GORGO

Hyuro for NUART Festival 2016

Uno sguardo all’ultima pittura realizzata da Hyuro, in occasione dei lavori per l’ultima edizione del NUART Festival di Stavanger in Norvegia.

Attivissima in quest’ultimo periodo, l’autrice Argentina propone un opera che ben identifica il suo particolare momento artistico, legandosi infine alla perfezione con i temi di quest’ultima edizione del festival.

La maturazione tematica delle produzioni di Hyuro, sta vedendo l’autrice sempre meno focalizzata verso una riflessione/critica sulla condizione della donna all’interno della società moderna. In questo senso l’interprete appare maggiormente spinta da una interazione con il tessuto sociale, gli accadimenti e la storia dei luoghi dove dipinge, realizzando quindi opere dal fortissimo impatto emotivo e dalla grande profondità tematica.

Per il NUART Festival 2016, Hyuro presenta “The action of occupying a space”, una sensibile interpretazione dei temi cardine del festival. Il festival celebra le ricorrenze del 500^ anniversario de L’UTOPIA di Tommaso Moro, nonché il 100^ anniversario del Dadaismo. Se nel primo caso il romanzo rifletteva sulla possibilità di immaginare, e quindi costruire un mondo migliore, il secondo era fortemente impegnato nell’abolire la separazione tra arte e vita quotidiana.

Da questi spunti, contestualizzati nella pratica murale, Hyuro realizza una pittura che vuole anzitutto riflettere sul senso di lavorare in strada, di utilizzare gli spazi della città in modo cosciente, dipingendo un grande velo, che va letteralmente a coprire l’intera superfice di lavoro.

Scrollate giù, in calce al nostro testo una bella serie di scatti con i dettagli e le panoramiche di quest’ultima pittura, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti dalla rassegna Norvegese.

Thanks to The Artist for The Pics
First Pic by BrianTallman, 2nd 3rd 4th by Henrik_Haven

Hyuro for NUART Festival 2016

Uno sguardo all’ultima pittura realizzata da Hyuro, in occasione dei lavori per l’ultima edizione del NUART Festival di Stavanger in Norvegia.

Attivissima in quest’ultimo periodo, l’autrice Argentina propone un opera che ben identifica il suo particolare momento artistico, legandosi infine alla perfezione con i temi di quest’ultima edizione del festival.

La maturazione tematica delle produzioni di Hyuro, sta vedendo l’autrice sempre meno focalizzata verso una riflessione/critica sulla condizione della donna all’interno della società moderna. In questo senso l’interprete appare maggiormente spinta da una interazione con il tessuto sociale, gli accadimenti e la storia dei luoghi dove dipinge, realizzando quindi opere dal fortissimo impatto emotivo e dalla grande profondità tematica.

Per il NUART Festival 2016, Hyuro presenta “The action of occupying a space”, una sensibile interpretazione dei temi cardine del festival. Il festival celebra le ricorrenze del 500^ anniversario de L’UTOPIA di Tommaso Moro, nonché il 100^ anniversario del Dadaismo. Se nel primo caso il romanzo rifletteva sulla possibilità di immaginare, e quindi costruire un mondo migliore, il secondo era fortemente impegnato nell’abolire la separazione tra arte e vita quotidiana.

Da questi spunti, contestualizzati nella pratica murale, Hyuro realizza una pittura che vuole anzitutto riflettere sul senso di lavorare in strada, di utilizzare gli spazi della città in modo cosciente, dipingendo un grande velo, che va letteralmente a coprire l’intera superfice di lavoro.

Scrollate giù, in calce al nostro testo una bella serie di scatti con i dettagli e le panoramiche di quest’ultima pittura, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti dalla rassegna Norvegese.

Thanks to The Artist for The Pics
First Pic by BrianTallman, 2nd 3rd 4th by Henrik_Haven