GORGO

Aris – New Mural at ICONE5.9 Street Art Event

Continuiamo il nostro approfondito reportage su ICONE5.9, la rassegna prosegue i lavori entrando nel vivo con l’ultimo intervento firmato da un altro big della nostra scena, Aris.

L’artista va a proseguire la parete dipinta da 108, di cui vi abbiamo mostrato il risultato qui, in un ideale round concettuale dove due espressioni così distinte nella forma e nella evoluzione si animano nella spazio a disposizione. Più che è uno scontro a nostro avviso si tratta di una riuscitissima combinazione, partendo dalle figure del primo andiamo mano a mano ad osservare veri e propri corpi e volti, tutto in un profondo nero intervallato unicamente dal colore della parete e dai dettagli rosso vivo. Ancora una volta a fare la voce grossa in questa ultima incarnazione di Aris è la capacità dell’artista di riuscire a giocare con lo spazio, con i colori e con la vista, creando effetti dove visi e corpi si nascondono e riappaiono alla vista, stuzzicando l’acume dell’osservatore che solo attraverso un attenta analisi può scoprire ed apprezzare al meglio tutti i dettagli di questa splendida realizzazione.

Trovate tutto in galleria, con alcune immagini durante il making of e dell’eccellente risultato finale, dateci un occhiata e rimanete sintonizzati per nuovi aggiornamenti dall’evento e da Aris.

Pics by Dante Cavicchioli

Aris – New Mural at ICONE5.9 Street Art Event

Continuiamo il nostro approfondito reportage su ICONE5.9, la rassegna prosegue i lavori entrando nel vivo con l’ultimo intervento firmato da un altro big della nostra scena, Aris.

L’artista va a proseguire la parete dipinta da 108, di cui vi abbiamo mostrato il risultato qui, in un ideale round concettuale dove due espressioni così distinte nella forma e nella evoluzione si animano nella spazio a disposizione. Più che è uno scontro a nostro avviso si tratta di una riuscitissima combinazione, partendo dalle figure del primo andiamo mano a mano ad osservare veri e propri corpi e volti, tutto in un profondo nero intervallato unicamente dal colore della parete e dai dettagli rosso vivo. Ancora una volta a fare la voce grossa in questa ultima incarnazione di Aris è la capacità dell’artista di riuscire a giocare con lo spazio, con i colori e con la vista, creando effetti dove visi e corpi si nascondono e riappaiono alla vista, stuzzicando l’acume dell’osservatore che solo attraverso un attenta analisi può scoprire ed apprezzare al meglio tutti i dettagli di questa splendida realizzazione.

Trovate tutto in galleria, con alcune immagini durante il making of e dell’eccellente risultato finale, dateci un occhiata e rimanete sintonizzati per nuovi aggiornamenti dall’evento e da Aris.

Pics by Dante Cavicchioli