GORGO

Etam Cru – “Ugly Heroes” at Montana Gallery (Recap)

Prosegue a gonfie vele la programmazione della Montana Gallery di Barcellona, lo spazio Spagnolo ha infatti aperto lo scorso 8 di Maggio “Ugly Heroes”, ultima fatica del collettivo Etam Cru che ha presentato uno show e ricco ed assolutamente coinvolgente.

A distanza di veramente parecchio tempo, torniamo quindi con piacere ad immergerci all’interno del caratteristico universo del duo Polacco degli Etam Cru, questo loro ultimo show ci offre infatti l’opportunità di un viaggio denso e profondo all’interno del peculiare immaginario dei due artisti che senza troppi giri di parole rappresenta il vero valore aggiunto delle loro produzioni. Come abbiamo avuto modo di vedere diverse volte, il percorso dei due interpreti è la giusta alchimia di influenze ed approcci differenti, dalla grafica passando per l’illustrazione, coadiuvati dall’esigenza di spingere ed approfondire temi e situazioni altamente fantastiche. Il carattere sognante dei lavori dei due artisti va quindi ad incidere nelle loro rappresentazioni finali, a collidere in un unico universo sono però spunti realistici uniti ad un tratto fortemente ricercato e caratterizzato da tinte e colori profondi ed accesi, questa particolare scelta che unifica in un’unica cornice visiva e tematica il reale e l’irreale, la fantasia con la realtà, dà vita a spettacolari opere dove la componente fantastica è si ben presente ma risulta assolutamente vera, causando una contraddittorio rapporto finale in cui lo spettatore si ritrova a domandarsi cosa sia vero e cosa no. I personaggi cosi come i soggetti raffigurati, siano essi umani o vere e proprie characters inventati vengono calati all’interno di storie e situazioni differenti, alcune volte vere e legate alla quotidianità, più spesso andando a creare scorci e spunti di fantasia cogliendo in questo modo lo spettatore piacevolmente sorpreso ed incuriosito. Componente fondamentale all’interno dell’immaginario del duo è quella legata al dettaglio, vero e proprio valore aggiunto di una produzione che non ci stanchiamo di apprezzare, gli interventi così come le opere realizzate in studio, mantengono una dose di profondità visiva impeccabile, i corpi, i lineamenti del viso dei personaggi, così come i loro stessi abiti, gli oggetti raffigurati, vengono tutti trattati con cura e rappresentati nel loro minimo dettaglio, aumentando in questo modo l’impatto e la profondità dei risultati finali.

Per questa loro ultima fatica gli Etam Cru presentano un corpo di lavoro massiccio, caratterizzato dalla presenza di tele e disegni di grandi e piccole dimensioni, dove vengono mantenuti i capi saldi del percorso visivo e tematico dei due e dove anzi abbiamo l’opportunità di apprezzarne da vicino tutto lo stile attraverso una precisa scelta tematica corale. I personaggi sono eroi contemporanei, ‘brutti’, per certi versi agghiacciati e vengono caratterizzati da scenografie, azioni o dettagli legati ad eventi malinconici, tristi e cupi, un alternanza questa che si nota anche nelle tinte scelte, i colori si fanno maggiormente spenti e profondi e vanno ad incidere con l’impatto finale dei lavori.

In attesa di vedere i due interpreti a lavoro per la prima volta in Italia per Memorie Urbane, vi lasciamo ad una bella serie di scatti con tutte le immagini dell’allestimento proposto e degli istanti durante il vernissage, dateci un occhiata e per tutti gli amici spagnoli e per chiunque si trovasse in zona ricordiamo che c’è tempo fino al prossimo 28 Giugno. Infine per chiunque fosse interessato è possibile acquistare la stampa realizzata in edizione limitata proprio in occasione dello show direttamente richiedendo info qui.

Pics by The Gallery

Etam Cru – “Ugly Heroes” at Montana Gallery (Recap)

Prosegue a gonfie vele la programmazione della Montana Gallery di Barcellona, lo spazio Spagnolo ha infatti aperto lo scorso 8 di Maggio “Ugly Heroes”, ultima fatica del collettivo Etam Cru che ha presentato uno show e ricco ed assolutamente coinvolgente.

A distanza di veramente parecchio tempo, torniamo quindi con piacere ad immergerci all’interno del caratteristico universo del duo Polacco degli Etam Cru, questo loro ultimo show ci offre infatti l’opportunità di un viaggio denso e profondo all’interno del peculiare immaginario dei due artisti che senza troppi giri di parole rappresenta il vero valore aggiunto delle loro produzioni. Come abbiamo avuto modo di vedere diverse volte, il percorso dei due interpreti è la giusta alchimia di influenze ed approcci differenti, dalla grafica passando per l’illustrazione, coadiuvati dall’esigenza di spingere ed approfondire temi e situazioni altamente fantastiche. Il carattere sognante dei lavori dei due artisti va quindi ad incidere nelle loro rappresentazioni finali, a collidere in un unico universo sono però spunti realistici uniti ad un tratto fortemente ricercato e caratterizzato da tinte e colori profondi ed accesi, questa particolare scelta che unifica in un’unica cornice visiva e tematica il reale e l’irreale, la fantasia con la realtà, dà vita a spettacolari opere dove la componente fantastica è si ben presente ma risulta assolutamente vera, causando una contraddittorio rapporto finale in cui lo spettatore si ritrova a domandarsi cosa sia vero e cosa no. I personaggi cosi come i soggetti raffigurati, siano essi umani o vere e proprie characters inventati vengono calati all’interno di storie e situazioni differenti, alcune volte vere e legate alla quotidianità, più spesso andando a creare scorci e spunti di fantasia cogliendo in questo modo lo spettatore piacevolmente sorpreso ed incuriosito. Componente fondamentale all’interno dell’immaginario del duo è quella legata al dettaglio, vero e proprio valore aggiunto di una produzione che non ci stanchiamo di apprezzare, gli interventi così come le opere realizzate in studio, mantengono una dose di profondità visiva impeccabile, i corpi, i lineamenti del viso dei personaggi, così come i loro stessi abiti, gli oggetti raffigurati, vengono tutti trattati con cura e rappresentati nel loro minimo dettaglio, aumentando in questo modo l’impatto e la profondità dei risultati finali.

Per questa loro ultima fatica gli Etam Cru presentano un corpo di lavoro massiccio, caratterizzato dalla presenza di tele e disegni di grandi e piccole dimensioni, dove vengono mantenuti i capi saldi del percorso visivo e tematico dei due e dove anzi abbiamo l’opportunità di apprezzarne da vicino tutto lo stile attraverso una precisa scelta tematica corale. I personaggi sono eroi contemporanei, ‘brutti’, per certi versi agghiacciati e vengono caratterizzati da scenografie, azioni o dettagli legati ad eventi malinconici, tristi e cupi, un alternanza questa che si nota anche nelle tinte scelte, i colori si fanno maggiormente spenti e profondi e vanno ad incidere con l’impatto finale dei lavori.

In attesa di vedere i due interpreti a lavoro per la prima volta in Italia per Memorie Urbane, vi lasciamo ad una bella serie di scatti con tutte le immagini dell’allestimento proposto e degli istanti durante il vernissage, dateci un occhiata e per tutti gli amici spagnoli e per chiunque si trovasse in zona ricordiamo che c’è tempo fino al prossimo 28 Giugno. Infine per chiunque fosse interessato è possibile acquistare la stampa realizzata in edizione limitata proprio in occasione dello show direttamente richiedendo info qui.

Pics by The Gallery