GORGO

Kidghe – New Murals for Proyecto Valor-es in Mexico City

Andiamo con piacere a dare un occhiata all’ultima serie di interventi realizzati da KidGhe, quattro differenti lavori dipinti nelle scorse settimane come parte del Proyecto Valor-es a Città del Messico, con i quali l’interprete si confronta con nuove ed interessanti dinamiche.

Come visto più volte il lavoro di KidGhe si sviluppa per mezzo di una rievocazione di stimoli e spunti direttamente interconnessi con il radicato background da writer dell’interprete. Piuttosto che affidarsi ad uno studio della lettera, l’artista, attraverso una personale elaborazione stilistica, va ad imbastire una sintassi visiva dedita alla costruzione di forme ed elementi direttamente connessi con le architetture e le figure architettoniche.

L’idea dell’autore è quella di sedimentare un approccio visivo in cui gli elementi vengono proposti attraverso un intensa trasformazione, costruzione e decostruzione quindi sono alla base della sua particolare pittura. Le forme proposte si aprono e schiudono su se stesse, si auto alimentano proponendo intensi giochi di profondità e tridimensionalità, strizzando l’occhio a silhouette appartenenti al mondo urbano e tracciando una peculiare e sfaccettata forma finale. Si tratta di vere e proprie ‘mappe’, all’interno delle quali vediamo emergere forme e configurazioni a carattere bidimensionale e tridimensionale, in un intensa soluzione visiva che gioca da una parte con una percezione piatta, dall’altra con uno stimolo stereoscopico. Le figure proposto attraverso il loro intersecarsi, miscelarsi, aprirsi ed emergere dalla superfice vanno a tracciare un nuovo piano percettivo dal quale emerge una sorta di alfabeto criptico ed impossibile da leggere.

Questa serie di interventi è cadenzata dalla volontà di KidGhe di esprimersi attraverso una doppia cifra stilistica. Da una parte troviamo le consuete e peculiari forme astratte, mentre dall’altra un inedita pittura figurativa con la quale le stessa vanno a confrontarsi. L’autore parte da una costruzione pittorica basata su quattro forme differenti ed altrettante aree tematiche. L’idea di uguaglianza viene sviluppata attraverso la forma del triangolo isoscele, onestà con il quadrato, tolleranza con il cerchio, ed infine integrità con triangolo, quadrato e cerchio, come raccordo finale. Ciascuna delle pittura va così a sviluppare, da una precisa base stilistica dettata dalla forma geometrica scelta, soggetti e figure umane atte proprio a rivendicare un particolare sentimento, gettando le basi per una riflessione forte e sfaccettata. Al tempo stesso lo stimolo astratto dell’interprete rivendica un nuova decostruzione di elementi visivi portando quindi una ulteriore chiave di lettura legata all’habitat cittadino che ben si sposta con gli stimoli tematici scelti. Splendido.

In attesa di scoprire nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete, in calce al nostro testo potete trovare le immagini degli interventi portati a termine dall’autore, dateci un occhiata siamo certi infatti che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics by The Artist

Kidghe – New Murals for Proyecto Valor-es in Mexico City

Andiamo con piacere a dare un occhiata all’ultima serie di interventi realizzati da KidGhe, quattro differenti lavori dipinti nelle scorse settimane come parte del Proyecto Valor-es a Città del Messico, con i quali l’interprete si confronta con nuove ed interessanti dinamiche.

Come visto più volte il lavoro di KidGhe si sviluppa per mezzo di una rievocazione di stimoli e spunti direttamente interconnessi con il radicato background da writer dell’interprete. Piuttosto che affidarsi ad uno studio della lettera, l’artista, attraverso una personale elaborazione stilistica, va ad imbastire una sintassi visiva dedita alla costruzione di forme ed elementi direttamente connessi con le architetture e le figure architettoniche.

L’idea dell’autore è quella di sedimentare un approccio visivo in cui gli elementi vengono proposti attraverso un intensa trasformazione, costruzione e decostruzione quindi sono alla base della sua particolare pittura. Le forme proposte si aprono e schiudono su se stesse, si auto alimentano proponendo intensi giochi di profondità e tridimensionalità, strizzando l’occhio a silhouette appartenenti al mondo urbano e tracciando una peculiare e sfaccettata forma finale. Si tratta di vere e proprie ‘mappe’, all’interno delle quali vediamo emergere forme e configurazioni a carattere bidimensionale e tridimensionale, in un intensa soluzione visiva che gioca da una parte con una percezione piatta, dall’altra con uno stimolo stereoscopico. Le figure proposto attraverso il loro intersecarsi, miscelarsi, aprirsi ed emergere dalla superfice vanno a tracciare un nuovo piano percettivo dal quale emerge una sorta di alfabeto criptico ed impossibile da leggere.

Questa serie di interventi è cadenzata dalla volontà di KidGhe di esprimersi attraverso una doppia cifra stilistica. Da una parte troviamo le consuete e peculiari forme astratte, mentre dall’altra un inedita pittura figurativa con la quale le stessa vanno a confrontarsi. L’autore parte da una costruzione pittorica basata su quattro forme differenti ed altrettante aree tematiche. L’idea di uguaglianza viene sviluppata attraverso la forma del triangolo isoscele, onestà con il quadrato, tolleranza con il cerchio, ed infine integrità con triangolo, quadrato e cerchio, come raccordo finale. Ciascuna delle pittura va così a sviluppare, da una precisa base stilistica dettata dalla forma geometrica scelta, soggetti e figure umane atte proprio a rivendicare un particolare sentimento, gettando le basi per una riflessione forte e sfaccettata. Al tempo stesso lo stimolo astratto dell’interprete rivendica un nuova decostruzione di elementi visivi portando quindi una ulteriore chiave di lettura legata all’habitat cittadino che ben si sposta con gli stimoli tematici scelti. Splendido.

In attesa di scoprire nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete, in calce al nostro testo potete trovare le immagini degli interventi portati a termine dall’autore, dateci un occhiata siamo certi infatti che anche voi come noi non mancherete di apprezzare.

Pics by The Artist