GORGO

GUE – “La Nuit” New Mural in Catania

Ci spostiamo a Catania, qui a distanza di tempo torniamo con piacere ad approfondire il lavoro di GUE, l’artista italiano ha infatti da poco terminato di dipingere questo nuovo intervento portando avanti tutto il suo particolare approccio stilistico.

È l’occasione per noi di tornare ad approfondire tutto lo spessore di una produzione capace di veicolare stimoli e spunti differenti tutti raccolti sotto un impronta squisitamente astratta in grado di declinare la personale ricerca dell’autore. Come visto GUE agisce all’interno degli spazi attraverso un tratto figlio delle esperienze personali. La maturazione iniziata attraverso gli stimoli come writer, vero e proprio background dell’interprete, passando poi per le influenze personali, ne hanno elevato la ricerca della forma fino a far emergere l’attuale e personale piglio visivo. La sintesi di queste differenti componenti ha quindi generato una ricerca costante e continua in cui l’interprete ha saputo confrontarti con il colore attraverso un dialogo serrato sviluppato in funzione di una personale fascinazione della forma. Gli elementi proposti dall’artista, attraverso una continua danza cromatica, esercitano nelle superfici di lavoro, tutto il loro carattere attraverso una personale astrazione degli elementi ed una scomposizione di quelli che sono i suoi iconici soggetti a carattere figurativo.

Le opere dell’interprete Italiano vivono in questo senso due identità, la prima legata agli impulsi del momento, alle sensazioni ed ad una ricerca dell’equilibrio visivo e cromatico all’interno dello spazio a disposizione. La seconda invece arricchisce gli interventi attraverso una personale alterazione di quelli che sono i suoi iconici personaggi. All’interno della matassa e degli elementi astratti vediamo quindi svilupparsi vere e proprie sezioni, una sorta di puzzle all’interno del quale si muovono volti, mani e parti dei corpi dei suoi characters. L’idea dell’autore è quella di generare una composizione unica attraverso una disintegrazione e riassamblamento dei corpi dei suoi iconici personaggi. Non mancano però opportunità in cui ci troviamo a confrontarci direttamente con la totalità dei soggetti, con l’interprete interessato a giocare con tinte differenti, con texture e forme maggiormente incisive, un approccio che proprio in questa sua ultima fatica possiamo ben vedere.

Quest’ultimo intervento di GUE, dal titolo “La Nuit” è anzitutto caratterizzato dall’utilizzo di colori decisamente più scuri. L’interazione con la superfice rappresenta qui uno dei valori aggiuntivi, con l’artista che lascia invariate alcune delle parti delle pareti interne, concentrando piuttosto la propria attenzione su alcune specifiche sezioni. All’interno di queste vediamo innescarsi una composizione ricchissima di spunti, dalle textures, passando per vere e proprie forme, all’interno degli spazi vediamo emergere alcuni degli personaggi dell’artista e parti degli stessi, abilmente generati attraverso sovrapposizioni cromatiche e giochi di colori differenti.

Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete.

Pics by The Artist

GUE – “La Nuit” New Mural in Catania

Ci spostiamo a Catania, qui a distanza di tempo torniamo con piacere ad approfondire il lavoro di GUE, l’artista italiano ha infatti da poco terminato di dipingere questo nuovo intervento portando avanti tutto il suo particolare approccio stilistico.

È l’occasione per noi di tornare ad approfondire tutto lo spessore di una produzione capace di veicolare stimoli e spunti differenti tutti raccolti sotto un impronta squisitamente astratta in grado di declinare la personale ricerca dell’autore. Come visto GUE agisce all’interno degli spazi attraverso un tratto figlio delle esperienze personali. La maturazione iniziata attraverso gli stimoli come writer, vero e proprio background dell’interprete, passando poi per le influenze personali, ne hanno elevato la ricerca della forma fino a far emergere l’attuale e personale piglio visivo. La sintesi di queste differenti componenti ha quindi generato una ricerca costante e continua in cui l’interprete ha saputo confrontarti con il colore attraverso un dialogo serrato sviluppato in funzione di una personale fascinazione della forma. Gli elementi proposti dall’artista, attraverso una continua danza cromatica, esercitano nelle superfici di lavoro, tutto il loro carattere attraverso una personale astrazione degli elementi ed una scomposizione di quelli che sono i suoi iconici soggetti a carattere figurativo.

Le opere dell’interprete Italiano vivono in questo senso due identità, la prima legata agli impulsi del momento, alle sensazioni ed ad una ricerca dell’equilibrio visivo e cromatico all’interno dello spazio a disposizione. La seconda invece arricchisce gli interventi attraverso una personale alterazione di quelli che sono i suoi iconici personaggi. All’interno della matassa e degli elementi astratti vediamo quindi svilupparsi vere e proprie sezioni, una sorta di puzzle all’interno del quale si muovono volti, mani e parti dei corpi dei suoi characters. L’idea dell’autore è quella di generare una composizione unica attraverso una disintegrazione e riassamblamento dei corpi dei suoi iconici personaggi. Non mancano però opportunità in cui ci troviamo a confrontarci direttamente con la totalità dei soggetti, con l’interprete interessato a giocare con tinte differenti, con texture e forme maggiormente incisive, un approccio che proprio in questa sua ultima fatica possiamo ben vedere.

Quest’ultimo intervento di GUE, dal titolo “La Nuit” è anzitutto caratterizzato dall’utilizzo di colori decisamente più scuri. L’interazione con la superfice rappresenta qui uno dei valori aggiuntivi, con l’artista che lascia invariate alcune delle parti delle pareti interne, concentrando piuttosto la propria attenzione su alcune specifiche sezioni. All’interno di queste vediamo innescarsi una composizione ricchissima di spunti, dalle textures, passando per vere e proprie forme, all’interno degli spazi vediamo emergere alcuni degli personaggi dell’artista e parti degli stessi, abilmente generati attraverso sovrapposizioni cromatiche e giochi di colori differenti.

Null’altro da aggiungere, in calce al nostro testo una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo per nuovi aggiornamenti sul lavoro dell’interprete.

Pics by The Artist