GORGO

JAZ – New Murals in France e Belgium

Franco Fasoli aka JAZ sà sempre come lasciarci di stucco, continua il suo lavoro studio dei corpi, sia animali che umani, in interessanti fusioni organiche. Dopo lo splendido lavoro dipinto insieme al nostro Moneyless in quel di Berlino (qui), l’artista si è spostato prima in Francia a Vitry per poi dirigersi ad Antwerp in Belgio per rispettivamente coprire un muro esterno ed un altro interno.

Ai più attenti non sarà sfuggito, JAZ per queste suo nuove opere prende direttamente spunto da quelli che sono i suoi lavori in studio, nella facciata Francese, va ad utilizzare unicamente colorazione in bianco e nero per dipingere una grande savana con nella parte centrale una serie di animali in cerchio letteralmente senza testa, per il lavoro in Belgio l’interprete invece torna a proporre un corpo umano unificato con due bestie nelle sue due estremità. Per entrambe le realizzazioni il livello di dettaglio è elevatissimo e come sempre JAZ va ad interfacciarsi con la parete attraverso pitture non convenzionali come vernici asfaltiche e petrolifiche.

Potete apprezzare tutto il particolare stile visivo del grande maestro sudamericano attraverso le immagini ed i dettagli che trovate dopo il salto, prendetevi cinque minuti per entrare al meglio all’interno dell’immaginario di JAZ siamo sicuro che come noi ne rimarrete positivamente colpiti.

Pics by Street Art News

JAZ – New Murals in France e Belgium

Franco Fasoli aka JAZ sà sempre come lasciarci di stucco, continua il suo lavoro studio dei corpi, sia animali che umani, in interessanti fusioni organiche. Dopo lo splendido lavoro dipinto insieme al nostro Moneyless in quel di Berlino (qui), l’artista si è spostato prima in Francia a Vitry per poi dirigersi ad Antwerp in Belgio per rispettivamente coprire un muro esterno ed un altro interno.

Ai più attenti non sarà sfuggito, JAZ per queste suo nuove opere prende direttamente spunto da quelli che sono i suoi lavori in studio, nella facciata Francese, va ad utilizzare unicamente colorazione in bianco e nero per dipingere una grande savana con nella parte centrale una serie di animali in cerchio letteralmente senza testa, per il lavoro in Belgio l’interprete invece torna a proporre un corpo umano unificato con due bestie nelle sue due estremità. Per entrambe le realizzazioni il livello di dettaglio è elevatissimo e come sempre JAZ va ad interfacciarsi con la parete attraverso pitture non convenzionali come vernici asfaltiche e petrolifiche.

Potete apprezzare tutto il particolare stile visivo del grande maestro sudamericano attraverso le immagini ed i dettagli che trovate dopo il salto, prendetevi cinque minuti per entrare al meglio all’interno dell’immaginario di JAZ siamo sicuro che come noi ne rimarrete positivamente colpiti.

Pics by Street Art News