fbpx
GORGO

Centina – New Mural near Parma

Con molto piacere puntiamo i fari su Centina, l’artista per questa fine del mese decide di andare in esplorazione nei pressi di Parma, il risultato è la scoperta di una vecchia fabbrica di legno abbandonata all’interno della quale poter far esplodere il proprio talento.

Dell’artista italiano ci siamo occupati nel corso della nostra review dello splendido Atroce, qui però andiamo ad approfondire meglio quello che caratterizza meglio il suo operato. Diciamo subito, è un diretto tra i denti, quello che l’artista dipinge arriva bruto e potente a destinazione, provocando sensazioni contrastanti ed un senso misto tra angoscia, tristezza ed al tempo stesso curiosità. I personaggi di Centina sono squarci negli stereotipi della bella vita, del tutto perfetto ed armonico, sono sfregi potenti e ridonanti, visioni distorte dell’essere umano o semplicemente uno specchio nel quale vedere la vera natura dell’uomo. Un tratto che usa il rosa come colore principale, svuotandone il significato di candido, e donandogli piuttosto una veste grafica intrisa di spettrali volti ed esseri umani oscuri, come in quest’ultima incarnazione dove Centina propone un Mickey Mouse non proprio canonico.
Luce spenta, i mostri.

Thanks to The Artist for The Pics

Centina – New Mural near Parma

Con molto piacere puntiamo i fari su Centina, l’artista per questa fine del mese decide di andare in esplorazione nei pressi di Parma, il risultato è la scoperta di una vecchia fabbrica di legno abbandonata all’interno della quale poter far esplodere il proprio talento.

Dell’artista italiano ci siamo occupati nel corso della nostra review dello splendido Atroce, qui però andiamo ad approfondire meglio quello che caratterizza meglio il suo operato. Diciamo subito, è un diretto tra i denti, quello che l’artista dipinge arriva bruto e potente a destinazione, provocando sensazioni contrastanti ed un senso misto tra angoscia, tristezza ed al tempo stesso curiosità. I personaggi di Centina sono squarci negli stereotipi della bella vita, del tutto perfetto ed armonico, sono sfregi potenti e ridonanti, visioni distorte dell’essere umano o semplicemente uno specchio nel quale vedere la vera natura dell’uomo. Un tratto che usa il rosa come colore principale, svuotandone il significato di candido, e donandogli piuttosto una veste grafica intrisa di spettrali volti ed esseri umani oscuri, come in quest’ultima incarnazione dove Centina propone un Mickey Mouse non proprio canonico.
Luce spenta, i mostri.

Thanks to The Artist for The Pics