GORGO

Felipe Pantone for Truck Art Project

C’è anche Felipe Pantone al lavoro per il Truck Art Project per il quale ha da poco terminato di dipingere questo grande camion.

Come visto il progetto è curato dal collezionista ed imprenditore Jaime Colsa che, grazie alla curatela di Fer Francés e Óscar Sanz sta portando diversi tra i nomi di spicco della scena internazionale, al confronto con la superfice di una serie di camion. L’idea del progetto è quella di proporre una diffusione dell’arte contemporanea attraverso un sistema innovativo ed accessibile, con gli autori chiamati a trasformare in modo attivo la percezione della particolare superfice di lavoro, e gli spettatori che divengono del tutto involontari.

In questo contesto Felipe Pantone sviluppa un doppio intervento, ciascuno per facciata, caratterizzato dalla sua duplice identità. Da una parte l’anima più legata ai graffiti, dall’altra una composizione maggiormente sciolta. In entrambi i casi l’autore raccoglie appieno dal proprio immaginario, sviluppando il consueto intreccio di elementi astratti e digitali, glitch, textures e pattern, figli della personale riflessione sulla società moderna e sui suoi canali visivi.

Dopo il salto, un bel video ed alcuni scatti del making of e le immagini dell’intervento concluso, dateci un occhiata e tornate a trovarci per nuovi aggiornamenti sul lavoro del grande autore.

Pics by The Project

Felipe Pantone for Truck Art Project

C’è anche Felipe Pantone al lavoro per il Truck Art Project per il quale ha da poco terminato di dipingere questo grande camion.

Come visto il progetto è curato dal collezionista ed imprenditore Jaime Colsa che, grazie alla curatela di Fer Francés e Óscar Sanz sta portando diversi tra i nomi di spicco della scena internazionale, al confronto con la superfice di una serie di camion. L’idea del progetto è quella di proporre una diffusione dell’arte contemporanea attraverso un sistema innovativo ed accessibile, con gli autori chiamati a trasformare in modo attivo la percezione della particolare superfice di lavoro, e gli spettatori che divengono del tutto involontari.

In questo contesto Felipe Pantone sviluppa un doppio intervento, ciascuno per facciata, caratterizzato dalla sua duplice identità. Da una parte l’anima più legata ai graffiti, dall’altra una composizione maggiormente sciolta. In entrambi i casi l’autore raccoglie appieno dal proprio immaginario, sviluppando il consueto intreccio di elementi astratti e digitali, glitch, textures e pattern, figli della personale riflessione sulla società moderna e sui suoi canali visivi.

Dopo il salto, un bel video ed alcuni scatti del making of e le immagini dell’intervento concluso, dateci un occhiata e tornate a trovarci per nuovi aggiornamenti sul lavoro del grande autore.

Pics by The Project