fbpx
GORGO

Crist Espiritu – New Pieces for Quantum Paranoia Series

Dopo aver dato un occhiata da vicino alla sua This Quantum Madness, Crist Espiritu ci offre l’opportunità di scavare più affondo nel suo particolare approccio visivo e tematico grazie ad una nuova serie di lavori realizzati direttamente in strada e che rappresentano il giusto seguito allo show proposto.

Realizzati anche in compagnia di Angelica Lorente, questa nuova infornata di pezzi fa parte di un progetto a più ampio respiro dal nome “Quantum Paranoia Series”, con questi lavori Crist Espiritu propone nuovamente la sua personale e ricorrente visione della carne, intesa come corpo organico inanimato, con le sue implicazioni filosofiche e teologiche. Crist Espiritu ragiona e vuole farci ragionare sull’esistenza stessa stimolando la riflessione su come vediamo gli organismi come una mera questione piuttosto che esseri senzienti. Il rapporto viene proposto attraverso una contrapposizione tra forme organiche e meccaniche, quest’ultime elaborate secondo una tematica geometrica, portando quindi avanti ancora una volta il concetto di tempo e di quarta dimensione.

Per approfondire il lavoro di Crist Espiritu vi consigliamo di dare uno sguardo alle immagini in calce, dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

This series of street pieces are still part of my Quantum Paranoia series; a series inspired by the philosophical implications Quantum Mechanics have towards existence. I chose meat as a recurring subject for these series since meat is a very mundane representation of flesh; it forces us to see organisms as mere matter instead of sentient beings. It instantly reminds one of mortality and this in effect encourages contemplation of what it means to exist. I juxtapose the flesh against solid geometric figures to sort of create tension between organic and stiff geometric forms. I also believe that the contrasting nature of organic and mechanical forms makes the work visually striking. This juxtaposition is also inspired by the concept of time being a 4th dimension. Considering this I wanted to portray the meat moving across fragmented space as represented by the monochromatic geometrical forms.

Thanks to The Artist for The Pics

Crist Espiritu – New Pieces for Quantum Paranoia Series

Dopo aver dato un occhiata da vicino alla sua This Quantum Madness, Crist Espiritu ci offre l’opportunità di scavare più affondo nel suo particolare approccio visivo e tematico grazie ad una nuova serie di lavori realizzati direttamente in strada e che rappresentano il giusto seguito allo show proposto.

Realizzati anche in compagnia di Angelica Lorente, questa nuova infornata di pezzi fa parte di un progetto a più ampio respiro dal nome “Quantum Paranoia Series”, con questi lavori Crist Espiritu propone nuovamente la sua personale e ricorrente visione della carne, intesa come corpo organico inanimato, con le sue implicazioni filosofiche e teologiche. Crist Espiritu ragiona e vuole farci ragionare sull’esistenza stessa stimolando la riflessione su come vediamo gli organismi come una mera questione piuttosto che esseri senzienti. Il rapporto viene proposto attraverso una contrapposizione tra forme organiche e meccaniche, quest’ultime elaborate secondo una tematica geometrica, portando quindi avanti ancora una volta il concetto di tempo e di quarta dimensione.

Per approfondire il lavoro di Crist Espiritu vi consigliamo di dare uno sguardo alle immagini in calce, dateci un occhiata e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

This series of street pieces are still part of my Quantum Paranoia series; a series inspired by the philosophical implications Quantum Mechanics have towards existence. I chose meat as a recurring subject for these series since meat is a very mundane representation of flesh; it forces us to see organisms as mere matter instead of sentient beings. It instantly reminds one of mortality and this in effect encourages contemplation of what it means to exist. I juxtapose the flesh against solid geometric figures to sort of create tension between organic and stiff geometric forms. I also believe that the contrasting nature of organic and mechanical forms makes the work visually striking. This juxtaposition is also inspired by the concept of time being a 4th dimension. Considering this I wanted to portray the meat moving across fragmented space as represented by the monochromatic geometrical forms.

Thanks to The Artist for The Pics