fbpx
GORGO

El Mac – New Mural at Mesa Contemporary Arts Museum

Nuovo aggiornamento per El Mac, l’interprete ha da poco termianato un nuovo intervento all’interno del Mesa Contemporary Arts Museum in Arizona.

Spesso impegnato in progetti e temi di forte impatto sociale, El Mac da anni porta a vanti una approccio estetico altamente riconoscibile e caratteristico. L’artista ha da sempre focalizzato il proprio operato in funzione di una rappresentazione quanto più veritiera di figure e soggetti umani. Attraverso l’utilizzo di bombolette, l’idea è quella di raggiungere il più possibile una resa al pari del fotografico, con l’idea di porre in essere un dialogo diretto e dal forte impatto finale con chi osserva le sue produzioni.

Realizzato sulla parete esterna del museo, l’opera è basata su una fotografia, scattata dall’artista stesso, di Karen Bracamonte, una immigrata dal Guatemala, spostata con uno dei più cari amici dell’interprete. Al momento dello scatto Karen era incinta di circa sette mesi. L’opera si conclude con una serie di disegni in background, si tratta di una serie di riferimenti al lavoro di Mando Rascón, amico dell’interprete nonché uno dei nomi di spicco della scena graffiti di Mesa.

L’idea dietro quest’ultima produzione è l’idea di una rappresentazione dell’amore, della vita e della diversità, tutti temi molti cari all’autore.

Dopo il salto alcuni scatti delle fasi del making of e le immagini del bel risultato finale, in attesa di nuovi aggiornamenti da El Mac, vi invitiamo a darci un occhiata.

Pics by Niba DelCastillo via The Artist

El Mac – New Mural at Mesa Contemporary Arts Museum

Nuovo aggiornamento per El Mac, l’interprete ha da poco termianato un nuovo intervento all’interno del Mesa Contemporary Arts Museum in Arizona.

Spesso impegnato in progetti e temi di forte impatto sociale, El Mac da anni porta a vanti una approccio estetico altamente riconoscibile e caratteristico. L’artista ha da sempre focalizzato il proprio operato in funzione di una rappresentazione quanto più veritiera di figure e soggetti umani. Attraverso l’utilizzo di bombolette, l’idea è quella di raggiungere il più possibile una resa al pari del fotografico, con l’idea di porre in essere un dialogo diretto e dal forte impatto finale con chi osserva le sue produzioni.

Realizzato sulla parete esterna del museo, l’opera è basata su una fotografia, scattata dall’artista stesso, di Karen Bracamonte, una immigrata dal Guatemala, spostata con uno dei più cari amici dell’interprete. Al momento dello scatto Karen era incinta di circa sette mesi. L’opera si conclude con una serie di disegni in background, si tratta di una serie di riferimenti al lavoro di Mando Rascón, amico dell’interprete nonché uno dei nomi di spicco della scena graffiti di Mesa.

L’idea dietro quest’ultima produzione è l’idea di una rappresentazione dell’amore, della vita e della diversità, tutti temi molti cari all’autore.

Dopo il salto alcuni scatti delle fasi del making of e le immagini del bel risultato finale, in attesa di nuovi aggiornamenti da El Mac, vi invitiamo a darci un occhiata.

Pics by Niba DelCastillo via The Artist