sempre quello di darci un occhiata, enjoy it.

Thanks to The Artist for The Pics

Kraser – New Mural for Amazing Day 2014

A distanza di qualche settimana torniamo ad approfondire il lavoro di Kraser, il grande interprete Spagnolo, da anni in Italia, è infatti tra gli artisti coinvolti in questa nuova edizione dell’Amazing Day per la quale ha da poco portato a termine questo nuovo intervento.

Concluso giusto lo scorso week, questa nuova edizione del Amazing Day è stata come sempre caratterizzata dalla volontà di riunire sotto un unico evento tutte le discipline appartenenti all’hip hop, per il secondo anno consecutivo è Locate di Triulzi ad ospitare la rassegna che nuovamente tenta di far rivivere tutta l’enfasi e gli aspetti caratteristici delle Jam di una volta. Dal contest di breaking passando per la musica, con ospiti i Colle der Fomento, le giornate sono state caratterizzate dal consueto roster di writers e street artists che hanno avuto modo di lavorare ad una bella serie di pareti.

In questo tumulto generale andiamo ad approfondire l’opera di uno degli artisti più rappresentativi dell’evento, nuovamente Kraser con questo suo nuovo intervento ci mostra tutto il particolare immaginario realizzando un nuovo dipinto che porta con se lo stile e le particolari tematiche figlie della ricerca dell’artista. Osservando gli elaborati dell’interprete veniamo colti dall’esigenza dello stesso di spingere il proprio lavoro verso una dimensione fortemente onirica, l’impressione è quella di ritrovarsi sospesi nel vuoto, come si ci trovassimo all’interno di un limbo dove la materia fredda e silente si fonde con quella organica generando scorci inattesi, dinamiche impossibile, ma anche creature bizzarre e stravaganti figlie della magia di un sogno che non risparmia nel strizzare l’occhio ad elementi mistici. Ad alimentare questa particolare enfasi tematica troviamo ovviamente un radicata esperienza cromatica che investe tutte le produzioni dell’interprete, la grande esperienza da writers permette a Kraser di agire negli spazi creando e sperimentando combinazioni differenti spesso legate al colore blu oppure, come in questo caso, ad una danza vivace e sfaccettata di tinte differenti con effetti vivissimi che vanno ad alimentare la sensazione di irreale delle opere. Gli interventi vengono caratterizzati dalla presenza di creature, spesso elaborate miscelando nello stesso corpo animali differenti, così come elementi architettonici che gravitano ed offrono supporto alle stesse, ritroviamo così scale e piccole porzioni di architettura in una danza metafisica che attrae lo spettatore in un indagine sul significato di ciò che sta osservando. In questo senso il simbolo della chiave, elemento ricorrente all’interno delle produzioni dell’artista, è sinonimo di una ricerca personale di se stessi, quasi a voler aprire la propria mente per calarsi all’interno di un mondo fatto di visioni, un viaggio che ci mostra gli aspetti più reconditi e personali dell’artista che sceglie proprio questo motivo di affidarsi ad una pittura assolutamente viscerale, d’impeto aggredisce lo spazio buttando fuori sensazioni, stati d’animo ed i pensieri che si celano nella sua stessa mente.

Per darvi modo di apprezzare al meglio tutto l’impianto visivo ed il grande carattere dei lavori dell’interprete, vi lasciamo ad una bella selezione di scatti con tutti i dettagli di questa sua ultima fatica, il consiglio è come sempre quello di darci un occhiata, enjoy it.

Thanks to The Artist for The Pics