GORGO

Bastardilla for FRONTIER in Bologna (Video Recap)

Torniamo con piacere per le strade di Bologna, a pochi giorni dalla sua realizzazione esce infatti il video dell’intervento di Bastardilla per FRONTIER La Linea dello Stile che sancisce la chiusura di quest’ultima edizione del progetto.

Con l’idea di valorizzare il writing e la street art, FRONTIER si è fatto carico di un approfondimento su due dei fenomeni di maggior interesse del panorama dell’arte contemporanea, è interessante sottolineare come lo slancio del festival non è unicamente indirizzato verso una semplice messa in atto di opere pubbliche ma bensì ci sia da parte degli organizzatori e curatori, Claudio Musso e Fabiola Naldi, la volontà di mettere l’accento su questi due indirizzi artisti, dall’altra fungere da propellente per un approfondimento che possa essere teorico e critico di entrambe le discipline, in questa edizione attraverso il racconto degli stessi artisti. Lo spunto arriva direttamente da “Arte di Frontiera. New York Graffiti”, mostra datata 1984 – si avete letto bene – tra le prime in Europa atta proprio ad analizzare il fenomeno nato negli USA.

Con il bel montaggio video abbiamo quindi l’opportunità di dare un occhiata alle fasi di realizzazione del’intervento di Bastardilla, un lavoro incentrato sull’idea dei bambini fiammifero e sviluppato sulla facciata esterna del Liceo Scientifico Augusto Righi.

Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto alle immagini del video realizzato da Eleonora Trovato, invitandovi ad approfondire il lavoro con le immagini ed il testo del nostro precedente post qui, è tutto vostro.

Bastardilla for FRONTIER in Bologna (Video Recap)

Torniamo con piacere per le strade di Bologna, a pochi giorni dalla sua realizzazione esce infatti il video dell’intervento di Bastardilla per FRONTIER La Linea dello Stile che sancisce la chiusura di quest’ultima edizione del progetto.

Con l’idea di valorizzare il writing e la street art, FRONTIER si è fatto carico di un approfondimento su due dei fenomeni di maggior interesse del panorama dell’arte contemporanea, è interessante sottolineare come lo slancio del festival non è unicamente indirizzato verso una semplice messa in atto di opere pubbliche ma bensì ci sia da parte degli organizzatori e curatori, Claudio Musso e Fabiola Naldi, la volontà di mettere l’accento su questi due indirizzi artisti, dall’altra fungere da propellente per un approfondimento che possa essere teorico e critico di entrambe le discipline, in questa edizione attraverso il racconto degli stessi artisti. Lo spunto arriva direttamente da “Arte di Frontiera. New York Graffiti”, mostra datata 1984 – si avete letto bene – tra le prime in Europa atta proprio ad analizzare il fenomeno nato negli USA.

Con il bel montaggio video abbiamo quindi l’opportunità di dare un occhiata alle fasi di realizzazione del’intervento di Bastardilla, un lavoro incentrato sull’idea dei bambini fiammifero e sviluppato sulla facciata esterna del Liceo Scientifico Augusto Righi.

Null’altro da aggiungere, vi lasciamo piuttosto alle immagini del video realizzato da Eleonora Trovato, invitandovi ad approfondire il lavoro con le immagini ed il testo del nostro precedente post qui, è tutto vostro.