GORGO

Cheke – “Ignorant Mirror” New Mural

A distanza di qualche settimana torniamo con piacere ad approfondire il lavoro di Cheke, l’interprete Messicano ha infatti da poco terminato di realizzare questa nuova pittura portando in dote nuovi ed interessanti stimoli visivi.

E’ sempre piuttosto interessante notare come gli artisti cerchino di sviluppare costantemente nuovi impulsi all’interno del loro particolare moto espressivo e di come questi riescano a lasciare intatte quelle che sono le dinamiche prettamente tematiche dei loro interventi. E’ proprio questo il senso di quest’ultima fatica realizzata da Cheke, l’autore sceglie di sperimentare un approccio completamente differente, per certi versi opposto, lasciando però immutato il senso di riflessione e di denuncia verso i problemi del proprio paese.

L’approccio stilistico dell’autore ci ha fin da subito catturato, si tratta di una miscela decisamente personale all’interno della quale ci siamo ritrovati coinvolti in un immaginario capace di mescolare elementi fantastici attraverso un impronta romantica e per certi versi legata al mondo delle favole per bambini. L’approccio pittorico dell’artista si sviluppa attraverso una pittura profonda, le pennellate si fanno ripetute al fine di rimarcare la silhouette dei corpi raffigurati, in quelle che divengono immagini che strizzano l’occhio ai disegni a matita. Al centro delle produzioni firmate dall’autore troviamo soggetti piuttosto vari, dal mondo animale passando per una personale rappresentazione dell’uomo. Un impostazione quindi, tipicamente figurativa sviluppa per sostenere al meglio la profondità dei temi trattati.

In questo senso la delicatezza pittorica con cui l’artista produce le sue opere, rappresenta l’ideale equilibrio all’interno di una produzione rivolta a temi importanti e spesso impegnati. L’interprete approfondisce le dinamiche politiche e sopratutto sociali del proprio paese, le difficoltà di tutti i giorni, attraverso una produzione che rievoca la quotidianità, la vita di tutti i giorni, con le sue difficoltà costanti.

Quest’ultimo intervento, dal titolo “Ignorant Mirror”, vede Cheke approcciarsi allo spazio in modo completamente differente. L’idea è quella di un piglio maggiormente viscerale ed istintivo con il quale andare a tracciare una forma complessa ed articolata. Si tratta di un esercizio grafico e gestuale con il quale l’artista si sente più libero di esprimere il proprio lavoro.

Se questa rappresenta la novità dal punto di vista visivo, il tema qui trattato ancora una volta si rifà alle difficoltà del Messico. L’autore continua ad essere sensibili verso temi come la corruzione e la politica, alla costante morsa delle autorità e del potere verso i suoi cittadini e di come questi ultimi continuino ad ignorare la situazione pensando unicamente a cose futili restando nell’ignoranza auto imposta dallo stato stesso.

Da questo spunto l’autore va ad elaborare una figura scomposta e sintetizzata, si tratta di una sorta di demone intento ad abusare del popolo.
In attesa di vedere eventuali sviluppi in questo nuovo approccio dell’autore, vi lasciamo ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata! siamo certi infatti che anche voi, come noi, non mancherete di apprezzare.

Thanks to The Artist for The Pics

Cheke – “Ignorant Mirror” New Mural

A distanza di qualche settimana torniamo con piacere ad approfondire il lavoro di Cheke, l’interprete Messicano ha infatti da poco terminato di realizzare questa nuova pittura portando in dote nuovi ed interessanti stimoli visivi.

E’ sempre piuttosto interessante notare come gli artisti cerchino di sviluppare costantemente nuovi impulsi all’interno del loro particolare moto espressivo e di come questi riescano a lasciare intatte quelle che sono le dinamiche prettamente tematiche dei loro interventi. E’ proprio questo il senso di quest’ultima fatica realizzata da Cheke, l’autore sceglie di sperimentare un approccio completamente differente, per certi versi opposto, lasciando però immutato il senso di riflessione e di denuncia verso i problemi del proprio paese.

L’approccio stilistico dell’autore ci ha fin da subito catturato, si tratta di una miscela decisamente personale all’interno della quale ci siamo ritrovati coinvolti in un immaginario capace di mescolare elementi fantastici attraverso un impronta romantica e per certi versi legata al mondo delle favole per bambini. L’approccio pittorico dell’artista si sviluppa attraverso una pittura profonda, le pennellate si fanno ripetute al fine di rimarcare la silhouette dei corpi raffigurati, in quelle che divengono immagini che strizzano l’occhio ai disegni a matita. Al centro delle produzioni firmate dall’autore troviamo soggetti piuttosto vari, dal mondo animale passando per una personale rappresentazione dell’uomo. Un impostazione quindi, tipicamente figurativa sviluppa per sostenere al meglio la profondità dei temi trattati.

In questo senso la delicatezza pittorica con cui l’artista produce le sue opere, rappresenta l’ideale equilibrio all’interno di una produzione rivolta a temi importanti e spesso impegnati. L’interprete approfondisce le dinamiche politiche e sopratutto sociali del proprio paese, le difficoltà di tutti i giorni, attraverso una produzione che rievoca la quotidianità, la vita di tutti i giorni, con le sue difficoltà costanti.

Quest’ultimo intervento, dal titolo “Ignorant Mirror”, vede Cheke approcciarsi allo spazio in modo completamente differente. L’idea è quella di un piglio maggiormente viscerale ed istintivo con il quale andare a tracciare una forma complessa ed articolata. Si tratta di un esercizio grafico e gestuale con il quale l’artista si sente più libero di esprimere il proprio lavoro.

Se questa rappresenta la novità dal punto di vista visivo, il tema qui trattato ancora una volta si rifà alle difficoltà del Messico. L’autore continua ad essere sensibili verso temi come la corruzione e la politica, alla costante morsa delle autorità e del potere verso i suoi cittadini e di come questi ultimi continuino ad ignorare la situazione pensando unicamente a cose futili restando nell’ignoranza auto imposta dallo stato stesso.

Da questo spunto l’autore va ad elaborare una figura scomposta e sintetizzata, si tratta di una sorta di demone intento ad abusare del popolo.
In attesa di vedere eventuali sviluppi in questo nuovo approccio dell’autore, vi lasciamo ad una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima fatica, dateci un occhiata! siamo certi infatti che anche voi, come noi, non mancherete di apprezzare.

Thanks to The Artist for The Pics