GORGO

Etam Cru – New Mural in Örebro, Sweden

Nei giorni scorsi Bezt e Sainer aka Etam Cru hanno realizzato una pittura a Örebro in Svezia per la sesta edizione della biennale OpenArt.

Giunta alla quinta edizione, OpenArt rinnova la formula con 70 artisti differenti al lavoro per tutti i 75 giorni della durata della rassegna. Il centro di Örebro offrirà ai cittadini la possibilità di confrontarsi con le opere degli artisti coinvolti, tra questi gli Etam Cru e il loro ultimo intervento dal titolo “Melancholia”.

Sainer e Bezt tornano al lavoro insieme dirottando la loro attenzione su uno specifico tema, piuttosto che alterare la linea sottile tra realtà e fantasia. Se infatti le pitture del duo sono caratterizzate da un approccio iperrealistico infarcito di riferimenti e scene dall’alto contenuto fantasioso, quest’ultima pittura appare spogliata di qualsiasi dettaglio irrealistico per abbracciare piuttosto una dimensione maggiormente emotiva. L’opera come suggerisce il titolo descrivendo uno specifico stato emotivo.

Con l’intento di enfatizzare i temi della pittura gli autori lavorano qui attraverso tonalità più cupe, una gamma cromatica piuttosto spenta e capace di accompagnare al meglio l’intento percettivo dell’intervento. Notiamo infine la piacevole aggiunta di alcuni dettagli grafici a margine del personaggio femminile.

In attesa di scoprire i prossimi spostamenti del duo Polacco, vi lasciamo alle immagini in calce al nostro testo, dateci un occhiata!

Pics via The Artist

Etam Cru – New Mural in Örebro, Sweden

Nei giorni scorsi Bezt e Sainer aka Etam Cru hanno realizzato una pittura a Örebro in Svezia per la sesta edizione della biennale OpenArt.

Giunta alla quinta edizione, OpenArt rinnova la formula con 70 artisti differenti al lavoro per tutti i 75 giorni della durata della rassegna. Il centro di Örebro offrirà ai cittadini la possibilità di confrontarsi con le opere degli artisti coinvolti, tra questi gli Etam Cru e il loro ultimo intervento dal titolo “Melancholia”.

Sainer e Bezt tornano al lavoro insieme dirottando la loro attenzione su uno specifico tema, piuttosto che alterare la linea sottile tra realtà e fantasia. Se infatti le pitture del duo sono caratterizzate da un approccio iperrealistico infarcito di riferimenti e scene dall’alto contenuto fantasioso, quest’ultima pittura appare spogliata di qualsiasi dettaglio irrealistico per abbracciare piuttosto una dimensione maggiormente emotiva. L’opera come suggerisce il titolo descrivendo uno specifico stato emotivo.

Con l’intento di enfatizzare i temi della pittura gli autori lavorano qui attraverso tonalità più cupe, una gamma cromatica piuttosto spenta e capace di accompagnare al meglio l’intento percettivo dell’intervento. Notiamo infine la piacevole aggiunta di alcuni dettagli grafici a margine del personaggio femminile.

In attesa di scoprire i prossimi spostamenti del duo Polacco, vi lasciamo alle immagini in calce al nostro testo, dateci un occhiata!

Pics via The Artist