GORGO

Emajons – New Stunning Mural in Florence

Torniamo con piacere a parlarvi di Emajons del suo inconfondibile tratto e della capacità di creare ponti immaginari tra le proprie creazioni e chi le osserva, l’artista torna e lo fà nel migliore dei modi proponendoci un nuova opera complessa per le sfaccettature cromatiche e profonda per il significato che porta con sè.

La location è Firenze, il pezzo si intitola “C’è chi compra e vende e chi dona e prende”, Emajons prende possesso di due superfici alte di quella che sembra una torretta, le due facciate coperte segnano una netta contrapposizione tra loro chiaramente riferite al titolo che emerge tra le lettere dipinte. L’interprete lancia un nuovo messaggio che arriva sottile e acuto, i suoi personaggi rappresentano chiaramente le vicende attuali, le difficoltà delle coppie italiane rivivono dei due teschi attorcigliati su se stessi, come in un autunno che non ha intenzione di finire, dall’altra parte si ergono due figure,un uomo ed un donna, i corpi non ci sono, non hanno forma e valore, così restano solo le parti più utili al soddisfacimento reciproco, i volti scrutano in una risata che riecheggia tra i petali cadenti, la primavera è sbocciata qui nel posto dove si vive fuori dalle regole. La contrapposizione è forte, il bello è effimero e viene rappresentato con colori e tinte allegre, le brutture, la verità e l’autenticità di ciò che accade attraverso figure tetre e colorazioni che si perdono nel grigio della superficie, Emajons sembra volerci chiedere voi da che parte state?

I nuovi mostri e nuovi sfasci sono li a mostrarci la realtà dei fatti, ad impattare con la nostra immaginazione, corpi sfusi e sguardi sovrapposti ci costringono a guardarci dentro, ci osservano e si fanno osservare permettendoci una riflessione, mai banale, sempre veritiera, forse è questa la forza maggiore del lavoro di Emajons, trovate tutti i dettagli nella galleria dopo il salto, fateli vostri.

Thanks to The Artist for The Pics

Emajons – New Stunning Mural in Florence

Torniamo con piacere a parlarvi di Emajons del suo inconfondibile tratto e della capacità di creare ponti immaginari tra le proprie creazioni e chi le osserva, l’artista torna e lo fà nel migliore dei modi proponendoci un nuova opera complessa per le sfaccettature cromatiche e profonda per il significato che porta con sè.

La location è Firenze, il pezzo si intitola “C’è chi compra e vende e chi dona e prende”, Emajons prende possesso di due superfici alte di quella che sembra una torretta, le due facciate coperte segnano una netta contrapposizione tra loro chiaramente riferite al titolo che emerge tra le lettere dipinte. L’interprete lancia un nuovo messaggio che arriva sottile e acuto, i suoi personaggi rappresentano chiaramente le vicende attuali, le difficoltà delle coppie italiane rivivono dei due teschi attorcigliati su se stessi, come in un autunno che non ha intenzione di finire, dall’altra parte si ergono due figure,un uomo ed un donna, i corpi non ci sono, non hanno forma e valore, così restano solo le parti più utili al soddisfacimento reciproco, i volti scrutano in una risata che riecheggia tra i petali cadenti, la primavera è sbocciata qui nel posto dove si vive fuori dalle regole. La contrapposizione è forte, il bello è effimero e viene rappresentato con colori e tinte allegre, le brutture, la verità e l’autenticità di ciò che accade attraverso figure tetre e colorazioni che si perdono nel grigio della superficie, Emajons sembra volerci chiedere voi da che parte state?

I nuovi mostri e nuovi sfasci sono li a mostrarci la realtà dei fatti, ad impattare con la nostra immaginazione, corpi sfusi e sguardi sovrapposti ci costringono a guardarci dentro, ci osservano e si fanno osservare permettendoci una riflessione, mai banale, sempre veritiera, forse è questa la forza maggiore del lavoro di Emajons, trovate tutti i dettagli nella galleria dopo il salto, fateli vostri.

Thanks to The Artist for The Pics