GORGO

akaCorleone – “Find Yourself in Chaos” At UnderDogs Gallery

Aperta lo scorso 21 Febbraio andiamo a dare uno sguardo all’ultima grande fatica del grande akaCorleone, l’artista ha infatti aperto la sua “Find Yourself in Chaos” all’interno degli spazi della bella UnderDogs Gallery, uno show pazzesco che mette in mostra tutta la sua peculiare visione.

Lo stile visivo di akaCorleone affonda le radici all’interno del fortissimo background principalmente composto da forti influenze illustrative, dal mondo dei fumetti e del graphic design dove lavora tutt’ora, negli ultimi tempi però l’interprete ha iniziato un sistematico cammino di avvicinamento verso la strada e la pratica su muro che lo ha portato ad incanalare il personale tratto all’interno di superfici decisamente più grandi, ampliando il range delle sue visivi ed al contempo portando avanti nuovi sviluppi.

Sulla base di ciò che l’artista descrive come “il caos in cui mi trovo costantemente e vedo intorno a me”, la mostra propone come principale obiettivo l’idea di rappresentare tutte quegli eccessi che caratterizzano la vita all’interno della città e della società moderna. In particolare l’artista mette a rapporto, attraverso tutto il suo particolare filtro visivo fatto di bizzarri personaggi, lettering e forme differenti, l’eccesso ed il saturo dei colori con quello più profondo ed articolato della società. Un paragone quindi rivolto verso una società frenetica, abbondante e ripiena di oggetti, informazioni ed immagini lasciandoci con l’idea di una impossibilità di essere realmente soddisfatti, accumulando, accumulando fino ad essere per l’appunto saturi.

Da questi spunti akaCorleone sviluppa un infinita serie di percorso coinvolgendo materiali, stili e strumenti differenti, si va dalle installazione fino alle tele, passando per le sculture ed alle elaborazione interattive in legno, per concludere con le opere realizzate su vetro.

Senza troppi giri di parole questa nuova esibizione dell’interprete ci ha lasciato a ragion veduta assolutamente senza parole, letteralmente coinvolti all’interno della fittissima trama e del corposissimo e davvero sfaccettato allestimento proposto, liberi di vagare all’interno dei temi e dei differenti lavori portati in mostra.

Per darvi modo di apprezzare al meglio tutto l’allestimento e tutti i lavori presentati dal grande interprete vi abbiamo preparato una ricca galleria di scatti con tutti i dettagli dello show, il consiglio è come sempre quello di darci un occhiata e se vi trovate in zona c’è tempo fino al prossimo 15 Marzo per andare a dare uno sguardo di persona, noi vi abbiamo avvisato.

Based on what the artist describes as “the chaos in which I constantly find myself and see around me”, the exhibition sets as objective the exploration of that vertigo of excess and saturation which characterises life in contemporary urban societies, setting out from his personal visual universe to create reflections and manipulation games where the author himself determines what information he wants to reveal or omit.

According to the artist’s statement: “The feeling of excess of information in the brain which makes it impossible to focus on one task alone, the idea that we’re never satisfied making us therefore accumulate, the visual pollution to which we submit ourselves without questioning, are notions I address in the works created for the exhibition.

Underdogs Gallery
Rua Fernando Palha, Armazém 56
1950-132 Lisbon – Portugal

Pics by Stick2Target

akaCorleone – “Find Yourself in Chaos” At UnderDogs Gallery

Aperta lo scorso 21 Febbraio andiamo a dare uno sguardo all’ultima grande fatica del grande akaCorleone, l’artista ha infatti aperto la sua “Find Yourself in Chaos” all’interno degli spazi della bella UnderDogs Gallery, uno show pazzesco che mette in mostra tutta la sua peculiare visione.

Lo stile visivo di akaCorleone affonda le radici all’interno del fortissimo background principalmente composto da forti influenze illustrative, dal mondo dei fumetti e del graphic design dove lavora tutt’ora, negli ultimi tempi però l’interprete ha iniziato un sistematico cammino di avvicinamento verso la strada e la pratica su muro che lo ha portato ad incanalare il personale tratto all’interno di superfici decisamente più grandi, ampliando il range delle sue visivi ed al contempo portando avanti nuovi sviluppi.

Sulla base di ciò che l’artista descrive come “il caos in cui mi trovo costantemente e vedo intorno a me”, la mostra propone come principale obiettivo l’idea di rappresentare tutte quegli eccessi che caratterizzano la vita all’interno della città e della società moderna. In particolare l’artista mette a rapporto, attraverso tutto il suo particolare filtro visivo fatto di bizzarri personaggi, lettering e forme differenti, l’eccesso ed il saturo dei colori con quello più profondo ed articolato della società. Un paragone quindi rivolto verso una società frenetica, abbondante e ripiena di oggetti, informazioni ed immagini lasciandoci con l’idea di una impossibilità di essere realmente soddisfatti, accumulando, accumulando fino ad essere per l’appunto saturi.

Da questi spunti akaCorleone sviluppa un infinita serie di percorso coinvolgendo materiali, stili e strumenti differenti, si va dalle installazione fino alle tele, passando per le sculture ed alle elaborazione interattive in legno, per concludere con le opere realizzate su vetro.

Senza troppi giri di parole questa nuova esibizione dell’interprete ci ha lasciato a ragion veduta assolutamente senza parole, letteralmente coinvolti all’interno della fittissima trama e del corposissimo e davvero sfaccettato allestimento proposto, liberi di vagare all’interno dei temi e dei differenti lavori portati in mostra.

Per darvi modo di apprezzare al meglio tutto l’allestimento e tutti i lavori presentati dal grande interprete vi abbiamo preparato una ricca galleria di scatti con tutti i dettagli dello show, il consiglio è come sempre quello di darci un occhiata e se vi trovate in zona c’è tempo fino al prossimo 15 Marzo per andare a dare uno sguardo di persona, noi vi abbiamo avvisato.

Based on what the artist describes as “the chaos in which I constantly find myself and see around me”, the exhibition sets as objective the exploration of that vertigo of excess and saturation which characterises life in contemporary urban societies, setting out from his personal visual universe to create reflections and manipulation games where the author himself determines what information he wants to reveal or omit.

According to the artist’s statement: “The feeling of excess of information in the brain which makes it impossible to focus on one task alone, the idea that we’re never satisfied making us therefore accumulate, the visual pollution to which we submit ourselves without questioning, are notions I address in the works created for the exhibition.

Underdogs Gallery
Rua Fernando Palha, Armazém 56
1950-132 Lisbon – Portugal

Pics by Stick2Target