GORGO

Bastardilla – New Mural in Mexico City

Tra i nomi al lavoro per l’interessante ManifestoMX, c é anche Bastardilla, l’autrice Colombiana, nei giorni scorsi, ha terminato di realizzare questo nuovo e significativo intervento per le strade di Città del Messico.

Il progetto sviluppato in questi giorni dalla Fifty24Mx Gallery continua a collocarsi all’interno di un filone artistico profondamente connesso con riflessioni e spunti di natura sociale, politica ed economica. Una pittura che torna quindi ad essere ideale propellente per stimolare la riflessione, una presa di posizione in chi osserva, attraverso immagini forti e caratterizzate da una, neanche troppo velata critica. In questo senso non stupisce quindi la volontà dello spazio espositivo Messicano di chiamare autori profondamente connessi con queste dinamiche pittorico, ed attraverso il loro stesso lavoro, portare in dote uno spaccato ed una stimolante analisi della difficile situazione in Messico. Propellente e tema centrale dei lavori fin qui visti, é la scomparsa di 43 studenti, dopo una accesa protesta, dove appare chiaro il ruolo dello stato e della politica Messicana. Lo sdegno, la rabbia e la voglia di cambiare finalmente le cose, sono sentimenti che se,pre più stanno coinvolgendo i cittadini, stanchi di vivere in condizioni difficoltose. Inevitabilmente anche Bastardilla va a raccogliere l’eredità di un clima così caldo, tracciando attraverso il proprio immaginario una personale riflessione tematica. Come visto in questi ultimi ed attivissimi mesi, Bastardilla porta avanti una personale dialettica visiva attraverso la quale va a sviscerare personali e dettagliatissime immagini. Le opere dell’interprete sono scandite anzitutto dall’utilizzo di tonalità piuttosto forti e caldi, ed attraverso un tratto personale, da una costante soluzione di dettagli ed effetti visivi atti ad aumentare l’impatto delle figure dipinte. Quando si osservano le opere dell’artista é inevitabile confrontarsi con la figura della donna, quella dei bambini, ed infine, con temi delicati e particolarmente complessi da digerire. L’ultimo lavoro di Bastardilla emerge come una grande analogia in grado di ben rappresentare, in un modo differente è personale, il particolare momento storico, sociale, politico ed economico che così tanto sta scuotendo il Messico. Vediamo 3 grandi figure proteggere un grande libro sul quale sono poggiati, intimo una distesa di acqua con una serie di alligatori pronti a tutto. É ovviamente il libro a suscitare interesse ed a considerarsi la chiave di volta dell’intervento, aprendoci la strada a differenti conclusioni. L’opera é un inno alla libertà d’espressione, al diritto allo studio, al voler far tornare le vittime dello stato. In calce al nostro testo, una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima pittura, dateci un occhiata, qui invece i lavori realizzati da BLU ed Ericailcane sempre per il progetto Messicano, restante sintonizzati!

Pics via Brooklyn Street Art

Bastardilla – New Mural in Mexico City

Tra i nomi al lavoro per l’interessante ManifestoMX, c é anche Bastardilla, l’autrice Colombiana, nei giorni scorsi, ha terminato di realizzare questo nuovo e significativo intervento per le strade di Città del Messico.

Il progetto sviluppato in questi giorni dalla Fifty24Mx Gallery continua a collocarsi all’interno di un filone artistico profondamente connesso con riflessioni e spunti di natura sociale, politica ed economica. Una pittura che torna quindi ad essere ideale propellente per stimolare la riflessione, una presa di posizione in chi osserva, attraverso immagini forti e caratterizzate da una, neanche troppo velata critica. In questo senso non stupisce quindi la volontà dello spazio espositivo Messicano di chiamare autori profondamente connessi con queste dinamiche pittorico, ed attraverso il loro stesso lavoro, portare in dote uno spaccato ed una stimolante analisi della difficile situazione in Messico. Propellente e tema centrale dei lavori fin qui visti, é la scomparsa di 43 studenti, dopo una accesa protesta, dove appare chiaro il ruolo dello stato e della politica Messicana. Lo sdegno, la rabbia e la voglia di cambiare finalmente le cose, sono sentimenti che se,pre più stanno coinvolgendo i cittadini, stanchi di vivere in condizioni difficoltose. Inevitabilmente anche Bastardilla va a raccogliere l’eredità di un clima così caldo, tracciando attraverso il proprio immaginario una personale riflessione tematica. Come visto in questi ultimi ed attivissimi mesi, Bastardilla porta avanti una personale dialettica visiva attraverso la quale va a sviscerare personali e dettagliatissime immagini. Le opere dell’interprete sono scandite anzitutto dall’utilizzo di tonalità piuttosto forti e caldi, ed attraverso un tratto personale, da una costante soluzione di dettagli ed effetti visivi atti ad aumentare l’impatto delle figure dipinte. Quando si osservano le opere dell’artista é inevitabile confrontarsi con la figura della donna, quella dei bambini, ed infine, con temi delicati e particolarmente complessi da digerire. L’ultimo lavoro di Bastardilla emerge come una grande analogia in grado di ben rappresentare, in un modo differente è personale, il particolare momento storico, sociale, politico ed economico che così tanto sta scuotendo il Messico. Vediamo 3 grandi figure proteggere un grande libro sul quale sono poggiati, intimo una distesa di acqua con una serie di alligatori pronti a tutto. É ovviamente il libro a suscitare interesse ed a considerarsi la chiave di volta dell’intervento, aprendoci la strada a differenti conclusioni. L’opera é un inno alla libertà d’espressione, al diritto allo studio, al voler far tornare le vittime dello stato. In calce al nostro testo, una bella serie di scatti con tutti i dettagli di quest’ultima pittura, dateci un occhiata, qui invece i lavori realizzati da BLU ed Ericailcane sempre per il progetto Messicano, restante sintonizzati!

Pics via Brooklyn Street Art