fbpx
GORGO

DIMA – New Mural in Ivano-Frankivs’k

Ci spostiamo ad Ivano-Frankivs’k in Ucraina per dare uno sguardo approfondito all’ultima pittura realizzata da DIMA parte del Litoralis visual program.

Il progetto, parte della programmazione del Porto-Franko Gogol Festival di quest’anno, ha visto la realizzazione di quattro differenti interventi realizzati da: Apl315, Stachu Shumski, Jan Zdvorak, tutti appartenenti alla scena Est Europea, tutti caratterizzati da una forte e caratteristica direzione astratta.

Particolarmente attivo in questo periodo, DIMA pare aver inquadrato una propria direzione pittorica, un personale setting estetico attraverso il quale l’interprete si confronta con lo spazio pubblico. Come visto più volte le produzioni dell’artista Ucraino solo legate ad una personale rielaborazione di forme ed elementi astratti. Partendo da queste figure, l’autore porta avanti un impeto pittorico legato agli stati emotivi del momento, capaci di influenzarne l’aspetto e la forma, con gli elementi grafici costantemente piegati da un moto perpetuo e da una pittura ‘cruda’ e ‘sporca’.

Quest’ultima opera, ben rappresenta il particolare momento di DIMA. L’artista sviluppa su questa grande parete uno dei suoi iconici intrecci di forme e figure irregolari, lavorando attraverso tonalità differenti, solchi, forme e textures, per un risultato finale che ancora un volta ci ha pienamente convinto.

In attesa di scoprire gli sviluppi del progetto, con l’interprete impegnato in nuove pittura, vi lasciamo agli scatti del making of ed hai dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo.

Thanks to The Artist for The Pics

DIMA – New Mural in Ivano-Frankivs’k

Ci spostiamo ad Ivano-Frankivs’k in Ucraina per dare uno sguardo approfondito all’ultima pittura realizzata da DIMA parte del Litoralis visual program.

Il progetto, parte della programmazione del Porto-Franko Gogol Festival di quest’anno, ha visto la realizzazione di quattro differenti interventi realizzati da: Apl315, Stachu Shumski, Jan Zdvorak, tutti appartenenti alla scena Est Europea, tutti caratterizzati da una forte e caratteristica direzione astratta.

Particolarmente attivo in questo periodo, DIMA pare aver inquadrato una propria direzione pittorica, un personale setting estetico attraverso il quale l’interprete si confronta con lo spazio pubblico. Come visto più volte le produzioni dell’artista Ucraino solo legate ad una personale rielaborazione di forme ed elementi astratti. Partendo da queste figure, l’autore porta avanti un impeto pittorico legato agli stati emotivi del momento, capaci di influenzarne l’aspetto e la forma, con gli elementi grafici costantemente piegati da un moto perpetuo e da una pittura ‘cruda’ e ‘sporca’.

Quest’ultima opera, ben rappresenta il particolare momento di DIMA. L’artista sviluppa su questa grande parete uno dei suoi iconici intrecci di forme e figure irregolari, lavorando attraverso tonalità differenti, solchi, forme e textures, per un risultato finale che ancora un volta ci ha pienamente convinto.

In attesa di scoprire gli sviluppi del progetto, con l’interprete impegnato in nuove pittura, vi lasciamo agli scatti del making of ed hai dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui sul Gorgo.

Thanks to The Artist for The Pics