GORGO

Amor – “Guns” New Mural in Buenos Aires

Con piacere ci spostiamo a Buenos Aires in Argentina, qui a distanza di tempo torniamo con piacere ad approfondire il lavoro di Amor, l’artista Argentino ha infatti da poco terminato di realizzare questa nuova ed iconica pittura.

É l’opportunità per tornare ad approfondire il lavoro dell’autore attraverso un nuova elaborazione in grado di portare avanti tutto il particolare impianto tematico che tanto ci aveva impressionato durante le sue scorribande in terra Francese (Covered). Proprio in occasione delle pareti realizzate a Parigi avevamo fatto la conoscenza dell’interprete con base a Buenos Aires, un immersione quella, in grado di ereditare la personale attrattiva visiva e tematica dell’artista che torna qui in un nuova ed interessante veste.

Principale stimolo delle produzioni dell’autore é la profonda espressività che è accompagna lo sviluppo in strada. Amor in questo senso porta vanti un percorso visivo immediato, basico e per certi versi ‘grezzo’ ed in grado, attraverso la facilità di fruizione, di entrare al meglio in contatto con chi osserva. Attraverso simboli e riferimenti, dettagli, ed infine un uso massiccio di colori e grafiche vivaci, l’autore incarna uno spirito per certi versi giocoso ma che, attraverso la profondità dei temi trattati, riesce a stimolare e portare in dote spunti e riflessioni differenti. Si tratta di immagini che richiamano i disegni di un bambino che, attraverso una personale soluzione grafica d attraverso i temi trattati, porta in dire un particolare cortocircuito visivo.

In questo senso le produzioni dell’interprete affrontano un tema particolarmente delicato, la guerra, con i suoi simboli, con i suoi morti e le sue armi, diviene principale stimolo tematico. L’idea é anzitutto quella di un ribaltamento tematico, con un accentuazione degli strumenti di morte, ma é sopratutto attraverso la forte espressività, la particolare vena grafica, che l’artista scuote. Ci ritroviamo infatti ad osservare immagini quasi partorite da un bambino, grezze, viscerali, capaci di lasciarci un senso di impotenza e di amaro che si traduce in una forte e profonda presa di coscienza.

Con questa sua ultima fatica Amor, torna quindi a sviluppare la sua ricerca. L’autore realizza u questa parete una serie di armi, tra pistole, uzi e mitra, tra il bagno di colori che ne accompagna la forma e l’essenza, rimaniamo ancora una volta impotenti, di fronte alla schiacciante responsabilità delle nostre azioni.

Ad accompagnare il nostro testo alcuni scatti del lavoro, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui al Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti sul lavoro dell’artista Argentino.

Thanks to The Artist for The Pics

Amor – “Guns” New Mural in Buenos Aires

Con piacere ci spostiamo a Buenos Aires in Argentina, qui a distanza di tempo torniamo con piacere ad approfondire il lavoro di Amor, l’artista Argentino ha infatti da poco terminato di realizzare questa nuova ed iconica pittura.

É l’opportunità per tornare ad approfondire il lavoro dell’autore attraverso un nuova elaborazione in grado di portare avanti tutto il particolare impianto tematico che tanto ci aveva impressionato durante le sue scorribande in terra Francese (Covered). Proprio in occasione delle pareti realizzate a Parigi avevamo fatto la conoscenza dell’interprete con base a Buenos Aires, un immersione quella, in grado di ereditare la personale attrattiva visiva e tematica dell’artista che torna qui in un nuova ed interessante veste.

Principale stimolo delle produzioni dell’autore é la profonda espressività che è accompagna lo sviluppo in strada. Amor in questo senso porta vanti un percorso visivo immediato, basico e per certi versi ‘grezzo’ ed in grado, attraverso la facilità di fruizione, di entrare al meglio in contatto con chi osserva. Attraverso simboli e riferimenti, dettagli, ed infine un uso massiccio di colori e grafiche vivaci, l’autore incarna uno spirito per certi versi giocoso ma che, attraverso la profondità dei temi trattati, riesce a stimolare e portare in dote spunti e riflessioni differenti. Si tratta di immagini che richiamano i disegni di un bambino che, attraverso una personale soluzione grafica d attraverso i temi trattati, porta in dire un particolare cortocircuito visivo.

In questo senso le produzioni dell’interprete affrontano un tema particolarmente delicato, la guerra, con i suoi simboli, con i suoi morti e le sue armi, diviene principale stimolo tematico. L’idea é anzitutto quella di un ribaltamento tematico, con un accentuazione degli strumenti di morte, ma é sopratutto attraverso la forte espressività, la particolare vena grafica, che l’artista scuote. Ci ritroviamo infatti ad osservare immagini quasi partorite da un bambino, grezze, viscerali, capaci di lasciarci un senso di impotenza e di amaro che si traduce in una forte e profonda presa di coscienza.

Con questa sua ultima fatica Amor, torna quindi a sviluppare la sua ricerca. L’autore realizza u questa parete una serie di armi, tra pistole, uzi e mitra, tra il bagno di colori che ne accompagna la forma e l’essenza, rimaniamo ancora una volta impotenti, di fronte alla schiacciante responsabilità delle nostre azioni.

Ad accompagnare il nostro testo alcuni scatti del lavoro, dateci un occhiata e restate sintonizzati qui al Gorgo per nuovi e succosi aggiornamenti sul lavoro dell’artista Argentino.

Thanks to The Artist for The Pics