GORGO

JAZ – New Murals in Buenos Aires, Argentina

Il profondo rispetto e la stima che nutriamo nei confronti di Franco Fasoli aka JAZ e del suo lavoro, continua ad accrescere grazie alla grande ed incessante materia evolutiva che attraversa il suo ricco cammino produttivo, segno che l’artista non ha intenzione di fossilizzarsi su un unico filone ma continuare piuttosto su un percorso scelto ed approfondirne tutti gli aspetti e le peculiarità. JAZ prosegue dunque il suo personale rapporto con le vernici non convenzionali elevandole come strumento primo ed unico delle sue riflessioni in strada, la figura dell’uomo e quella degli animali risultano ancora i protagonisti ma l’attenzione è sempre rivolta verso le particolare fusioni corporee che stanno distinguendo quest’ultimi anni di lavoro del grande interprete.

Dopo la bella e ricchissima esperienza Viennese con due sessioni in strada e culminata con la splendida Cult to the Character, JAZ torna in Sudamerica, qui a Buenos Aires ha da poco terminato un doppia sessione. In queste due nuove incarnazioni, diverse per impatto visivo, colore e tematiche scelte, notiamo con piacere come Fasoli in quest’ultimo periodo sia attratto da uno stile più essenziale, il fondo bianco viene messo a contrasto con una tinta nera che dà vita al contenuto dell’opera, qui però notiamo un assenza di colore, un tratto più frenetico come nel lavoro di Vienna (qui) oppure una mano più delicata che dipinge ombre e i dettagli degli uomini, splendido. Infine JAZ con la seconda parete torna alla consueta parete colorata con una nuova fusione animale condita da alcune intermittenze line formi, dateci un occhiata e se siete curiosi come noi di scoprire nuovi sviluppi, restate sintonizzati qui sul Gorgo.

Pics by Street Art News

JAZ – New Murals in Buenos Aires, Argentina

Il profondo rispetto e la stima che nutriamo nei confronti di Franco Fasoli aka JAZ e del suo lavoro, continua ad accrescere grazie alla grande ed incessante materia evolutiva che attraversa il suo ricco cammino produttivo, segno che l’artista non ha intenzione di fossilizzarsi su un unico filone ma continuare piuttosto su un percorso scelto ed approfondirne tutti gli aspetti e le peculiarità. JAZ prosegue dunque il suo personale rapporto con le vernici non convenzionali elevandole come strumento primo ed unico delle sue riflessioni in strada, la figura dell’uomo e quella degli animali risultano ancora i protagonisti ma l’attenzione è sempre rivolta verso le particolare fusioni corporee che stanno distinguendo quest’ultimi anni di lavoro del grande interprete.

Dopo la bella e ricchissima esperienza Viennese con due sessioni in strada e culminata con la splendida Cult to the Character, JAZ torna in Sudamerica, qui a Buenos Aires ha da poco terminato un doppia sessione. In queste due nuove incarnazioni, diverse per impatto visivo, colore e tematiche scelte, notiamo con piacere come Fasoli in quest’ultimo periodo sia attratto da uno stile più essenziale, il fondo bianco viene messo a contrasto con una tinta nera che dà vita al contenuto dell’opera, qui però notiamo un assenza di colore, un tratto più frenetico come nel lavoro di Vienna (qui) oppure una mano più delicata che dipinge ombre e i dettagli degli uomini, splendido. Infine JAZ con la seconda parete torna alla consueta parete colorata con una nuova fusione animale condita da alcune intermittenze line formi, dateci un occhiata e se siete curiosi come noi di scoprire nuovi sviluppi, restate sintonizzati qui sul Gorgo.

Pics by Street Art News