GORGO

Graphic Surgery – New Mural at Los Kukuruchos (Video Preview)

A distanza di tempo torniamo a parlarvi del lavoro del duo tutto olandese dei Graphic Surgery, scopriamo infatti che gli artisti lo scorso Ottobre si siano diretti a Guadalajara in Messico per realizzare un intervento direttamente sul tetto dello spazio artistico Los Kukuruchos.

E’ il team stesso della galleria a togliere il velo sul progetto con questo bel video introspettivo, abbiamo così l’opportunità di conoscere in maniere più approfondita gli artisti stessi e sopratutto vedere da vicino con i nostri occhi tutto il peculiare e personale sviluppo lavorativo dei Graphic Surgery, un opportunità rara di entrare in contatto con lo stile e la visione di uno dei team più interessanti a livello europeo e non solo.

E’ l’occasione per saggiare tutto il personale approccio astratto che lega le produzioni del duo, la geometria come primo ed unico interlocutore viene sviluppata dagli artisti attraverso l’utilizzo del bianco e del nero, di fatto gli unici colori utilizzati, che alimentano un personale e peculiare ricerca, sviluppata attraverso fasi istintive a contatto con elementi più razionali ed impostati, su quella che è una personale rappresentazione di paesaggi ed ambienti urbani che vengono riprodotti attraverso una pulizia dell’immagine, ridotti, puri, e portati al limite attraverso una forma più astratta e ridotto all’osso. I Graphic Surgery sperimentano una visione che abbraccia in totale simbiosi il circondario, gli spot occupati ed il paesaggio circostante dove si ritrovano a lavorare, il tutto attraverso un lavoro di distruzione e decostruzione, costruzione e filtraggio fino a rimodellare sezioni ed elementi visivi attraverso un ottica geometrica attraversata da un equilibrio latente tra forme, tonalità e figure geometriche. Si sviluppano assi e segmenti intrecciandosi ed intersecandosi a vicenda con triangoli, quadrati e rettangoli e dando vita ad una sorta di danza grafica sospesa tra momenti di precisione assoluta ed attimi di puro istintivo rappresentati dalle intense colate di vernice che spesso fanno capolino nelle loro produzioni. Questo loro approccio così impostato ed al contempo spontaneo dà vita ad opere densissime di dettagli, ricche di spunti, allestendo un binomio tra colori e figure unico e raro, funzionale al paesaggio e dannatamente impattante.

In attesa di mostrarvi un recap approfondito con tutte le immagini del caso, vi consigliamo di mettervi comodi e godervi appieno questo bel video, l’opportunità è davvero ghiotta, ma restate sintonizzati seguirà infatti nei prossimi giorni un corposo approfondimento su quest’intervento dei Graphic Surgery, perciò stay tuned qui sul Gorgo.

Graphic Surgery – New Mural at Los Kukuruchos (Video Preview)

A distanza di tempo torniamo a parlarvi del lavoro del duo tutto olandese dei Graphic Surgery, scopriamo infatti che gli artisti lo scorso Ottobre si siano diretti a Guadalajara in Messico per realizzare un intervento direttamente sul tetto dello spazio artistico Los Kukuruchos.

E’ il team stesso della galleria a togliere il velo sul progetto con questo bel video introspettivo, abbiamo così l’opportunità di conoscere in maniere più approfondita gli artisti stessi e sopratutto vedere da vicino con i nostri occhi tutto il peculiare e personale sviluppo lavorativo dei Graphic Surgery, un opportunità rara di entrare in contatto con lo stile e la visione di uno dei team più interessanti a livello europeo e non solo.

E’ l’occasione per saggiare tutto il personale approccio astratto che lega le produzioni del duo, la geometria come primo ed unico interlocutore viene sviluppata dagli artisti attraverso l’utilizzo del bianco e del nero, di fatto gli unici colori utilizzati, che alimentano un personale e peculiare ricerca, sviluppata attraverso fasi istintive a contatto con elementi più razionali ed impostati, su quella che è una personale rappresentazione di paesaggi ed ambienti urbani che vengono riprodotti attraverso una pulizia dell’immagine, ridotti, puri, e portati al limite attraverso una forma più astratta e ridotto all’osso. I Graphic Surgery sperimentano una visione che abbraccia in totale simbiosi il circondario, gli spot occupati ed il paesaggio circostante dove si ritrovano a lavorare, il tutto attraverso un lavoro di distruzione e decostruzione, costruzione e filtraggio fino a rimodellare sezioni ed elementi visivi attraverso un ottica geometrica attraversata da un equilibrio latente tra forme, tonalità e figure geometriche. Si sviluppano assi e segmenti intrecciandosi ed intersecandosi a vicenda con triangoli, quadrati e rettangoli e dando vita ad una sorta di danza grafica sospesa tra momenti di precisione assoluta ed attimi di puro istintivo rappresentati dalle intense colate di vernice che spesso fanno capolino nelle loro produzioni. Questo loro approccio così impostato ed al contempo spontaneo dà vita ad opere densissime di dettagli, ricche di spunti, allestendo un binomio tra colori e figure unico e raro, funzionale al paesaggio e dannatamente impattante.

In attesa di mostrarvi un recap approfondito con tutte le immagini del caso, vi consigliamo di mettervi comodi e godervi appieno questo bel video, l’opportunità è davvero ghiotta, ma restate sintonizzati seguirà infatti nei prossimi giorni un corposo approfondimento su quest’intervento dei Graphic Surgery, perciò stay tuned qui sul Gorgo.