GORGO

H101 – A Series of Murals on The Shutters

A distanza di tempo torniamo con piacere ad approfondire il lavoro di H101, l’interprete Spagnolo ci presenta infatti uno bella serie di interventi realizzati direttamente sulle serrande di negozi, un progetto questo direttamente legato all’impeto illegale dell’autore.

Questa nuova infornata di opere ci offre l’opportunità di tornare ad approfondire le differenti sfaccettature del lavoro dell’artista attraverso una serie di interventi in grado di ereditare tutto il suo particolare immaginario. Come visto più volte le produzioni di H101 poggiano le loro solide basi su una trama visiva fortemente legata all’utilizzo del colore. Le differenti tinte vengono declinate dallo Spagnolo attraverso la personale fascinazione tematica capace di tratteggiare una matassa visiva simmetrica ed equilibrata in grado di rappresentare al meglio i temi cari all’artista. La riflessione dell’interprete passa per un piglio onirico in grado di porsi come ideale analogia visiva sull’equilibrio del mondo, tra vita e la morte.

Le opere dell’artista vanno quindi a svilupparsi non attraverso un piglio figurativo, quanto piuttosto per mezzo di una astrazione geometrica in grado di innescare stimoli mistici, onirici e fascinazioni religiose, in immaginario che spesso si è avvicinato ad una personale rielaborazione dello spazio cittadino.

In questo senso proprio la rielaborazione della città segna profondamente le produzioni dell’autore. Le architetture urbane prendono vita attraverso intense scale cromatiche prive di outlines, all’interno delle stesse si sviluppano caselle, costruzioni ed elementi differenti accompagnati da simboli e figure misteiche. Quelle che ci troviamo di fronte sono immagini dense e dettagliate, simboli quasi esoterici in grado di stimolare impulsi e stimoli differenti. Non è semplice scardinare la chiave di lettura delle opere dell’interprete, bisogna quindi lasciarsi andare alle sensazioni che le stesse riescono a trasmetterci, giungendo quindi ad una chiave di lettura altamente soggettiva.

Stimolato dalla volontà di porsi in completa antitesi con il grigiore cittadino, H101 ha portato avanti negli ultimi tempi un progetto di trasformazione delle serrande cittadine. Questi spazi, che rappresentano uno degli aspetti tipici delle nostre città, spesso dimenticati ed esclusi dalla vista, tornano a nuova vita attraverso i lavori dello Spagnolo. Un gesto pittorico legato come detto ad uno stimolo illegale e che nella sua stessa idea e sviluppo illegale, rappresenta una sorta di regalo. Le porte divengono aperture per nuovi mondi, simboli estremi di estraniazione totale dalla difficile quotidianità di tutti i giorni, un differente modo di intendere la città, sensibile ed altamente sfaccettato.

Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo potete trovare una bella serie di scatti con tutti i dettagli dei lavori realizzati per il bel progetto, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti.

Thanks to The Artist for The Pics

H101 – A Series of Murals on The Shutters

A distanza di tempo torniamo con piacere ad approfondire il lavoro di H101, l’interprete Spagnolo ci presenta infatti uno bella serie di interventi realizzati direttamente sulle serrande di negozi, un progetto questo direttamente legato all’impeto illegale dell’autore.

Questa nuova infornata di opere ci offre l’opportunità di tornare ad approfondire le differenti sfaccettature del lavoro dell’artista attraverso una serie di interventi in grado di ereditare tutto il suo particolare immaginario. Come visto più volte le produzioni di H101 poggiano le loro solide basi su una trama visiva fortemente legata all’utilizzo del colore. Le differenti tinte vengono declinate dallo Spagnolo attraverso la personale fascinazione tematica capace di tratteggiare una matassa visiva simmetrica ed equilibrata in grado di rappresentare al meglio i temi cari all’artista. La riflessione dell’interprete passa per un piglio onirico in grado di porsi come ideale analogia visiva sull’equilibrio del mondo, tra vita e la morte.

Le opere dell’artista vanno quindi a svilupparsi non attraverso un piglio figurativo, quanto piuttosto per mezzo di una astrazione geometrica in grado di innescare stimoli mistici, onirici e fascinazioni religiose, in immaginario che spesso si è avvicinato ad una personale rielaborazione dello spazio cittadino.

In questo senso proprio la rielaborazione della città segna profondamente le produzioni dell’autore. Le architetture urbane prendono vita attraverso intense scale cromatiche prive di outlines, all’interno delle stesse si sviluppano caselle, costruzioni ed elementi differenti accompagnati da simboli e figure misteiche. Quelle che ci troviamo di fronte sono immagini dense e dettagliate, simboli quasi esoterici in grado di stimolare impulsi e stimoli differenti. Non è semplice scardinare la chiave di lettura delle opere dell’interprete, bisogna quindi lasciarsi andare alle sensazioni che le stesse riescono a trasmetterci, giungendo quindi ad una chiave di lettura altamente soggettiva.

Stimolato dalla volontà di porsi in completa antitesi con il grigiore cittadino, H101 ha portato avanti negli ultimi tempi un progetto di trasformazione delle serrande cittadine. Questi spazi, che rappresentano uno degli aspetti tipici delle nostre città, spesso dimenticati ed esclusi dalla vista, tornano a nuova vita attraverso i lavori dello Spagnolo. Un gesto pittorico legato come detto ad uno stimolo illegale e che nella sua stessa idea e sviluppo illegale, rappresenta una sorta di regalo. Le porte divengono aperture per nuovi mondi, simboli estremi di estraniazione totale dalla difficile quotidianità di tutti i giorni, un differente modo di intendere la città, sensibile ed altamente sfaccettato.

Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo potete trovare una bella serie di scatti con tutti i dettagli dei lavori realizzati per il bel progetto, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti.

Thanks to The Artist for The Pics