GORGO

EVOL – New Mural for Art-Ovrag Festival

Non abbiamo mai avuto modo di occuparci di EVOL, ora dopo veramente parecchi mesi di lungo silenzio l’artista tedesco torna a mostrarsi, lavorando ad una nuova installazione all’interno della rassegna multidisciplinare Art-Ovrag Festival.

EVOL ha partorito uno dei progetti più interessanti degli ultimi anni, l’interprete si diverte con i suoi stencil a camuffare anfratti cittadini in vere e proprie palazzine popolari dove finestre, tende, antenne e alcune volte anche complete di tag, si rifanno fedelmente alle originali riprodotte però qui in miniatura.
L’uso dello stesso tipo di palazzina grigia ripetuta su diverse superfici, come denuncia contro questi mastodontici edifici spesso eretti nelle periferie cittadine, atti a contenere più persone possibili ma che spesso si trasformano in agglomerati urbani di degrado e abbandono, è la maggiore critica che l’artista esprime con il suo lavoro.

Qui vediamo come l’artista ha potuto esprimersi al meglio elaborando un gigantesco stabile, tutti i dettagli li trovate in galleria e, sperando che sia l’inizio di un nuovo periodo fruttoso, restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti sul suo lavoro.

EVOL – New Mural for Art-Ovrag Festival

Non abbiamo mai avuto modo di occuparci di EVOL, ora dopo veramente parecchi mesi di lungo silenzio l’artista tedesco torna a mostrarsi, lavorando ad una nuova installazione all’interno della rassegna multidisciplinare Art-Ovrag Festival.

EVOL ha partorito uno dei progetti più interessanti degli ultimi anni, l’interprete si diverte con i suoi stencil a camuffare anfratti cittadini in vere e proprie palazzine popolari dove finestre, tende, antenne e alcune volte anche complete di tag, si rifanno fedelmente alle originali riprodotte però qui in miniatura.
L’uso dello stesso tipo di palazzina grigia ripetuta su diverse superfici, come denuncia contro questi mastodontici edifici spesso eretti nelle periferie cittadine, atti a contenere più persone possibili ma che spesso si trasformano in agglomerati urbani di degrado e abbandono, è la maggiore critica che l’artista esprime con il suo lavoro.

Qui vediamo come l’artista ha potuto esprimersi al meglio elaborando un gigantesco stabile, tutti i dettagli li trovate in galleria e, sperando che sia l’inizio di un nuovo periodo fruttoso, restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti sul suo lavoro.