GORGO

Ciredz – New Mural at Festival Asalto in Saragozza

Giunto alla sua ottava incarnazione il Festival Asalto di Saragozza quest’anno ospita un nutrito roster di artisti emergenti e realtà consolidate, un mix perfetto per continuare la tradizione di una delle rassegne più importanti in Europa e che nel corso degli anni ha saputo confermare la qualità delle scelte premiando innanzitutto la scena di casa, cosa non da poco. Tra gli artisti partecipanti a questa nuova edizione troviamo con piacere il nostro Ciredz che sbarca in Spagna con tutto il suo particolare e distintivo carico stilistico.

Un lavoro sensibile ed intelligente questo che poggia le sue basi su una pulizia incredibile delle forme proposte, per il suo nuovo intervento Ciredz prosegue il suo personale approccio visivo, lo fa accantonando nuovamente le consuete scale di grigi per affidarsi nuovamente al blu, la figura che emerge è figlia degli studi delle immagini topografiche delle superficie terrestre, questa volta però l’interprete va affondo portando a galla tematiche interessanti e mai esplorate. Attraverso il suo lavoro Ciredz ci pone di fronte una riproduzione del complicato rapporto tra l’uomo ed il suo habitat, si ha l’impressione di un vero e proprio grafico dove la figura protagonista ha tutte le fattezze di una grande montagna. La punta rivolta verso l’alto mette in collegamento il cielo stesso con l’acqua rappresentata nella parte più bassa della parete, un idea che ha nella sua immediatezza un impatto disarmante, ci ritrova ad osservare le increspature della roccia, o gli splendidi effetti di trasparenze e profondità arricchiti da una superficie di lavoro decisamente non facile. Tutto ciò proietta l’opera in una riflessione personale, si finisce con il chiedersi del proprio personale rapporto con la natura, ad interrogarsi, a cercare di liberarsi dai processi artificiali che puntualmente creiamo e con i quali inesorabilmente ci allontaniamo dalla stessa.

Thanks to The Artist for The Pics

Ciredz – New Mural at Festival Asalto in Saragozza

Giunto alla sua ottava incarnazione il Festival Asalto di Saragozza quest’anno ospita un nutrito roster di artisti emergenti e realtà consolidate, un mix perfetto per continuare la tradizione di una delle rassegne più importanti in Europa e che nel corso degli anni ha saputo confermare la qualità delle scelte premiando innanzitutto la scena di casa, cosa non da poco. Tra gli artisti partecipanti a questa nuova edizione troviamo con piacere il nostro Ciredz che sbarca in Spagna con tutto il suo particolare e distintivo carico stilistico.

Un lavoro sensibile ed intelligente questo che poggia le sue basi su una pulizia incredibile delle forme proposte, per il suo nuovo intervento Ciredz prosegue il suo personale approccio visivo, lo fa accantonando nuovamente le consuete scale di grigi per affidarsi nuovamente al blu, la figura che emerge è figlia degli studi delle immagini topografiche delle superficie terrestre, questa volta però l’interprete va affondo portando a galla tematiche interessanti e mai esplorate. Attraverso il suo lavoro Ciredz ci pone di fronte una riproduzione del complicato rapporto tra l’uomo ed il suo habitat, si ha l’impressione di un vero e proprio grafico dove la figura protagonista ha tutte le fattezze di una grande montagna. La punta rivolta verso l’alto mette in collegamento il cielo stesso con l’acqua rappresentata nella parte più bassa della parete, un idea che ha nella sua immediatezza un impatto disarmante, ci ritrova ad osservare le increspature della roccia, o gli splendidi effetti di trasparenze e profondità arricchiti da una superficie di lavoro decisamente non facile. Tutto ciò proietta l’opera in una riflessione personale, si finisce con il chiedersi del proprio personale rapporto con la natura, ad interrogarsi, a cercare di liberarsi dai processi artificiali che puntualmente creiamo e con i quali inesorabilmente ci allontaniamo dalla stessa.

Thanks to The Artist for The Pics