GORGO

Elian – “Heavy Distribution” New Mural in Córdoba, Argentina

Continuiamo a seguire con vivo interesse il lavoro di Elian, l’interprete Argentino ha infatti da poco terminato un altro dei suoi caratteristici interventi proseguendo sui propri e peculiari binari stilistici e continuando a cambiare radicalmente il volto urbano della sua Córdoba in Argentina.

Osservando il percorso di Elian ci accorgiamo ancora una volta del profondo legame che l’artista con una precisa e coinvolgente tematica astratta, l’interprete agisce negli spazi avviluppandoli sotto un unica cornice cromatica e visiva che ne trasforma completamente l’assetto finale e l’impronta urbana, gioca con le architetture ed attraverso esse elaborato una trama visiva forte ed avvolgente che ha in determinate campionature cromatiche il suo fulcro stilistico. Gli interventi di Elian risultano sicuramente facilmente riconoscibile, l’impronta stilistica è dettata dalla volontà di affidarsi a determinati colori, il celeste, il giallo, il rosso, il nero, e non ultimo il nero bilanciato con il bianco delle pareti, attraversi questi l’interprete va a formare grandi configurazioni che piuttosto che apparire come semplici forme staccate fanno parte di un vero e proprio sistema che agisce con un onda investendo gli spazi in una continua e ciclica trasformazione. Le grandi macchie vanno ad intersecarsi toccandosi e sovrapponendosi, con esse si formano nuovi colori che proseguono la corsa sulla superficie fino a spegnersi, nei differenti approcci stilistici abbiamo notato una continua ricerca da parte dell’artista che ha saputo evolvere, stravolgere e rielaborare la propria dialettica attraverso differenti percorsi. Questa sua capacità si ripercuote nei risultati finali, talvolta maggiormente emotivi e viscerali con gli elementi che si fanno frastagliati, quasi rabbiosi andando ad incidere negli spazi come un onda in balia di una tempesta, altre volte con approccio più calma, diretto e lineare staccando e costruendo veri e proprie configurazioni cromatiche, l’impressione è quindi quella di un quadro finale fortemente influenzato dalle sensazioni, dalle emozioni e dagli stati d’animo dello stesso interprete durante le fasi di pittura, rendendo quindi ogni opera singolare ed unica nel suo genere .

Questo ultimo intervento dal titolo “Heavy Distribution” prende vita ancora una volta sull’intera facciata di questo edificio, come suggerisce il nome la pesantezza delle figure proposte è senza dubbio rilevante, è interessante infatti notare come l’opera scelga di concentrare le sue trame nella parte centrale della parete, quasi a volerne mettere in evidenza il peso visivo dando in questo modo vita ad una gigantesca configurazione che riprende ed unifica le sperimentazioni di quest’ultimo periodo rivelando una sorta di gigantesca macchia visiva che si presta a differenti e soggettive chiavi di interpretazione. Nel risultato finale lo spettatore quindi si ritrova a dare una propria lettura all’opera, raccogliendone l’impianto finale e rielaborandone gli spunti ed i temi che Elian ha saputo inserire, splendido.

Scrollate giù, dopo il salto una bella serie di scatti con i dettagli di quest’ultimo splendido lavoro del grande artista Argentino, dateci un occhiata, prendetevi cinque minuti per approfondire al meglio l’intervento, siamo certi che non mancherete di apprezzare.

Thanks to The Artist for The Pics

Elian – “Heavy Distribution” New Mural in Córdoba, Argentina

Continuiamo a seguire con vivo interesse il lavoro di Elian, l’interprete Argentino ha infatti da poco terminato un altro dei suoi caratteristici interventi proseguendo sui propri e peculiari binari stilistici e continuando a cambiare radicalmente il volto urbano della sua Córdoba in Argentina.

Osservando il percorso di Elian ci accorgiamo ancora una volta del profondo legame che l’artista con una precisa e coinvolgente tematica astratta, l’interprete agisce negli spazi avviluppandoli sotto un unica cornice cromatica e visiva che ne trasforma completamente l’assetto finale e l’impronta urbana, gioca con le architetture ed attraverso esse elaborato una trama visiva forte ed avvolgente che ha in determinate campionature cromatiche il suo fulcro stilistico. Gli interventi di Elian risultano sicuramente facilmente riconoscibile, l’impronta stilistica è dettata dalla volontà di affidarsi a determinati colori, il celeste, il giallo, il rosso, il nero, e non ultimo il nero bilanciato con il bianco delle pareti, attraversi questi l’interprete va a formare grandi configurazioni che piuttosto che apparire come semplici forme staccate fanno parte di un vero e proprio sistema che agisce con un onda investendo gli spazi in una continua e ciclica trasformazione. Le grandi macchie vanno ad intersecarsi toccandosi e sovrapponendosi, con esse si formano nuovi colori che proseguono la corsa sulla superficie fino a spegnersi, nei differenti approcci stilistici abbiamo notato una continua ricerca da parte dell’artista che ha saputo evolvere, stravolgere e rielaborare la propria dialettica attraverso differenti percorsi. Questa sua capacità si ripercuote nei risultati finali, talvolta maggiormente emotivi e viscerali con gli elementi che si fanno frastagliati, quasi rabbiosi andando ad incidere negli spazi come un onda in balia di una tempesta, altre volte con approccio più calma, diretto e lineare staccando e costruendo veri e proprie configurazioni cromatiche, l’impressione è quindi quella di un quadro finale fortemente influenzato dalle sensazioni, dalle emozioni e dagli stati d’animo dello stesso interprete durante le fasi di pittura, rendendo quindi ogni opera singolare ed unica nel suo genere .

Questo ultimo intervento dal titolo “Heavy Distribution” prende vita ancora una volta sull’intera facciata di questo edificio, come suggerisce il nome la pesantezza delle figure proposte è senza dubbio rilevante, è interessante infatti notare come l’opera scelga di concentrare le sue trame nella parte centrale della parete, quasi a volerne mettere in evidenza il peso visivo dando in questo modo vita ad una gigantesca configurazione che riprende ed unifica le sperimentazioni di quest’ultimo periodo rivelando una sorta di gigantesca macchia visiva che si presta a differenti e soggettive chiavi di interpretazione. Nel risultato finale lo spettatore quindi si ritrova a dare una propria lettura all’opera, raccogliendone l’impianto finale e rielaborandone gli spunti ed i temi che Elian ha saputo inserire, splendido.

Scrollate giù, dopo il salto una bella serie di scatti con i dettagli di quest’ultimo splendido lavoro del grande artista Argentino, dateci un occhiata, prendetevi cinque minuti per approfondire al meglio l’intervento, siamo certi che non mancherete di apprezzare.

Thanks to The Artist for The Pics